IBM firma il computer più potente d'Europa

Si trova in Germania

Roma - IBM ha attivato presso il centro di ricerca di Juelich, in Germania, il più potente supercomputer d'Europa.

Capace di fornire prestazioni pari a 8,9 teraflops, o 8.900 miliardi di operazioni al secondo, il primo compito del sistemone di Big Blue sarà quella di calcolare la diffusione di materiali nocivi nel suolo.

Il supercomputer, in grado di operare ad una velocità quasi doppia rispetto al precedente supercomputer più veloce d'Europa, verrà utilizzato da scienziati di varie discipline che studiano l'energia compatibile con l'ambiente, gli effetti dell'inquinamento nel suolo e nell'aria e i cambiamenti climatici.
TAG: hw
1 Commenti alla Notizia IBM firma il computer più potente d'Europa
Ordina