Gaia Bottà

Megaupload, estradizione per Kim Dotcom

Il giudice neozelandese ha stabilito che il fondatore di Megaupload e colleghi potranno essere giudicati negli States. Ma l'aereo per sorvolare l'Oceano è ancora lontano

Roma - Kim Dotcom e sodali si possono estradare: la giustizia neozelandese, nelle vesti del giudice Nevin Dawson, ha stabilito che il fondatore di Megaupload, insieme ai collaboratori Mathias Ortmann, Finn Batato e Bram van der Kolk, potranno essere condotti negli USA, per rispondere di fronte a un tribunale locale delle accuse mosse dal Dipartimento di Giustizia.

Il giudice neozelandese, dopo 10 settimane di udienze e di argomentazioni delle parti, non ha emesso alcun giudizio riguardo alla responsabilità di Dotcom e degli altri fondatori del servizio in merito alle accuse di associazione a delinquere finalizzata alla gestione di un'attività illegale, riciclaggio di denaro e violazione di proprietà intellettuale, formulate dagli USA dopo lo storico raid di inizio 2012: si è limitato a soppesare i termini delle leggi locali e le prove presentate dalle parti e ha decretato che sarà la giustizia statunitense a decidere.

Dotcom, dall'opulenza razionata della propria abitazione, prima della decisione ribadiva in un'intervista la propria convinzione rispetto al fatto che le accuse di violazione del copyright, che non sono però le sole a pendere sul suo capo, non meritassero l'estradizione.


Alla decisione del giudice ha reagito con ottimismo: ricorrerà in appello contro la sentenza del giudice Dawson, come ha confermato il suo avvocato Ira Rothken, e in ogni caso la decisione finale riguardo all'estradizione spetta al ministro della giustizia neozelandese. Dotcom, a cui è stato confermato il regime di libertà vigilata insieme ad Ortmann, Batato e van der Kolk nonostante il giudice abbia rilevato l'alto rischio che si rendano irreperibili, si è già dimostrato un gran temporeggiatore: il confronto nei tribunali neozelandesi è stato rimandato per mesi e mesi e la decisione finale sull'estradizione, di ricorso in ricorso, potrebbe dover attendere oltre un anno.



Gaia Bottà
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Megaupload, estradizione per Kim Dotcom
Ordina
  • Con tanti siti di sharing e p2p, perchè si accaniscono contro Kim Schmitz?
    Ho qualche sospetto:
    1- è grasso (come se tanti americani non lo fossero).
    2- ha partecipato ad una conferenza con Edward Snowden, il "traditore".
    3- i suoi servizi Mega chat e Mega cloud storage sono dannatamente        efficaci e criptati, questo dà fastidio ai servizi segreti USA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rico
    > Con tanti siti di sharing e p2p, perchè si
    > accaniscono contro Kim
    > Schmitz?
    > Ho qualche sospetto:
    > 1- è grasso (come se tanti americani non lo
    > fossero).
    > 2- ha partecipato ad una conferenza con Edward
    > Snowden, il
    > "traditore".
    > 3- i suoi servizi Mega chat e Mega cloud storage
    > sono dannatamente        efficaci e criptati,
    > questo dà fastidio ai servizi segreti
    > USA.

    loro hanno bisogno del grande nemico da sconfiggere in stile hollywood da dare in pasto ai media fa parte della loro cultura
    non+autenticato
  • 4- Ha fatto casino, s'è ribellato, insomma non ha chinato il capo assecondando le richieste di RIAA e altre lobby (tipo chiudere baracca, pagar loro X milioni in via extragiudiziale o collaborare alle loro indagini fornendo dati utili a far arrestare altra gente), anzi, ha scatenato un caso mediatico notevole, ha fatto emergere preoccupanti complicità tra governi e lobby (han pure mobilitato le squadre speciali e gli han fatto un raid che manco il capo dell'isis subirebbe se provassero ad andare a prenderlo, e una simile operazione militare solo per prendere uno che avrebbe violato copyright?).
    Se ti ribelli diventi il nemico pubblico numero uno (manco fossi Bin Laden, anche se non hai mai ucciso nessuno in vita tua) e non te la fanno passare liscia.
    non+autenticato
  • "estradizione" va sostituito con "estradibilità".
    Il giudice ha stabilito che può essere estradato ma la decisione se attuarlo o meno spetta ad altro organismo (cosa che suppongo dirà l'articolo, ma io mi fermo al titolo - sbagliato)
    non+autenticato
  • So che da tempo KDotcom è fuori dall'azienda, ma ultimamente ha esternato contro dicedno che i dati della piattaforma non erano più sicuri.

