Gaia Bottà

Facebook Messenger, il futuro nel codice

L'applicazione di messaggistica potrebbe mediare le transazioni presso negozi fisici. Non è dato sapere se si porrà come concorrente o come partner di servizi come Apple Pay o Android Pay

Roma - Facebook Messenger, che il social network sta sviluppando come una piattaforma indipendente capace di integrare diversi servizi, potrebbe in futuro configurarsi anche come uno strumento per effettuare pagamenti presso negozi fisici e concorrere così nell'agone dei servizi che offrono la possibilità di effettuare transazioni a mezzo dispositivi mobile.

È stato The Information ad individuare nel codice dell'applicazione iOS dei riferimenti alla possibilità di "pagare direttamente in Messenger per dei prodotti" senza necessità di maneggiare denaro, potenzialmente in abbinamento a carte di credito e a carte prepagate autorizzando la transazione senza necessità di passare dal POS o potenzialmente associato a servizi come Apple Pay.

Il CEO Zuckerberg, nel mese di gennaio, aveva dichiarato di non essere interessato a configurare il proprio social network come un gestore di transazioni, ma non è evidentemente un caso che Facebook abbia affidato le redini di Messenger a David Marcus, ex presidente di PayPal.
L'applicazione di messaggistica già consente di trasferire denaro ad altri utenti e anche questa funzione era stata anticipata da avvistamenti nel codice dell'app, una manciata di mesi prima.
Fra gli altri indizi raccolti da The Information nel codice dell'applicazione ci sono riferimenti alla sincronizzazione con il calendario e la condivisione di elementi attinti da articoli, ma anche "conversazioni segrete", che potrebbero prevedere sistemi di cifratura o il semplice occultamento dai dispositivi.

Gaia Bottà
Notizie collegate