Claudio Tamburrino

Microsoft: filantropia e digitalizzazione

Redmond annuncia un nuovo impegno sul fronte del non profit: punta a progetti per garantire l'accessibilità delle tecnologie

Roma - Microsoft ha annunciato un nuovo progetto filantropico, chiamato con uno slancio di fantasia "Microsoft Philanthropies".

Il mondo ICT non è nuovo a grandi sforzi benefici: oltre all'impegno personale di Bill Gates e della sua Bill&Melinda Gates Foundation, da ultimo è stato Mark Zuckerberg a stupire annunciando la progressiva donazione del 99 per cento delle azioni del suo social network alla propria fondazione benefica.

Il nuovo progetto Microsoft ha l'obiettivo specifico di estendere l'accessibilità alla tecnologia, ovvero "portare i suoi benefici ad un più ampio segmento della popolazione": per farlo si impegnerà su diversi progetti sia legati alla diffusione della connettività (come per esempio sta cercando di fare Facebook con il suo Internet.org) che alla formazione alla digitalizzazione.
A capo del progetto vi sarà il veterano di Microsoft Brad Smith, che per il momento ha dichiarato che "nonostante l'espansione globale, la democratizzazione della tecnologia e l'aumento degli accessi, i benefici tecnologici non raggiungono ancora tutti quanti". A capo dell'organizzazione vi sarà invece Mary Snapp.

Anche se non vi sono numeri precisi sulle cifre a disposizione, uno dei progetti avrà, per esempio, circa 75 milioni di dollari a disposizione per i prossimi tre anni da destinare all'educazione informatica ed investirà anche su programmi non profit.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia Microsoft: filantropia e digitalizzazione
Ordina