Alfonso Maruccia

Google e il machine learning sulle nuvole

Apertura (quasi) totale della piattaforma di intelligenza artificiale distribuita di Mountain View, uno strumento che sarà sempre più disponibile ai clienti grandi e piccoli. Il machine learning e il cloud sono il futuro, dice BigG

Roma - Google ha avviato un'importante transizione verso il "mainstream" per le proprie tecnologie di machine learning, strumenti e tecniche di intelligenza artificiale applicata già ampiamente usate all'interno della corporation e che saranno sempre più a disposizione di clienti e soggetti esterni. Perché il futuro, nel cloud, è la IA con machine learning. Parola di Eric Schmidt.

Nasce dunque Cloud Machine Learning (CML), una nuova piattaforma che Google dice essere alla base dei suoi servizi online più all'avanguardia come la ricerca delle immagini (Photo) o tra i dati vocali, Translate e la funzionalità Smart Reply di Inbox.

Già disponibile in versione di preview limitata, CML è composta da due parti distinte che si incaricano della creazione di nuovi modelli di machine learning a partire da dati esterni oppure di applicare modelli di IA già "addestrati" ai suddetti dati. I modelli preesistenti includono API come Cloud Vision e Cloud Speech, l'interfaccia di Mountain View per la conversione da audio a testo compatibile con più di 80 lingue diverse.
Nella visione di Google, aziende e sviluppatori dovrebbero usare i nuovi strumenti di CML per raccogliere i dati, processarli ed estrarre i nuovi modelli di IA basata su machine learning: tutto senza mai lasciare la piattaforma cloud di Mountain View, beninteso, che in certi casi offrirà un portale di accesso gratuito (vedi la suddetta API Cloud Speech) e poi presenterà il conto.

Dopotutto le intelligenze artificiali distribuite basate su machine learning sono il futuro di tutto, preconizza il presidente di Alphabet/Google Eric Schmidt, una tecnologia in gradi di fare le cose "meglio degli umani" che sarà alla base delle "cose enormi" in arrivo nel futuro.

Scendendo un attimo dalle nuvole delle previsioni di Schmidt, con CML Google intende espandere il proprio business telematico a discapito di una concorrenza onnipresente (AWS) e sempre più agguerrita (AWS): Mountain View vuole accaparrarsi nuovi clienti di alto profilo come Disney e Coca-Cola, e per farlo è ben disposta a investire risorse ingenti nella realizzazione di 12 nuovi data center (o regioni "cloud") in giro per il mondo entro la fine del 2017.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle Foto confeziona albumIl servizio promette una selezione automatica delle foto migliori, raggruppate in base a eventi, viaggi o persone familiari. Google mette a frutto le proprie tecnologie di machine learning
17 Commenti alla Notizia Google e il machine learning sulle nuvole
Ordina
  • Intanto in Romania l' ex ministro delle telecomunicazioni é stato sbattuto in cella per aver accettato mazzettoni da M$.

    http://www.balkaninsight.com/en/article/romania-ja...

    Signori vi perdete le notizie migliori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vuoto Zuccoso
    > Intanto in Romania l' ex ministro delle
    > telecomunicazioni é stato sbattuto in cella per
    > aver accettato mazzettoni da
    > M$.
    >
    > http://www.balkaninsight.com/en/article/romania-ja
    >
    > Signori vi perdete le notizie migliori.

    Ma l'hai letta? Questo tizio si è intascato lo sconto che Microsoft ha fatto alle scuole. Microsoft non c'entra nulla. Il tizio ha fatto pure la cresta sui computer.
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Vuoto Zuccoso
    > > Intanto in Romania l' ex ministro delle
    > > telecomunicazioni é stato sbattuto in cella
    > per
    > > aver accettato mazzettoni da
    > > M$.
    > >
    > >
    > http://www.balkaninsight.com/en/article/romania-ja
    > >
    > > Signori vi perdete le notizie migliori.
    >
    > Ma l'hai letta? Questo tizio si è intascato lo
    > sconto che Microsoft ha fatto alle scuole.
    > Microsoft non c'entra nulla. Il tizio ha fatto
    > pure la cresta sui
    > computer.

    Ah, no? M$ non c'entra nulla adesso?

    Secondo te per quale motivo questo tizio ha deciso di installare M$ nelle scuole e non invece una piu' consona E GRATUITA distro linux?

    Avrebbe potuto far installare linux e intascarsi il 100% dei costi di licenza e invece ha fatto installare M$ per intascarsi il 10%.


    Ah, gia', ma il costo delle licenze linux e' zero!
  • - Scritto da: panda rossa

    > Ah, no? M$ non c'entra nulla adesso?

    Fare un discorso razionale con te è impossibile per via delle tue convinzioni religiose.
    Che mi dici della cresta sui PC?
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Ah, no? M$ non c'entra nulla adesso?
    >
    > Fare un discorso razionale con te è impossibile
    > per via delle tue convinzioni
    > religiose.

    Cioe', scusa?
    M$ estorce soldi alla pubblica istruzione, che potrebbero essere destinati a qualcosa di piu' utile, e la colpa sarebbe mia che lo dico apertamente?

