Alfonso Maruccia

Microsoft aggiorna Windows 10. Anche su Xbox One

Redmond rilascia un nuovo aggiornamento cumulativo per l'OS universale, con miglioramenti che questa volta riguardano soprattutto il mercato aziendale. Windows 10 finisce anche su console, con l'emulatore Xbox 360 e tutto quanto

Roma - Come previsto da giorni, Microsoft ha avviato la distribuzione del primo "major update" per Windows 10, un aggiornamento precedentemente noto come Threshold 2 e ora chiamato semplicemente "November Update". Molto poche le novità per gli utenti consumer, mentre sul fronte enterprise il piatto è decisamente più ricco e interessante.

Con l'arrivo del November Update, Windows 10 viene aggiornato alla versione 1511 e porta in dote miglioramenti all'assistente digitale Cortana, il browser Edge, alle performance complessive del sistema (con tempi di boot molto ridotti) e poco altro. Per le aziende, invece, l'update dovrebbe segnare la svolta della "maturità" di un OS oramai pronto a essere installato sui PC che ancora usano vecchie versioni di Windows.

Windows 10 è ora "l'unica piattaforma" in grado di permettere una gestione integrata di ogni tipologia di dispositivo in scenari BYOD (Bring your own device), sostiene Microsoft, con una compatibilità che include PC, tablet, telefonini e dispositivi della Internet delle Cose (IoT). La funzionalità Active Directory è ora "fusa" con il cloud di Azure, così come esiste un nuovo store di app specificatamente pensato l'esigenza aziendale (Windows Store for Business).
Due novità che le aziende e i professionisti sicuramente apprezzeranno sono la possibilità di disabilitare i dati di telemetria inviati automaticamente ai server di Microsoft (anche se la pratica non è consigliata, dice Redmond), e il già promesso sistema di gestione degli aggiornamenti personalizzato Windows Update for Business. Di disabilitare del tutto gli update, in ogni caso, nemmeno a parlarne.

Dopo l'arrivo su PC, a partire dal 12 novembre Windows 10 è diventato poi parte integrante anche della console di videogiochi Xbox One in Italia e altrove: la "nuova esperienza" Xbox trasforma in maniera radicale il software di gestione della console con una nuova dashboard, una nuova guida Xbox, e le funzionalità di Windows 10 che al momento non prevedono l'integrazione di Cortana o delle app universali.

L'upgrade del firmware della console pesa 1,2 Gigabyte, non è esente da problemi e include la tanto attesa retrocompatibilità con i giochi pensati per girare su Xbox 360.


La prima lista dei giochi retrocompatibili include 104 titoli su disco o in formato digitale, la creazione di un emulatore di Xbox 360 apparentemente completo ha richiesto uno sforzo ingegneristico non indifferente e all'inizio il management non era convinto del fatto che sarebbe stato possibile crearlo. Gli utenti lo hanno però richiesto a gran voce, dice Microsoft.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
75 Commenti alla Notizia Microsoft aggiorna Windows 10. Anche su Xbox One
Ordina
  • PI> Di disabilitare del tutto gli update, in ogni caso, nemmeno a parlarne.

    Io quando serve uso lo stesso identico sistema che funziona da Windows NT via e funziona anche su Windows 10.
    non+autenticato
  • dopo aggiornamento WIN10 MS di ieri non riesco a collegarmi al nav. tomtom 60, mi dice "il dispositivo non risponde" dopo vari collegamenti-scollegamenti tramite porta usb! cosa è successo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: rgb
    > dopo aggiornamento WIN10 MS di ieri non riesco a
    > collegarmi al nav. tomtom 60, mi dice "il
    > dispositivo non risponde" dopo vari
    > collegamenti-scollegamenti tramite porta usb!
    > cosa è
    > successo?

    E' successo che sono arrivati gli aggiornamenti.

    Ma non ti preoccupare, che su questo forum e' pieno di gente (servi di M$) disposti a giurare sulla testa della loro madre che MAI NELLA VITA un aggiornamento di winsozz ha causato o causera' qualche malfunzionamento.

