Luca Annunziata

Netflix mette un tetto allo streaming

Nuove funzioni nelle app mobile. Per avere pių riguardi nei confronti della banda, e non sprecare giga preziosi

Roma - L'ultimo aggiornamento delle versioni Android e iOS dell'app di Netflix porta in dote una novità: l'ha anticipata l'azienda californiana sul proprio blog ufficiale, e riguarda la possibilità di ridurre il consumo di dati durante la riproduzione dei video mentre si è connessi alla rete mobile. Un meccanismo volto a preservare i preziosi byte che costituiscono il monte dati che gli operatori vendono agli utenti a caro prezzo, e che questi video consumano rapidamente.

Il meccanismo implementato da Netflix è piuttosto semplice: entrando tra le opzioni delle versioni rilasciate nella notte delle sue app si può optare per una regolazione automatica, ovvero quella che seleziona dei parametri adattativi che l'azienda stima in circa 1GB per ogni 3 ore di visione; si può disattivare completamente lo streaming a meno di trovarsi sotto copertura WiFi; oppure si può optare per consumo basso (4 ore per GB), medio (2 ore per GB) o ancora alto (1 ora, 1GB).

Naturalmente la qualità dell'immagine cambia a seconda della regolazione scelta: più banda si consuma, più alta sarà la qualità dei filmati scaricati. La stessa Netflix è consapevole che raramente il traffico a disposizione è infinito, e costa caro, e per questo offre la possibilità di effettuare queste regolazioni: per chi invece fosse così fortunato da non avere tetti di alcun genere c'è anche una opzione "illimitato" che garantisce sempre la migliore qualità possibile (compatibilmente con la velocità di connessione mobile), che può arrivare a consumare 1GB di traffico per 20 minuti di video.
Il lavoro di Netflix in questo caso si salda ad altre iniziative dell'azienda: a dicembre era stato fatto un annuncio riguardo il nuovo metodo di compressione dei flussi video adottato, che garantisce qualità e risoluzioni superiori con un consumo di banda inferiore. Unendo questo al nuovo tetto da impostare nell'app, l'azienda di Los Gatos punta a garantire sempre la migliore esperienza utente possibile ai suoi clienti: restare leader di questo mercato in perenne evoluzione è un compito che si sta rivelando arduo.

Luca Annunziata
5 Commenti alla Notizia Netflix mette un tetto allo streaming
Ordina
  • in locale non ci sono problemi nè di qualità nè di quantità di dati scaricati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > in locale non ci sono problemi nè di qualità nè
    > di quantità di dati
    > scaricati.

    Mi dispiace darti una delusione, ma con il passare del tempo arriveranno, eccome se arriveranno.Occhiolino
    non+autenticato
  • Arriveranno certo, ma lo streaming oggi c'è e domani non c'è più.
    Basta guardare quanti video vengono periodicamente cancellati da yt e compagni.

    Questo è sempre stato lo svantaggio più grande dello streaming, e nessuno aumento di banda o miglioramento degli algoritmi di compressione potrà mai salvare lo streaming da questo suo intrinseco tallone d'achille.
    non+autenticato
  • - Scritto da: hhh
    > Arriveranno certo, ma lo streaming oggi c'è e
    > domani non c'è
    > più.
    > Basta guardare quanti video vengono
    > periodicamente cancellati da yt e
    > compagni.
    >
    > Questo è sempre stato lo svantaggio più grande
    > dello streaming, e nessuno aumento di banda o
    > miglioramento degli algoritmi di compressione
    > potrà mai salvare lo streaming da questo suo
    > intrinseco tallone
    > d'achille.

    Personalmente ho risolto in questa maniera: quando mi interessa quello che vedo, lo scarico e via, lo rivedo quando mi va di rivederlo.Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: hhh

    > potrà mai salvare lo streaming da questo suo
    > intrinseco tallone
    > d'achille.

    che è anche la salvezza per lo spazio occupato inutilmente su disco da contenuti che scarichiamo per poi vedere e che rimangano lì visti (quando va bene) una volta sola o 2
    non+autenticato