    > Che mi dici della cresta sui PC?
    Perche' cerchi di distoglire l'attenzione dal problema?
  • - Scritto da: panda rossa

    > > Che mi dici della cresta sui PC?
    > Perche' cerchi di distoglire l'attenzione dal
    > problema?

    L'articolo dice che dei funzionari governativi hanno fatto la cresta su dei prodotti IT. Se avessero utilizzato qualcos'altro avrebbero probabilmente trovato un'altro modo di fare la cresta. Infatti si parla di Microsoft (che tu da vero fanatico odi) e di Siemens-Nixdorf (che probabilmente non odi e quindi fai finta di non vedere).
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > > Che mi dici della cresta sui PC?
    > > Perche' cerchi di distoglire l'attenzione dal
    > > problema?
    >
    > L'articolo dice che dei funzionari governativi
    > hanno fatto la cresta su dei prodotti IT. Se
    > avessero utilizzato qualcos'altro avrebbero
    > probabilmente trovato un'altro modo di fare la
    > cresta. Infatti si parla di Microsoft (che tu da
    > vero fanatico odi) e di Siemens-Nixdorf (che
    > probabilmente non odi e quindi fai finta di non
    > vedere).

    Se M$ fornisse alle scuole licenze a titolo gratuito, questo qua non avrebbe potuto far la cresta alle licenze.

    Per quanto riguarda l'hardware, uno vale l'altro.
  • Ieri mi sono visto in live streaming quasi tutto il GCP Next 2016 di San Francisco.
    Vero, big G punta molto al machine learning (nel suo cloud). Pure troppo forse, non so.
    Sono state presentate tecnologie molto interessanti. belle le Vision API, bello BigQuery (non nuovo in effetti), belli kubernetes e stackdriver, quest'ultimo ti permette di amministrare VM sia GCP sia AWS.
    Sul fronte AI / Machine learning si è visto Tensorflow, mi sono perso negli scripts ma sembra promettere bene.
    Un botto di roba, tutto molto realistico pur sembrando spesso "America!!" forse anche grazie a delle demo fatte veramente bene. Sembrava tutto facile. Vedremo poi nel day by day.
    Per chi ha pazienza puo' valer la pena di rivederlo (oggi 24/03/2016 fanno il secondo live), googlate "GCP Next 2016".
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 marzo 2016 15.20
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 marzo 2016 15.24
    -----------------------------------------------------------
  • Per la parte di Machine Learning sono gli ultimi ad arrivare. Tutti gli altri grandi (Amazon AWS, IBM Bluemix e Microsoft Azure) offrono servizi dello stesso tipo da molto tempo oramai.
    Sul resto niente di particolare al momento.
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > Sul resto niente di particolare al momento.

    Quasi quasi;
    non+autenticato
  • youtube.com/watch?v=YohO5zoEu_w
    non+autenticato
  • Intanto apple vi ha scaricati in favore del cloud di google, sono 600M di dollari all' anno che vi hanno sfilato da sotto il naso.

    Googlare per credere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vuoto Zuccoso
    > Intanto apple vi ha scaricati in favore del cloud
    > di google, sono 600M di dollari all' anno che vi
    > hanno sfilato da sotto il
    > naso.

    Mah... io ho letto che stanno spostando delle cose (forse) da AWS sui loro data center (sarebbe anche ora sennà perchè li hanno costruiti). Nessuno conferma o smentisce comunque.
  • Personalmente ritengo pericoloso anchge solo andare a vedere il video.
    (così come solo avere un account google).
    questo è il futuro che vogliono loro, che è molto diverso da quello che dovrebbe essere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > Personalmente ritengo pericoloso anchge solo
    > andare a vedere il
    > video.
    > (così come solo avere un account google).
    > questo è il futuro che vogliono loro, che è molto
    > diverso da quello che dovrebbe
    > essere.

    Oramai l'oro del futuro è rivoltare come un calzino la vostra vita.
    Tutto viene fatto tramite BIG DATA, incrociando carte di credito(qualsiasi tipo), tessere fedeltà, buoni benzina, dati sanitari, vita nella rete.

    E per non farsi mancare proprio nulla, registrazioni nei vostri salotti, se non nelle vostre camere da letto, con le tanto moderne TV smart, o attrezzi IOT, e tutto viene fatto per il vostro bene!

    Ha senza dimenticarci del nostro vostro più fidato amico smartphone. Hasta luego amigos!Indiavolato

    Non è per il loro tornaconto, tutto viene fatto per il vostro bene,
    non+autenticato
  • Alla fine quello che conta è quello che fai e pensi nella vita "materiale", quello che passi alla "virtuale" puoi sceglierlo da te....vero o falso che vuoi!
    Come preferisci e/o come la tua coscienza ti consiglia....
    Ovvio che se la tua vita "virtuale" è paragagonabile a quella "materiale" sono xazzi...
    Occio che se la tua vita "virtuale" è lo specchio di quella "materiale" sei finito....
    non+autenticato
  • Quoto tutto.
    E penso che ci sia poco da fare, alla fine, facendo leva sui ragazzini che non possono comparare passato e presente (e avendo genitori stolti), faranno ciò che vogliono.
    Finché esisteranno le masse, esisteranno le massificazioni.
    E le masse sono nate da appena un secolo.
    Ci vediamo fra qualche millennio.
    non+autenticato