AMD lancia gli Opteron a basso consumo

Il chipmaker ha annunciato l'introduzione dei primi modelli di Opteron a medio e basso consumo e, nell'ugual tempo, ha martellato i prezzi degli Athlon XP. Intel ha invece scontato alcuni modelli di Celeron

Sunnyvale (USA) - Mentre Intel si prepara a svelare al mondo la tanto pompata tecnologia x86 a 64 bit con cui intende sfidare AMD, quest'ultima ha annunciato l'introduzione di alcuni nuovi modelli di Opteron a consumo ridotto.

I nuovi chip, indirizzati in modo particolare ai server blade, ai server rack con profilo 1U e alle workstation, saranno disponibili in due differenti versioni: a medio consumo (55 watt), distinti dal suffisso HE, e a basso consumo (30 watt), contrassegnati invece con il suffisso EE.

"Le aziende possono ora utilizzare all?interno dei propri data center sistemi a basso consumo che garantiscono, nel contempo, prestazioni elevate, affidabilità e la totale protezione degli investimenti", ha dichiarato Marty Seyer, vice president e general manager della Microprocessor Business Unit di AMD. "I nostri clienti hanno dimostrato chiaramente l?esigenza di disporre della tecnologia AMD64 per mantenere la competitività riducendo i costi operativi attraverso minori consumi. Oggi le aziende possono disporre come mai prima di una vasta gamma di soluzioni sia a 32 sia a 64 bit".
AMD sostiene che i nuovi Opteron a consumo ridotto offrono il miglior rapporto watt-prestazioni del mercato.

I nuovi modelli di Opteron sono sei: 846 HE, 840 EE, 246 HE, 240 EE, 146 HE e 140 EE. I modelli che condividono la prima cifra iniziale (indicante il numero di vie supportato) condividono anche lo stesso prezzo di fascia, rispettivamente di 1.514 dollari, 851 dollari e 733 dollari per ordini di 1.000 unità. I nuovi Opteron saranno effettivamente disponibili sul mercato a partire dal prossimo mese.

Negli scorsi giorni AMD ha ribassato il prezzo degli Athlon XP, mentre Intel ha ritoccato quello dei Celeron.

Il taglio più consistente applicato da AMD riguarda l'Athlon XP 2800+ Mobile Desktop Replacement (DTP), scontato del 34,1%: gli altri modelli, sia mobili che desktop, sono scesi in media di una percentuale compresa fra il 10 e il 15%. I nuovi prezzi all'ingrosso si trovano qui.

Il prezzo dei Celeron a 2,5 GHz, 2,4 GHz e 2,2 GHz è stato ridotto da Intel di un fattore compreso fra il 10 e il 16%.
TAG: hw
18 Commenti alla Notizia AMD lancia gli Opteron a basso consumo
Ordina
  • Uhm... dal loro sito ( http://www.amd.com/us-en/Processors/ProductInforma... ) parrebbe che la versione da 30W giri a 1.4 GHz e la versione da 55W a 2.0 GHz.
    Ora proprio ieri IBM ha annunciato che il PPC 970 FX dissipa 50W 2.5 GHz, 24.5W a 2.GHz e meno di 20W a frequenze sotto i 2GHz ( circa 15W a 1.6GHz )
    Del resto il PPC 970 FX usa sia la tecnologia a 90nm, che il SOI che lo strained silicon.
    Quindi la frase "AMD sostiene che i nuovi Opteron a consumo ridotto offrono il miglior rapporto watt-prestazioni del mercato." va presa un po' con le pinze.
    Che un opteron a 1.4GHz sia più veloce di un 970 a 2.0GHz proprio non ci credo. Passi che ha il controller della ram integrato (ulteriore risparmio di energia) ma 600Mhz di differenza sono troppi, contando tutto il lavoro che il chip deve fare per tradurre quella porcheria di ISA x86 in microcodice risc.
    Se invece si riferivano solo al mondo x86, bhe allora vista la friggitrice di casa intel (prescott), hanno proprio ragione! Che combina Intel? Pare il loro processore consumi 40W in IDLE!!!
    non+autenticato
  • non ci ho capito una mazza!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non ci ho capito una mazza!

