Alfonso Maruccia

Amazon, nuovi SoC in vendita

Una sussidiaria del colosso statunitense presenta nuovi processori pensati per i prodotti di rete, un'offerta evidentemente destinata a una clientela diversa rispetto all'utenza del portale di e-commerce

Roma - Annapurna Labs ha annunciato la disponibilità della tecnologia di processore Alpine, un SoC descritto come "platform-on-chip" dalla società - sussidiaria di Amazon - e indirizzato ai produttori OEM interessati a realizzare "servizi digitali di nuova generazione per gateway domestici, router WiFi e dispositivi NAS".

Acquisita da Amazon nel 2015 per 350 milioni di dollari, Annapurna Labs sfrutta le licenze ufficiali ARM per sviluppare SoC basati su architetture ARMv7 (32-bit) e ARMv8 (64-bit), tecnologia di processore ampiamente supportata sui sistemi operativi, le virtual machine e i tool di sviluppo open source (e non solo).

I chip di Annapurna (basati su CPU Cortex-A15 quad-core) sono già utilizzati in prodotti NAS disponibili sul mercato come D120-S3G di Gigabyte, ReadyNAS di Netgear e QNAP di Synology, mentre per quanto riguarda le qualità di Alpine la società parla di alte performance nello streaming video in Ultra HD, storage sicuro, applicazioni virtualizzate, cloud e via elencando.
In concreto i SoC Alpine supportano la connettività Ethernet a 10Gbps, le interconnessioni PCI Express 3, la RAM DDR4: i clienti ideali del nuovo sistema sono quei produttori impegnati nel mercato dello storage di rete con vocazione alla multimedialità, nei nuovi dispositivi della Internet delle Cose e scenari connessi.

Ai clienti interessati, Annapurna fornisce un kit di sviluppo hardware (HDK) per design basati su SoC Alpine con tanto di schematiche, layout dei circuiti, linee guida per i livelli termici e tutto quanto è necessario all'implementazione in hardware della piattaforma.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate