Claudio Tamburrino

Miitomo, Nintendo si muove verso il mobile

La prima app di Nintendo è una sorta di social network che dovrebbe rappresentare il perno dell'ecosistema di applicazioni videoludiche in programma per il prossimo futuro

Roma - Nintendo ha lanciato ufficialmente Miitomo, l'app per smartphone e tablet che permette di comunicare con gli amici tramite avatar Mii e che dovrebbe rappresentare il punto di partenza della nuova piattaforma di videogiochi mobile della casa giapponese.


L'app era stata anticipata già alla fine dello scorso anno e sfrutterà il look degli omini utilizzati sulla Wii in una via di mezzo tra social network e chat: anche se non supporta la messaggistica in tempo reale in stile WhatsApp si tratta di una scelta ragionata, in quanto vuole offrire un ambiente distinto con una propria atmosfera in cui far chiacchierare gli utenti tramite avatar. Un'atmosfera certamente segnata dallo stile giapponese e arricchita da mini giochi che sentono l'influenza di DeNA, l'altra gaming company giapponese con cui ha collaborato Nintendo.

I Mii potranno essere personalizzati a partire dall'aspetto, la voce ed il carattere (inteso come il modo di muoversi ed interagire con lo spazio circostante), ma anche con oggetti e capi di vestiario che potranno essere acquistati sullo store interno con le monete Miitomo (acquistabili attraverso il sistema di pagamento di App Store o Google Play o usando Miitomo), oppure vinti tramite mini giochi come "Sgancia Mii", cui si può accedere tramite valuta Miitomo o ticket che ottenibili in vari modi tra cui bonus giornalieri.
Nintendo, in ogni caso, è in ritardo rispetto alla strategia recentemente intrapresa abbracciando il mobile: l'app era attesa, insieme all'annunciato servizio di videogiochi per smartphone, già a dicembre. Un ritardo considerato tra le principali cause di delusione per gli analisti al momento della presentazione della scorsa trimestrale.

Per il momento l'app è disponibile solo in Giappone e prossimamente farà il suo esordio negli Stati Uniti, anche se non è stata ancora rilasciata una data certa. In ogni caso l'attesa è soprattutto perché si tratta del perno nell'ecosistema di app di Nintendo che dovrebbe portare sui dispositivi mobile i suoi titoli di maggior successo entro i prossimi 12 mesi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaNintendo tra passato e futuroLa casa nipponica prepara la sua nuova console NX, apparentemente un ibrido salotto-mobile con specifiche hardware importanti. E mentre pensa al futuro, Nintendo festeggia i primi 30 anni del NES
  • BusinessNintendo, in attesa del mobileI risultati finanziari aggiornati confermano il trend positivo imboccato della giapponese. Ma il mercato aspettano la nuova strategia mobile, che partirà dai Mii
2 Commenti alla Notizia Miitomo, Nintendo si muove verso il mobile
Ordina
  • Dicono i commerciali a cinque stelle che il mercato è fatto da domanda/offerta e che un prodotto uscito fuori produzione dopo qualche anno è già obsoleto. Come si spiegano che il nintendo DS/DSi standard stravenduto (+163 milioni di pezzi) a circa 100 euro quando era in piena produzione ora viene venduto nuovo con un prezzo minimo 50/80 euro ed usato 50 euro quando si riescesce a trovarlo ?
    Le console antiche come gameboy e snes si trovano usati nei mercati dell'elettronica ad un prezzo tra i 30/50 euro, ma di DS/DSi non c'è l'ombra. Non lo trovano alquanto singolare per una console inflazionata e fuori produzione (l'ultima DSi) dal lontanissimo inizio 2011 ? Forse non vendono come in quel tempo perchè non ascoltano la domanda.
    IMHO questa app è una cagat* tipica giapponese come il pacinko che può avere fortuna solo in giappone e non è fatta per un ipotetico futuro ma solo per cercare di spingere la vendita delle attuali grigie console. Chiamiamola con il suo vero nome: uno spottone pubblicitario, niente di più.
    non+autenticato
  • Non diciamo eresia sulle console, perfavore. Un DS e DSi li trovi usati su internet, su vari siti, senza scomodare l'onnipresente ebay.

    http://www.ebay.com/sch/Nintendo-DS-Video-Game-Con...

    Il prezzo delle console vecchie varie poi a seconda delle loro condizioni. Poi le console nintendo hanno sempre avuto "regole a se" in tal senso.