    Opteron
    30W giri a 1.4 GHz e la versione da 55W a 2.0 GHz

    PPC 970 FX
    consuma 50W alla velocità di 2.5 GHz
    24.5W a 2.GHz
    20W a frequenze sotto i 2GHz ( circa 15W a 1.6GHz )

    adesso é più chiaro?... "AMD sostiene che i nuovi Opteron a consumo ridotto offrono il miglior rapporto watt-prestazioni del mercato"

    miglior rapporto watt-prestazioni del mercato X86 può essere ma non confronto il nuovo IBM PPC970FX.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > non ci ho capito una mazza!
    >
    > Opteron
    > 30W giri a 1.4 GHz e la versione da 55W a
    > 2.0 GHz

    Ordinabili ora con consegna a 30 giorni.
    Quindi si tratta di cpu realizzate
    con l'attuale tecnologia di processo 130 nanometri SOI
    (Silicon On Insulator) sviluppata da IBM
    ma usata anche da AMD.

    > PPC 970 FX
    > consuma 50W alla velocità di 2.5 GHz
    > 24.5W a 2.GHz
    > 20W a frequenze sotto i 2GHz ( circa 15W a
    > 1.6GHz )

    Non ancora in commercio, realizzate
    con tecnologia di processo 90 nanometri SSOI
    (Strained Silicon On Insulator).
    Tieni presente che anche AMD dovrebbe
    passare allo stesso processo per i nuovi
    chip con tecnologia di processo a 90 nanometri.

    > adesso é più chiaro?... "AMD
    > sostiene che i nuovi Opteron a consumo
    > ridotto offrono il miglior rapporto
    > watt-prestazioni del mercato"
    >
    > miglior rapporto watt-prestazioni del
    > mercato X86 può essere ma non
    > confronto il nuovo IBM PPC970FX.

    Probabilmente anche usando i 90 nm SSOI
    i K8 consumeranno di piu dei PPC970FX
    ma saranno molto piu vicini ad essi di quanto
    non lo siano ora.
    non+autenticato
  • > Ordinabili ora con consegna a 30 giorni.
    > Quindi si tratta di cpu realizzate
    > con l'attuale tecnologia di processo 130
    > nanometri SOI
    > (Silicon On Insulator) sviluppata da IBM
    > ma usata anche da AMD.
    >
    > > PPC 970 FX
    > > consuma 50W alla velocità di 2.5
    > GHz
    > > 24.5W a 2.GHz
    > > 20W a frequenze sotto i 2GHz ( circa
    > 15W a
    > > 1.6GHz )
    >
    > Non ancora in commercio, realizzate
    > con tecnologia di processo 90 nanometri SSOI
    > (Strained Silicon On Insulator).

    Ordinabili, ordinabilissimi, stanno negli xserver della apple che sono in spedizione per marzo.

    > Tieni presente che anche AMD dovrebbe
    > passare allo stesso processo per i nuovi
    > chip con tecnologia di processo a 90
    > nanometri.

    Si ma quando? E' vero che però si appoggiano a IBM per il loro design, ma bisogna vedere se la loro fabbrica di Dresden è pronta per il 90nm + SSOI

    > Probabilmente anche usando i 90 nm SSOI
    > i K8 consumeranno di piu dei PPC970FX
    > ma saranno molto piu vicini ad essi di quanto
    > non lo siano ora.

    Non solo saranno più vicini, ma anche guadagneranno in frequenza. Ma quando però? I PPC 970 FX sono già in produzione e il primo prodotto basato su di esso arriverà nei negozi per marzo.
    non+autenticato
  • > Non solo saranno più vicini, ma anche
    > guadagneranno in frequenza. Ma quando
    > però? I PPC 970 FX sono già in
    > produzione e il primo prodotto basato su di
    > esso arriverà nei negozi per marzo.

    Ma chi se ne frega...
    a meno che non abbiate una render-farm 3d o facciate uso folle di effetti in montaggio video professionale, chi avra' urgenza di questo upgrade ?

    Voglio dire:
    e' interessante far capire queste cose. Ma ti invitano a cambiare computer ogni 3 mesi...e per esempio ancora non si sono attrezzati per il recupero dei metalli nobili presenti nei chip....che vengono tranquillamente buttati in discarica.
    A chi serve questa corsa isterica verso la potenza ei Ghz ?
    A noi che ci lavoriamo professionalmente o che usiamo il pc per "svago"...o a loro e alle loro azioni in borsa ?