    I milioni di persone che ogni mese si lamentano perche' questo o quello ha smesso di funzionare sono solo hater.
  • > I milioni di persone che ogni mese si lamentano
    > perche' questo o quello ha smesso di funzionare
    > sono solo
    > hater.

    Beh che stiano diventando haters direi che non ci piove.

    Aggiungo che è una cosa mooolto positiva che abbiano rilasciato un OS ruba-dati in alpha, facendo fare agli utonti i beta testers.

    Chissà che almeno una frazione della mandria riesca a capire il concetto. Non per loro (perché alla fine l'azione di Darwin è sacra) ma per tutti gli utenti comandati da utonti che dovranno subire il Win 10 tra capo e collo.
    non+autenticato
  • Già L'impossibilità di gestire le patch come voglio io è una COSA GRAVE. Non posso pianificare gli aggiornamenti come mi aggrada, se non piglio l'edizione più costosa... Un crimine.
  • > Non posso pianificare
    > gli aggiornamenti come mi aggrada, se non piglio
    > l'edizione più costosa...

    A Redmond la libertà di usufruire si paga. E stiamo parlando del tuo computer a casa tua.

    Figurati con i tuoi ex dati stabilmente a casa loro (leggasi spyCloud) quanta libertà avrai di gestirli come credi...
    non+autenticato
  • Stasera collego il mio TomTom e vediamo cosa dice.

    Hai controllato se ci sono aggiornamenti per il software ?
  • Anche io provo a connettermi col mio Gerry Gerry. .
    A bocca aperta
    Ultimamente non ci gira molto bene Vmware
    non+autenticato
  • Prova col formaggio.
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Prova col formaggio.

    sulla raspberry zero.
    non+autenticato
  • Occorre aspettare che la TomTom faccia il programma giusto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rgb
    > dopo aggiornamento WIN10 MS di ieri non riesco a
    > collegarmi al nav. tomtom 60, mi dice "il
    > dispositivo non risponde" dopo vari
    > collegamenti-scollegamenti tramite porta usb!
    > cosa è
    > successo?

    Si è rotto il tom tom.
    non+autenticato
  • Sono andati in crash, e noi con 7 nulla, e questo la dice lunga sull'affidabilità e sul pronti.
    non+autenticato
  • Dagli tempo e diventerà meglio di 7.
    non+autenticato
  • fino a che non esce qualcosa per eliminare dal sistema ogni inutile porcheria della microsoft a partire dalle piastrelle la cosa non decollerà mai
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roseppe Giussi
    > Dagli tempo e diventerà meglio di 7.

    Si il tempo per andarsene aceto! LOL
    non+autenticato
  • Con tutta la zavorra che si porta dietro è un abella scommessaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Windows 7, nel primo periodo, aveva i suoi problemi.
  • > Sono andati in crash, e noi con 7 nulla, e questo
    > la dice lunga sull'affidabilità e sul
    > pronti.

    Primo comandamento winzozz:
    "Installerai il nuovo windows solo dopo il primo service pack"
    non+autenticato
  • E nell'attesa sono tornato a Win 7.
    non+autenticato
  • > E nell'attesa sono tornato a Win 7.

    Allora "Ego te absolvo". Di "Ave Maria" ne avrai già tirate a sufficienza quindi...vai pure in pace e non peccare più Sorride
    non+autenticato
  • ma chi è che diceva che i service pack non esistono più ?
  • - Scritto da: xx tt
    > > Sono andati in crash, e noi con 7 nulla, e
    > questo
    > > la dice lunga sull'affidabilità e sul
    > > pronti.
    >
    > Primo comandamento winzozz:
    > "Installerai il nuovo windows solo dopo c he molti altri avranno installato il primo
    > service
    > pack senza danno "

    Fixed. Ficoso
  • Le società stan bene dispari e tre son troppi, diceva sempre mio padre.

