Gaia Bottà

Google Maps, premi per chi contribuisce

Il programma Guide Locali si rilancia con nuove prospettive: Mountain View promette spazio su Google Drive, eventi e visibilità per coloro che condividano la propria esperienza di un luogo visitato

Roma - Per incoraggiare i cittadini del mondo a condividere la propria esperienza del territorio in cui vivono o che frequentano, per motivarli alla creazione e alla valutazione di recensioni altrui, Google ha aggiornato il proprio programma Guide Locali, legato a Google Maps.


Da mesi Google invita i cittadini della Rete a registrarsi all'iniziativa per impersonare il ruolo di guida locale e mettere a disposizione contenuti volti a rendere le mappe ancora più utili per turisti e ordinari cittadini in cerca di luoghi da visitare e di attività in cui intrattenersi. Oltre a sollecitare la condivisione di commenti e contenuti imparziali, e a vietare espressamente l'offerta di servizi alle attività commerciali recensite nonché la pubblicazione di "messaggi commerciali o pubblicità, marketing piramidali o altre notizie perturbatrici", fin dall'avvio del programma Mountain View prometteva agli utenti più attivi la possibilità di partecipare ad eventi, di assumere dei ruoli nell'organizzazione dell'iniziativa, nonché badge che attestassero le reputazione del proprio ruolo di contributore.

Ora Google rilancia il programma Local Guides entrando nel dettaglio dei premi basati su un più consolidato sistema a punteggi, attribuiti con l'aggiunta di recensioni, immagini, con nuove segnalazioni di luoghi di interesse e correzioni, con la risposta a domande della community. Ogni guida registrata può ricevere fino a cinque punti per luogo di interesse, così da stimolare l'esplorazione di un numero maggiore di aree.
Local Guides

Mountain View assicura ai membri che abbiano guadagnato fino a 4 punti la partecipazione a concorsi legati a nuovi prodotti, un accesso prioritario ai nuovi servizi e alle nuove funzioni proposte da Google a coloro che abbiano accumulato fino a 49 punti, un badge che dà visibilità su Google Maps a coloro che vantino fino a 199 punti, un sostanzioso upgrade ad un TB per Google Drive i contributor che guadagnino fino a 199 punti e infine la possibilità di candidarsi a partecipare ad un evento in programma la prossima estate presso il campus della Grande G ai membri che superino la soglia dei 500 punti.

Con questo sistema razionalizzato di gestione dei contributi e della reputazione dei collaboratori, Google auspica probabilmente di scongiurare gli atti di vandalismo commessi attraverso Google Map Maker e gli abusi che hanno messo in luce con nettezza come Google Maps possa diventare un veicolo di informazioni fallaci e addirittura pericolose.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • Digital LifeGoogle Map Maker, il ritornoLa funzionalità per la personalizzazione delle mappe torna con qualche sfumatura di "moderazione" in più. Google si impegna per fermare vandali e concorrenza sleale
  • Digital LifeGoogle Maps e la minzione punitivaIl robottino di Android avvistato su Google Maps, nell'atto di oltraggiare la Mela di Cupertino. L'affronto non è rivolto ad Apple, ma alle policy di controllo di Mountain View
  • SicurezzaIntercettare l'FBI. Con Google MapsUno sviluppatore si inventa un modo per intercettare le chiamate dirette all'FBI e ai servizi segreti abusando del servizio di mappe offerto gratuitamente da Mountain View. Che risponde eliminando i numeri fasulli
1 Commenti alla Notizia Google Maps, premi per chi contribuisce
Ordina