    Io, da designer, ho sempre necessita' di un ottimo monitor. Ma i software di grafica girano benissimo gia' con un athlon 2 ghz. e 512Mb di ram.
    Tecnologia vecchia, dissipazione, ventole e tutto....

    e quando ho cominciato con il 486 mi sembrava una figata pazzescaOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma chi se ne frega...
    > a meno che non abbiate una render-farm 3d o
    > facciate uso folle di effetti in montaggio
    > video professionale, chi avra' urgenza di
    > questo upgrade ?
    >
    > Voglio dire:
    > e' interessante far capire queste cose. Ma
    > ti invitano a cambiare computer ogni 3
    > mesi...e per esempio ancora non si sono
    > attrezzati per il recupero dei metalli
    > nobili presenti nei chip....che vengono
    > tranquillamente buttati in discarica.
    > A chi serve questa corsa isterica verso la
    > potenza ei Ghz ?
    > A noi che ci lavoriamo professionalmente o
    > che usiamo il pc per "svago"...o a loro e
    > alle loro azioni in borsa ?
    >
    > Io, da designer, ho sempre necessita' di un
    > ottimo monitor. Ma i software di grafica
    > girano benissimo gia' con un athlon 2 ghz. e
    > 512Mb di ram.
    > Tecnologia vecchia, dissipazione, ventole e
    > tutto....
    >
    > e quando ho cominciato con il 486 mi
    > sembrava una figata pazzescaOcchiolino

    concordo pienamente, senza contare che una volta dicevano "il mac è più lento ma funziona meglio" oggi devono far fronte agli innumerevoli problemi di OSX e dicono "i G5 mangiano gli X86" paradossale
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > concordo pienamente, senza contare che una
    > volta dicevano "il mac è più
    > lento ma funziona meglio" oggi devono far
    > fronte agli innumerevoli problemi di OSX e
    > dicono "i G5 mangiano gli X86" paradossale

    innumerevoli problemi di OSX? per esempio????

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > concordo pienamente, senza contare che una
    > volta dicevano "il mac è più
    > lento ma funziona meglio" oggi devono far
    > fronte agli innumerevoli problemi di OSX e
    > dicono "i G5 mangiano gli X86" paradossale

    L'unica cosa veramente paradossale é il solito commento da winuser che non capisce l'argomento trattato.

    Consumi...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Ma chi se ne frega...
    > a meno che non abbiate una render-farm 3d o
    > facciate uso folle di effetti in montaggio
    > video professionale, chi avra' urgenza di
    > questo upgrade ?

    chi lavora con programmi di un certo tipo...
    forse molti di noi lavorano con il video e audio? mah pensaci.

    > Voglio dire:
    > e' interessante far capire queste cose. Ma
    > ti invitano a cambiare computer ogni 3
    > mesi...e per esempio ancora non si sono
    > attrezzati per il recupero dei metalli
    > nobili presenti nei chip....che vengono
    > tranquillamente buttati in discarica.
    > A chi serve questa corsa isterica verso la
    > potenza ei Ghz ?

    vallo a spiegare ad Intel che é lei che prende per i fondelli i suoi clienti con la corsa al GHZ....
    IBM con il PPC970FX ha curato molto la dissipazione (consumo) e non il ghz.

    > A noi che ci lavoriamo professionalmente o
    > che usiamo il pc per "svago"...o a loro e
    > alle loro azioni in borsa ?

    tutti e due.

    > Io, da designer, ho sempre necessita' di un
    > ottimo monitor. Ma i software di grafica
    > girano benissimo gia' con un athlon 2 ghz. e
    > 512Mb di ram.
    > Tecnologia vecchia, dissipazione, ventole e
    > tutto....

    girano bene anche su una macchina a 1 ghz...
    qui si parla di consumi energetici...

    > e quando ho cominciato con il 486 mi
    > sembrava una figata pazzescaOcchiolino

    e un bel chi se frega...
    tanto per riprendere il tuo commento iniziale.
    non+autenticato

  • > girano bene anche su una macchina a 1 ghz...
    > qui si parla di consumi energetici...

    si bravo...
    consumi energetici.

    questo e' marketing.

    butta via i depliants...
    sveglia!
    non+autenticato
  • Fan LinuxFan Linux        Fan Linux               Fan Linux   Fan LinuxFan LinuxFan Linux
    Fan Linux         Fan Linux   Fan LinuxFan Linux     Fan LinuxFan Linux   Fan Linux         Fan Linux
    Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux   Fan Linux     Fan Linux     Fan Linux   Fan Linux         Fan Linux
    Fan Linux         Fan Linux   Fan Linux               Fan Linux   Fan Linux         Fan Linux
    Fan Linux         Fan Linux   Fan Linux               Fan Linux   Fan LinuxFan LinuxFan Linux

    and linux, contro il monopolio WinTel

    Fan Linux
    non+autenticato
  • Pedalare.
    non+autenticato