    Nei PC delle aziende che gestisco voglio comandare io, non M$... e credo che siamo in parecchi a pensarla così.

    Finché qualcuno non capirà il messaggio, W7 resisterà come XP ha retto (e continua tutt'ora a reggere) fino alla morte dell'ultimo PC.
    non+autenticato
  • > W7 resisterà come XP ha retto (e continua tutt'ora a
    > reggere) fino alla morte dell'ultimo
    > PC.

    Sempreché non salti fuori una grave falla di sicurezza che stranamente verrà sistemata con moolta calma.
    E indovina un po' quale sarà la soluzione proposta della M$?

    La M$ tiene molto ai dati dei clienti...e non li mollerà tanto facilmente Sorride
    non+autenticato
  • Qualcuno conosce le minchi*te che oggi ha sparato il padella in italia ?
    Spero glielo abbiano detto che in italia c'è un'agguerrita concorrenza!
    :D
    non+autenticato
  • - Scritto da: xx tt
    > > W7 resisterà come XP ha retto (e continua
    > tutt'ora
    > a
    > > reggere) fino alla morte dell'ultimo
    > > PC.
    >
    > Sempreché non salti fuori una grave falla di
    > sicurezza che stranamente verrà sistemata con
    > moolta
    > calma.
    > E indovina un po' quale sarà la soluzione
    > proposta della
    > M$?
    >
    > La M$ tiene molto ai dati dei clienti...e non li
    > mollerà tanto facilmente
    > Sorride

    Se M$ avrà questo atteggiamento lo saprà il mondo intero: non credo che vorà sputtanarsi fino a quel punto.
    A parte ciò, sappiamo benissimo che le gravi falle di sicurezza creano danni molto meno del comportamento dissennato dell'utente: abbiamo da sempre convissuto con gravi falle di sicurezza, magari risolte dopo anni, e chi sa quante ne resteranno irrisolte senza che alcuno se ne accorga.
    Inoltre i danni da falle del genere riguardano in larga maggioranza il browser, ma proprio in questo campo le alternative sono molte è più (che) valide: non esiste solo I.E. (o Edge, che per ora è tutto in divenire).

    Comunque è vero, M$ tiene molto ai (dati dei) suoi clienti.
  • - Scritto da: xx tt

    > Sempreché non salti fuori una grave falla di
    > sicurezza che stranamente verrà sistemata con
    > moolta
    > calma.

    1) Microsoft ha dichiarato l'impegno di correggere le falle gravi in una o due settimane fino al giorno del cessato supporto (per 7 è il 2020).
    Se non lo farà significa che non bisogna fidarsi nemmeno del supporto promessa di Windows 10

    2) qualsiasi bug, una volta scoperto, può essere tappato senza doverlo necessariamente correggere: semplicemente basta evitare che l'exploit lo raggiunga. E questo può essere fatto con software di terze parti (antivirus/firewall/browser alternativi/stack tcp-ip alternativi/...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Winzozz
    > 2) qualsiasi bug, una volta scoperto, può essere
    > tappato senza doverlo necessariamente correggere:
    > semplicemente basta evitare che l'exploit lo
    > raggiunga. E questo può essere fatto con software
    > di terze parti (antivirus/firewall/browser
    > alternativi/stack tcp-ip
    > alternativi/...)

    ... sistemi operativi alternativi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome

    > ... sistemi operativi alternativi

    Ovvio, ma non era l'ipotesi di partenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Winzozz
    > - Scritto da: Nome e cognome
    >
    > > ... sistemi operativi alternativi
    >
    > Ovvio, ma non era l'ipotesi di partenza.

