Alfonso Maruccia

Lenovo rinnova i ThinkPad al CES 2016

Il colosso cinese aggiorna la nota linea di sistemi portatili con nuovi processori, ultra-schermi, memoria in surplus e storage hi-end

« Indietro
Foto 1 di 8

Roma - Lenovo apre il CES di Las Vegas con l'intenzione di lasciarsi alle spalle le polemiche e gli scandali su bloatware insicuro e rootkit installati sui suoi prodotti, occupando il palco della fiera statunitense con una linea ThinkPad totalmente rinnovata nelle specifiche e nei componenti base. Il maggior produttore di PC al mondo dice di voler continuare offrire un'ampia scelta di acquisto ai potenziali clienti, proponendo le versioni riviste e corrette dei laptop professionali, gli ultrabook ultra-sottili, i tablet e i convertibili senza dimenticare i desktop all-in-one e i dispositivi accessori.

Buona parte delle novità del brand ThinkPad è ovviamente focalizzata sui sistemi portatili, per cui le parole d'ordine dello svecchiamento sono storage a stato solido su canali PCI Express e protocollo NVMe, risoluzione dello schermo minima in Full HD, CPU Intel Core di sesta generazione (Skylake) anche con funzionalità professionali (vPro) e quantitativi di memoria che vanno ben oltre l'offerta dei produttori concorrenti.

Parlando di laptop da lavoro, la linea ThinkPad T si rinnova con il modello T460 (refresh di T450) e un massimo di 24 Gigabyte di RAM, display 14" da 2560x1440, CPU fino a Core i7 con vPro, storage NVMe fino a 512 Megabyte, connettività LTE-A e GPU NVIDIA discreta opzionale.
ThinkPad T460 è disponibile anche in versione ultrasottile (T460s) e "power user" (T460p) con display IPS WQHD e un massimo di 32 Gigabyte di RAM. Specifiche leggermente superiori poi per il modello T560, con schermo da 15,6" e display IPS 2K.
La linea L della popolare marca di portatili è stata rinnovata al pari della T con i modelli L460 ed L560, con display anche qui da 14 o 15,6 pollici (Full HD) e processori fino a Core i7, 32 (L460) o 16 (L560) Gigabyte di RAM totali, GPU discreta AMD Radeon e prezzi inferiori di almeno 200 dollari (749 dollari e 779 dollari).

Oltre ai PC "Wintel" tradizionali, Lenovo ora offre anche un mini-laptop Internet-dipendente basato su Chrome OS: ThinkPad 13 è in sostanza un "ThinkPad" solo nel nome, con specifiche calmierate (CPU Core i5, 16GB di RAM, storage massimo da 512 GB) rispetto agli altri PC e la possibilità di montare alternativamente Windows 10 o l'OS "cloud" di Google; il corredo di porte cambia a seconda del sistema operativo scelto.

Lenovo ha poi rinnovato anche la linea X1 con un tablet, un convertibile, un laptop e un all-in-one desktop: ThinkPad X1 Tablet (12") offre la possibilità di alternare l'uso di tre diversi moduli "clip-on" con cinque ore di batteria aggiuntiva (sulle 10 ore della batteria integrata), un modulo con pico-proiettore e HDMI e uno con videocamera Intel RealSense; il convertibile ThinkPad X1 Yoga offre un'opzione con schermo OLED e storage SSD NVMe da 1 TB; il desktop AIO ThinkCentre X1 AIO offre uno schermo IPS Full HD da 24", fino a 16GB di RAM, storage da 1 TB.

La carrellata di Lenovo al CES si conclude infine con lo schermo ThinkVision X1 (4K o 3840x2160 pixel), un proiettore HD (ThinkPad Stack Mobile Projector), una stazione di ricarica wireless per smartphone (ThinkPad Stack Charging Station) e un paio di sistemi dedicati al settore BYOD (YOGA 900 Business Edition e MIIX 700 Business Edition).

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàLenovo scivola sul rootkitLa corporation cinese colta di nuovo a installare software indesiderato: questa volta agisce a livello di firmware, resistente a qualsiasi tentativo di formattazione e reinstallazione di Windows. Lenovo ha già ribattuto
  • BusinessLenovo e Razer per i desktop videoludiciLe due aziende annunciano una collaborazione focalizzata sull'offerta di prodotti per i giocatori su PC. Un mercato sempre più interessante dal punto di vista economico, a cui Lenovo non vuole rinunciare
  • BusinessLenovo, trimestre in rosso per un futuro più verdeLa corporation cinese presenta i risultati finanziari dell'ultimo trimestre, un periodo che si chiude in rosso a causa dei costi di ristrutturazione e degli smartphone rimasti invenduti. Il futuro? E' positivo, preconizza l'azienda
35 Commenti alla Notizia Lenovo rinnova i ThinkPad al CES 2016
Ordina
  • Mi permetto di ricordare che Lenovo e Razer sono compagni di merende.

    http://punto-informatico.it/4287064/PI/News/lenovo...

