Claudio Tamburrino

USA, Segway vuole fermare gli hoverboard

La presunta rivoluzione dei mezzi per i brevi spostamenti passa per la proprietÓ intellettuale. Una nuova guerra brevettuale negli States?

Roma - La US International Trade Commission ha bandito le importazioni negli Stati Uniti degli hoverboard.

Su alcuni modelli di hoverboard in precedenza aveva espresso preoccupazioni la US Consumer Product Safety Commission a causa della tendenza al surriscaldamento di certe componenti che rischiano di causare incendi: la decisione della ITC si basa tuttavia sulla loro presunta violazione di brevetti detenuti da Segway, il sistema di locomozione basata sull'equilibrio dell'utente che lo utilizza.

Nella denuncia di Segway sono chiamate in causa 13 aziende, tra cui UPTECH, U.P. Technology, U.P. Robotics, FreeGo China, EcoBoomer e Roboscooters, tutte accusate di aver violato la sua proprietà intellettuale: Segway detiene oltre 400 brevetti legati tutti all'equilibrio delle tavole in movimento ed in particolare il brevetto 8830048, depositato nel 1999 ed ottenuto nell'aprile del 2013, relativo ad un sistema di controllo di un sistema di locomozione basato sulla posizione assunta dall'utente.
Secondo quanto riferisce ora ITC ogni azienda che intende importare hoverboard nel paese deve depositare in via cauzionale un corrispettivo pari al valore totale del dispositivo importato, almeno fino alla fine della causa che determinerà la violazione o meno da parte del dispositivo dei brevetti Segway; ha inoltre diffidato Ecoboomer, una delle aziende che già hanno importato hoverboard negli Stati Uniti, dal venderli.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia USA, Segway vuole fermare gli hoverboard
Ordina