    Tuttavia sara' la naturale soluzione definitiva.
  • > 1) Microsoft ha dichiarato l'impegno di
    > correggere le falle gravi in una o due settimane
    > fino al giorno del cessato supporto (per 7 è il
    > 2020).
    > Se non lo farà significa che non bisogna fidarsi
    > nemmeno del supporto promessa di Windows
    > 10
    >
    > 2) qualsiasi bug, una volta scoperto, può essere
    > tappato senza doverlo necessariamente correggere:
    > semplicemente basta evitare che l'exploit lo
    > raggiunga. E questo può essere fatto con software
    > di terze parti (antivirus/firewall/browser
    > alternativi/stack tcp-ip
    > alternativi/...)


    Ma qui non si tratta di un bug normale. Qui stiamo parlando di uno spauracchio spacciato per 0-day, con grande risalto mediatico.
    Tipo il famoso baco del millennio quando si è passati dal 1999 al 2000, per gli anni espressi a due cifre.

    La M$ ha dalla sua un esercito di strilloni sia sui media che sui forum, e facendo rumore con abbastanza decibell può convincere la mandria a scappare sull'altro recinto.
    "Mandria" significa che stiamo parlando di utonti, e NON di utenti, i quali non se la berranno tanto facilmente.

    La M$ potrebbe anche puntare sul fatto che con lo spyCloud i dati sono sempre al sicuro a Redmond (qualunque cosa voglia dire "al sicuro") e quindi al riparo dai bug cattivoni piovuti ovviamente dal cielo.

    Un po' di venditori mandati dai direttori IT "cuggino del cognato" e voilà...tutto il sottobosco a passare in blocco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xx tt

    > Ma qui non si tratta di un bug normale. Qui
    > stiamo parlando di uno spauracchio spacciato per
    > 0-day, con grande risalto
    > mediatico.

    Se esiste, si scopriranno i dettagli non appena verrà utilizzato su una certa scala.
    E se tanto mi dà tanto, i bug di 7 ci sono pari pari su 8 e 10...


    > La M$ ha dalla sua un esercito di strilloni sia
    > sui media che sui forum, e facendo rumore con
    > abbastanza decibell può convincere la mandria a
    > scappare sull'altro recinto.

    E secondo te dovrebbe convincermi dicendo che la sua promessa di manutenere Windows 7 fino al 2020 sarà rotta perché non sono tecnicamente in grado di mantenerla? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Non mi pare il migliore dei modi per convincermi a passare ad un altro suo prodotto Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • > Se esiste, si scopriranno i dettagli non appena
    > verrà utilizzato su una certa
    > scala.
    > E se tanto mi dà tanto, i bug di 7 ci sono pari
    > pari su 8 e
    > 10...

    Potrebbero anche piazzare un exploit "per sbaglio" su un aggiornamento per windows 7/8. Sono "cose che capitano"

    > E secondo te dovrebbe convincermi dicendo che la
    > sua promessa di manutenere Windows 7 fino al 2020
    > sarà rotta perché non sono tecnicamente in grado
    > di mantenerla?

    Ma certo che risolveranno i problemi...solo non subito (leggasi a babbo morto) e chi ha voglia di capire capisce. Per gli altri saranno bug uno dietro l'altro (sempre risolti a babbo morto).

    > Non mi pare il migliore dei modi per convincermi
    > a passare ad un altro suo prodotto

    1) tutto dipende dal target della strategia comunicativa: se stai parlando a utonti creduloni non c'è alcun problema. Perché tanto sarà sempre stata colpa di hacker anonimi oppure di altre scuse.

    2) non è detto che tu abbia scelta: se riescono a far uscire un exploit serio su 7 e 8 e si rifiutano di correggerlo in tempi brevi, tu non potrai fare altro che passare a win 10 (nell'ipotesi che tu debba per forza di cose restare su prodotti made in Redmond)

    3) potrebbero coinvolgere produttori di terze parti come ad es. i produttori di schede madri. Ci sarebbe quindi un bug che coinvolge i driver di schede madri, risolto "stranamente" solo per quelli per Win 10, perché tanto i windows vecchi verranno abbandonati.
    E sarà colpa dei produttori delle schede madri (felici e sorridenti nella loro nuova villa antica)
    non+autenticato