Alfonso Maruccia

Apple pensa alle GPU PowerVR fatte in casa

Cupertino sarebbe interessata all'acquisizione del designer responsabile delle GPU integrate nei SoC di Apple a partire da iPhone 4. Un progetto apparentemente a lungo termine che sarebbe giÓ in via di realizzazione

Roma - Le solite fonti bene informate parlano di una Apple interessata ad acquisire Imagination Technologies, azienda britannica specializzata nella progettazione di chip e proprietaria del brand di GPU PowerVR. Lo stesso marchio, guarda caso, su cui Cupertino si è affidata per i co-processori grafici di iPhone, iPad e compagnia fin dai tempi dell'iPhone 4.

Apple e Imagination hanno da tempo allacciato una partnership piuttosto stretta, che include personalizzazioni spinte delle GPU PowerVR da integrare sui device di Cupertino ma anche una partecipazione azionaria di quest'ultima nelle quotazioni di Imagination.

Dal 2009 Apple detiene il 9,5 per cento di azioni dell'azienda britannica, ma nonostante la preclara fama di cotanto cliente Imagination ha problemi a far andare il business: i tentativi di diversificazione non hanno dato i frutti sperati, l'azienda è in fase di ristrutturazione e presto 350 impiegati perderanno il lavoro.
L'acquisizione del designer delle GPU di iPhone non sarebbe d'altronde in contrasto con le politiche recenti di Cupertino, che è già passata a farsi "in casa" i propri SoC a seguito dell'acquisizione di PA Semi nel 2008.

In una dichiarazione seguita alle indiscrezioni, Apple ha rilasciato una smentita che in realtà parrebbe confermare tutto: Cupertino ha avuto "alcuni colloqui" con Imagination per una eventuale acquisizione, ma per il momento non ci sono piani per "fare un'offerta" in merito.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàCosa cova nel chip di Apple di D. Galimberti - L'acquisizione di PA Semi, l'assunzione di Papermaster dall'IBM, di Drebin da AMD/ATI. Cupertino muove i suoi pezzi sulla scacchiera, in attesa di svelare le sue mosse
  • TecnologiaApple A9X: GPU custom, 16nm e niente cache L3Svelati alcuni dei misteri del SoC di iPad Pro, il nuovo tablet di Cupertino con ampio schermo e vocazione da gadget per professionisti. Particolarmente interessante la componente GPU, prodotta su misura per Apple