Claudio Tamburrino

Brasile, blocco su WhatsApp

Per 48 ore le comunicazioni WhatsApp sono sospese: una decisione presa probabilmente sulla base del Marco Civil per un mancato accesso ai dati concesso dal servizio alle autoritÓ. Intanto Telegram festeggia - UPDATE

UPDATE: Un secondo giudice, Xavier De Souza, è intervenuto sull'ingiunzione temporanea emessa dal tribunale di San Paolo: il blocco è stato revocato prima del tempo. "È irragionevole che milioni di utenti vengano colpiti dall'inazione dell'azienda", ha spiegato De Souza.

Roma - Un giudice brasiliano ha emesso un'ingiunzione di blocco per 48 ore nei confronti di WhatsApp. La decisione, le cui motivazioni sono riservate, è probabilmente conseguente ad una richiesta effettuata da un querelante (la cui identità è tenuta anonima dalle autorità) presso il Tribunale penale di San Paolo: in base ad essa la Corte avrebbe chiamato in causa il servizio di messaggistica, obbligato alla conservazione dei dati dal Marco Civil, a cui era stato presumibilmente richiesta la condivisione di alcune informazioni relative ai suoi utenti.

Al rifiuto da parte di WhatsApp di collaborare, il giudice avrebbe probabilmente applicato la pena per la non ottemperanza alle richieste prevista dall'osannata normativa su Internet del paese, il Marco Civil, e bloccato il servizio.
L'ingiunzione, come riferisce la compagnia telefonica locale Sinditelebrasil, ha portato al blocco nel paese del servizio a partire dalla mezzanotte del 17 dicembre e per le successive 48 ore.

Le ripercussioni per l'app di Facebook sono state evidenti: in Brasile, anche in forza delle tariffe telefoniche mobile per i servizi ordinari di voce e messaggistica, ha una base di oltre 93 milioni di utenti che la rendono la app più popolare del paese, utilizzata, secondo una statistica, anche dai dottori per dialogare con i pazienti.

Puntando proprio sul grande utilizzo da parte dei brasiliani di WhatsApp, il CEO Jan Koum ha sottolineato la delusione rispetto alla scelta "miope" delle autorità che ha "lasciato così tanti brasiliani senza un mezzo di comunicazione su cui fanno affidamento" e "il Brasile isolato dal resto del mondo". Anche Mark Zuckerberg è intervenuto, parlando di "un giorno triste" per il Brasile".

A festeggiare , per il momento, è Telegram: il blocco, come una diga ha spinto un milione e mezzo di utenti in un solo giorno da Whatsapp al concorrente diretto.




Claudio Tamburrino
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Brasile, blocco su WhatsApp
Ordina