    Realtà o pure esternazioni da ex?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jagguar
    > So che da tempo KDotcom è fuori dall'azienda, ma
    > ultimamente ha esternato contro dicedno che i
    > dati della piattaforma non erano più
    > sicuri.
    >
    > Realtà o pure esternazioni da ex?

    Lo hai sentito dire dalla sua viva voce, o hai letto la traduzione della traduzione della traduzione di un post di un anonimo su un sito di commenti di un sito scandalistico?
  • - Scritto da: panda rossa

    > Lo hai sentito dire dalla sua viva voce, o hai
    > letto la traduzione della traduzione della
    > traduzione di un post di un anonimo su un sito di
    > commenti di un sito
    > scandalistico?


    L'ha detto lui sul suo profilo personale di Twitter.
    Non ha argomentato in modo tecnico, ma ha parlato di fondi tagliati (per via dei mafiosi delle transazioni che l'han tagliato fuori dai circuiti) e successivo finanziamento da uomini d'affari cinesi (lui comunque era già fuori).

    Per quel che mi riguarda il sito in sé non dovrebbe avere problemi perché il JS che codifica è tutto lato client e qualsiasi modifica o backdoor può essere trovata, se c'è.
    Discorso diverso son gli exe o le app fornite per i vari OS/device... non mi fiderei...

    Poi vabbè se uno clicca su un link trovato in rete, nell'url c'è anche la chiave del singolo file/folder.
    Quindi l'ISP può intercettarla (se navighi in HTTP) e in ogni caso, anche se navighi in HTTPS, Mega stesso può conoscerla visto che viene inviata come parte delle intestazioni HTTP.
    In pratica va inserito l'url in HTTPS e senza la chiave.
    La chiave viene a quel punto chiesta dal JS locale che è pulito e non la manda al server.
    non+autenticato
  • "Ma l'aereo per sorvolare l'Oceano è ancora lontano"... ma prima o poi arriva e con biglietto di sola andata!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > "Ma l'aereo per sorvolare l'Oceano è ancora
    > lontano"... ma prima o poi arriva e con biglietto
    > di sola
    > andata!

    E magari poi arriva anche un bel biglietto di ritorno con tante scuse e un cifrone immenso come rimborso per danni morali, materiali e biologici.

    Chissa'.

    Per adesso non e' arrivato proprio niente.
  • Buona domanda... ma credo che la notizia sia abbastanza vera.
    Anche se non mi spiego come sia possibile, vista la cifratura end2end.
    non+autenticato
  • Sono rincoglionito, volevo rispondere al post sottoPerplesso
    non+autenticato
  • Ho letto la notizia sulle news internazionali e ho scoperto alcune cose interessanti, fra cui:

    K.D ha raggiunto a novembre i requisiti per chiedere la cittadinanza Neozelandese, per ora e' sempre stato un cittadino ospite.

    Se ottiene la cittadinanza, il regime legale per l'estradizione e' previsto per soli due reati, uno e' l'imicidio e l'altro un tipo di reato finanziario grave (in questo momento non ricordo qual'e').

    Se quindi viene accolta la richiesta di cittadinanza, la sentenza automaticamente si annulla e bisogna fare un nuovo processo.
    non+autenticato
  • E visto quanto asservite alle major siano le autorità neozelandesi (ampiamente dimostrato finora proprio col caso dotcom) quando mai scontenteranno le major offrendo a quel tipo la cittadinanza, col rischio poi che le major smuovano i principali media che poi passeranno anni a dipingere la Nuova Zelanda come stato canaglia rifugio di ogni genere di delinquente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > "Ma l'aereo per sorvolare l'Oceano è ancora
    > lontano"...

    Magari meglio un passaggio in nave Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > "Ma l'aereo per sorvolare l'Oceano è ancora
    > lontano"... ma prima o poi arriva e con biglietto
    > di sola andata!

    e mentre sta volando per sbaglio da un F-22 che gli passa vicino parte un missile e.... l'hanno fatto a Ustica, lo possono rifare sul Pacifico
    non+autenticato