    Chi pratica lo zoppo ... di spada perisce!A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123

    > Chi pratica lo zoppo ... di spada perisce!A bocca aperta
    e chi pratica 123 pensa che basti cambiare brand per dormire tra due guanciali.... salvo sorprese..... (se sorprese si possono chiamare).
    Occhiolino
    non+autenticato
  • "Lenovo apre il CES di Las Vegas con l'intenzione di lasciarsi alle spalle le polemiche e gli scandali su bloatware insicuro e rootkit installati sui suoi prodotti"

    Gli utenti (sani di mente) aprono l' anno mettendosi alle spalle Lenovo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: levecchio
    > "Lenovo apre il CES di Las Vegas con l'intenzione
    > di lasciarsi alle spalle le polemiche e gli
    > scandali su bloatware insicuro e rootkit
    > installati sui suoi
    > prodotti"
    >
    > Gli utenti (sani di mente) aprono l' anno
    > mettendosi alle spalle
    > Lenovo.

    Mai più un lenovo.IndiavolatoIndiavolatoArrabbiatoArrabbiato
    non+autenticato
  • Se ti sta bene accattatillo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: levecchio
    > Se ti sta bene accattatillo.
    No un portatile(gli errori servono per il futuro)lenovo c'è lò già, e mi serve come promemoria a non comprarne mai più.

    ps. un consiglio per gli sfortunati possessori, disinstallate ogni tipo di software(bloatware)marcato lenovo. Almeno che non piaccia essere infilati ogni sorta di porcheria fuori dal vostro controllo.

    Uomo avvisato mezzo mazziato. hi hi hi!

    Io sono il fuddaro io fuddo :^() e vi dico no grazie! Accattatillo tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il fuddaro

    > ps. un consiglio per gli sfortunati possessori,
    > disinstallate ogni tipo di
    > software(bloatware)marcato lenovo. Almeno che non
    > piaccia essere infilati ogni sorta di porcheria
    > fuori dal vostro
    > controllo.

    E' un consiglio superfluo.
    Da sempre tutte le persone con piu' di un neurone, quando accattano un pc qualunque fanno due cose nel seguente ordine:
    1) brasano il sistema colapasta preinstallato
    2) installano una distro libera secondo i loro gusti

    Quindi qualunque bloat preinstallato svanisce col punto 1.

    Poi comunque, visti i precedenti, Lenovo finisce dritta nella lista dei marchi da evitare, subito sotto sony.
  • Quindi se ho capito bene i marchi da boicottare sono:

    -Dell
    -Lenovo
    -Razer
    -Sony

    Per quanto riguarda Dell non dimentichiamo il recentissimo caso:
    http://www.breitbart.com/tech/2015/11/24/dell-comp.../

    In salomonico ordine alfabetico A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Quindi se ho capito bene i marchi da boicottare
    > sono:
    >
    > -Dell
    > -Lenovo
    > -Razer
    > -Sony
    >
    > Per quanto riguarda Dell non dimentichiamo il
    > recentissimo
    > caso:
    > http://www.breitbart.com/tech/2015/11/24/dell-comp
    >
    > In salomonico ordine alfabetico A bocca aperta

    Temo che la lista si allunghera' in breve tempo.
  • Per l'elenco abbiamo a disposizione 7000 caratteri a post! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Per l'elenco abbiamo a disposizione 7000
    > caratteri a post!
    >A bocca aperta
    Bravo...
    E dopo che hai usato i 7000 caratteri chissà se ti renderai finalmente conto che sono sprecati dato che la assenza dall'elenco non ti da nessuna garanzia di sicurezza.
    Il punto non è il brand ma che sistema usi.
    Se usi Windoze non c'è speranza (con o senza elenco).
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: MaiSulPunto 123
    > - Scritto da: prova123
    > > Per l'elenco abbiamo a disposizione 7000
    > > caratteri a post!
    > >A bocca aperta
    > Bravo...
    > E dopo che hai usato i 7000 caratteri chissà se
    > ti renderai finalmente conto che sono sprecati
    > dato che la assenza dall'elenco non ti da nessuna
    > garanzia di
    > sicurezza.
    > Il punto non è il brand ma che sistema usi.
    > Se usi Windoze non c'è speranza (con o senza
    > elenco).
    > A bocca aperta

    Non che mi fidi chissà quanto neppure di UEFI, eh...
    Shiba
    3641
  • - Scritto da: Shiba

    > Non che mi fidi chissà quanto neppure di UEFI,
    > eh...
    E perchè dovresti?
    Se non ti fidi basta disabilitarlo è una tua scelta e di certo non è facendo affidamento su un elenco di brand (alla fine tutti i costruttori seguono l'aria che tira) che risolvi nessun problema.
    Occhiolino
    Ma il punto è (e resta) come il sistema che è installato lo USA o NON lo usa.
    Poi per carità... se ti bastano gli elenchini fai pure come più ti piace.
    non+autenticato