Claudio Tamburrino

Google, smart glass senza glass?

Nuove indiscrezioni su Project Aura: in sviluppo ci sarebbero tre prototipi di dispositivi indossabili, di cui uno senza lenti ma basato sui segnali audio

Roma - Dopo aver, almeno momentaneamente, abbandonato il nome "Google Glass", il progetto di Google di portare sul mercato occhiali intelligenti sembra pronto a lasciarsi alle spalle anche l'utilizzo delle lenti: secondo le ultime indiscrezioni il cosiddetto Project Aura starebbe lavorando ad un prototipo senza gli schermi tipici del suo predecessore.

Gli smart glass che avrebbero dovuto rappresentare il prodotto pioniere e punta di diamante del settore IoT e delle tecnologie indossabili di Google non è mai decollato, tanto da convincere Mountain View a fare un passo indietro e ripartire da un cambio di strategia culminato a febbraio con l'uscita del progetto dai laboratori sperimentali di Google X e l'affidamento ad una divisione ad hoc: da allora sembra essere calato il silenzio sui Glass, a parte piccole indiscrezioni come da ultimo quella relativa ad una versione modificata e più resistente dei Google Glass, destinata a certi ambiti professionali.

Ora sembrano arrivare nuove notizie dal team che a Mountain View si occupa delle ambizioni in materia di smart glass: sembra ci siano tre prototipi in sviluppo, due dedicati al mondo del lavoro ed uno allo sport.
Proprio quest'ultimo sembra aver in particolare attirato l'attenzione degli osservatori in quanto basato interamente su input/output audio invece che video: non si hanno altri dettagli, ma il prototipo sarebbe eventualmente da paragonare a prodotti come il bracciale per aiutare i ciechi a muoversi nelle città intelligenti cui sta lavorando Microsoft con il governo inglese.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate