Claudio Tamburrino

Google e la messaggistica intelligente

Chiedi e ti sarÓ risposto: Mountain View prepara un chatbot per fornire informazioni via messaggio. Eventualmente aprendo il servizio anche a sviluppatori terzi

Roma - Secondo alcune indiscrezioni a cui ha dato voce il Wall Street Journal Google starebbe lavorando ad un nuovo servizio di messaggistica intelligente, ovvero in grado di rispondere a determinati quesiti andando alla ricerca online della risposta giusta.

La nuova app sembra infatti permettere non solo di conversare con i propri contatti, ma anche di porre domande ad una bot che scandaglierà il Web alla ricerca delle informazioni utili per rispondere: ad essa starebbe lavorando da almeno un anno il veterano di Google Nick Fox.

Presumibilmente Google per la nuova AI partirà dalla tecnologia utilizzata dal suo motore di ricerca, ovvero riportando informazioni dove riuscirà a rintracciarle e fornendo link il più utili possibili ad arrivare alla risposta nei casi residuali.
Attraverso i messaggi, dunque, gli utenti potranno comunicare con i propri amici o cercare - per esempio - informazioni sul tempo o su un determinato ristorante: secondo le indiscrezioni Mountain View potrebbe anche permettere a sviluppatori terzi di costruire chatbot per raccogliere informazioni specifiche e condividerle attraverso la sua app. Sempre Fox, ad ottobre, avrebbe d'altra parte cercato di spingere Google ad acquisire 200 Labs Inc, piccola startup che lavora nello sviluppo di chatbot, in particolare per Telegram e specializzati nell'offrire informazioni meteo, ricerca per immagini e notizie.

Attraverso il nuovo servizio Google sembrerebbe non solo cercare un modo per reinserirsi nel settore della messaggistica, al momento dominata da Facebook e dalle sue app Messenger e Whatsapp, ma anche cercare di contrastare i nuovi servizi di ricerca di informazione interni del social network, che sembra essersi interessato dunque anche al suo core business. D'altra parte anche il social network in blu starebbe lavorando ad un suo bot per rispondere alle domande degli utenti: si chiama Facebook M e come la nuova app su cui Google servirebbe a rispondere alle domande poste dagli utenti all'interno di Messenger, addirittura appoggiandosi, per quelle più complicate, ad assistenti umani.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate