Claudio Tamburrino

Apple, denuncia per il feedback tattile

Immersion chiama in causa Apple per il presunto utilizzo illecito nei dispositivi che implementano 3D Touch e Force Touch di tecnologie per il feedback tattile rivendicate in tre brevetti

Roma - Immersion, azienda specializzata nella tecnologia touch screen ed in particolare del feedback touch, ha accusato alcuni modelli iPhone e iWatch prodotti da Apple e venduti da AT&T per la presunta violazone di tre suoi brevetti legati al touch screen.

Secondo l'accusa i dispositivi iPhone 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus, Watch, Watch Sport e Watch Edition violerebbero i suoi brevetti legati alla tecnologia del touch-screen che permette, tra l'altro, ai dispositivi di reagire agli imput selezionati dagli utenti con piccole vibrazioni: Immersion rivendica l'esclusiva su tali tecnologie in forza del brevetto 8,619,051, che tutela un "sistema di feedback tattile con effetti memorizzati" ed il brevetto 9,773,356 su un "apparato e metodo per fornire sensazioni tattili". Inoltre iPhone 6 è chiamato in causa anche per la presunta violazione del brevetto 8,659,571 relativo ad un "modello interattivo per feedback condivisi tra dispositivi mobile".

La storia di Immersion con la tecnologia dei feedback tattili, d'altra parte, risale al 1990 quando l'azirenda ha iniziato il suo lavoro di ricerca nel campo dei controller per video-game, arrivando oggi ad avere circa 2,100 titoli e domande brevettuali in tutto il mondo.
Per questo Immersion ha ora deciso di rivolgersi sia alla Corte distrettuale del Delaware sia all'International Trade Commission statunitense, l'autorità che vigila sul commercio e che avrà 30 giorni per decidere se aprire un'indagine sulla questione.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Apple, denuncia per il feedback tattile
Ordina