Luca Annunziata

Microsoft sistema i Surface

Un bug si trascinava da mesi sui dispositivi Book e Pro 4. Ora Redmond pare aver finalmente messo una pezza ai problemi di standby

Roma - Ci sono volute parecchie settimane, ma pare che finalmente Microsoft sia riuscita a rendere più stabili e performanti i suoi Surface di ultima generazione: praticamente dal lancio gli utenti avevano lamentato problemi soprattutto con la modalità di standby, poco efficace nel mantenere aggiornati e reattivi i dispositivi, ma ora pare che i tecnici di Redmond siano finalmente venuti a capo della questione.

Inizialmente la colpa era stata data ai driver della scheda video, che invero hanno dato qualche grattacapo a molti sistemi Windows 10 prima dei necessari aggiornamenti arrivati a ridosso del rilascio del nuovo sistema operativo: ma nonostante gli update arrivati da Intel per la GPU integrata nei processori Skylake, Surface Pro 4 e Surface Book hanno continuato a mostrare debolezze nella gestione del Connected Standby (S0ix), del WiFi e nella gestione degli schermi esterni UHD di grandi dimensioni.

Sembra che gli sviluppatori al lavoro sui Surface abbiano finalmente trovato il bandolo della matassa: l'ultimo aggiornamento rilasciato per le macchine in questione ha messo una pezza a questi bug, e giustamente la stampa d'Oltreoceano sottolinea che si tratta di un risultato significativo che tuttavia non cancella alcuni errori di comunicazione in cui Microsoft è inciampata nella gestione di questi difetti. Ars Technica si spinge fino a sottolineare come, essendo oggi Microsoft in capo della gestione sia dell'hardware che del software nel caso dei Surface, avrebbe potuto essere più incisiva e più trasparente nel gestire questo caso.
In ogni caso, parola di Panos Panay, ora tutto questo dovrebbe essere stato lasciato alle spalle. Per Surface Pro 4 e Surface Book ora si apre una seconda fase, durante la quale la stessa Microsoft promette ci saranno aggiornamenti costanti che ne perfezionino il funzionamento anche seguendo le richieste del pubblico.

Luca Annunziata