In Danimarca il passaporto biometrico

Lo strumento che presto si diffonderà in mezzo mondo, Europa compresa, troverà le prime applicazioni in Danimarca, dove ne è stata appena lanciata la produzione. Ma è solo il primo passo di una rivoluzione

Roma - Un passaporto biometrico, capace cioè di contenere non solo tutti i dati personali dell'intestatario ma anche i riferimenti digitali di alcune sue peculiari caratteristiche fisiche, è quanto si appresta a produrre in tre milioni di esemplari la società finlandese Setec.

E' infatti Setec ad essersi aggiudicata la gara indetta dal governo danese che intende realizzare al più presto quanto previsto dalla International Civil Aviation Organization (ICAO) e richiesto anche dalle autorità federali degli Stati Uniti. Un obiettivo che qualcuno interpreta come il primo passo della rivoluzione biometrica.

Il prodotto finale punterà sulla sicurezza, sulla durabilità e sulla possibilità di essere letto da una pluralità di macchine, hardware che verrà via via installato negli aeroporti e più in generale nelle stazioni di frontiera, naturalmente non solo in Danimarca. Nel passaporto viene integrato un chip che contiene le informazioni biometriche. La prima funzionalità biometrica prevista è il riconoscimento della geometria del volto ma, evidentemente, sono diverse le opzioni di identificazione possibili, dalle impronte digitali alla scansione dell'iride.
Setec produrrà sia il software per la gestione del chip sia le pagine del passaporto in policarbonato. Secondo i boss dell'azienda entro pochi anni la maggioranza dei passaporti sarà dotata del nuovo chip. Questo si deve anche al fatto che molti paesi europei, tanto per le richieste di ICAO e USA quanto per una generale attenzione alla questione del terrorismo, stanno lavorando a progetti di passaporto biometrico.

Va detto che i sistemi biometrici proprio in ambito aeroportuale stanno conoscendo un autentico boom. Basti considerare il recentissimo varo dei primi scanner dell'iride già installati nell'aerostazione di Francoforte, in Germania. Negli USA una rete di controllo biometrico da 7 miliardi di dollari è al centro di un progetto per il controllo di chi giunge sul suolo americano.
TAG: mondo
28 Commenti alla Notizia In Danimarca il passaporto biometrico
Ordina
  • ti caveranno anche un occhioTriste

    Baaaahh!!!! perche' non farci un bel marchio a fuoco da piccoli? come fanno per le vacche cosi' si riconosce al volo chi e' il padrone?
    non+autenticato
  • Sono le scuse con cui lo stato(capitalista, pseudocialista, feudale, teocratico) fa accettare repressione e controllo

    come si fa?
    1 Si Crea un Nemico Pubblico Coi Media
    cioe si fanno servizi giornalistici su ipotetiche emergenze(terrorismo,pedofilia, criminalita straniera, babycriminali ecc) parlandone molto evitando eventuali paragoni con gli anni passati .

    2 si gonfia il fenomeno e la reale pericolosita di questo(avviene ora con gli anarcoinsurrezionalisti)

    3 si evita di parlare di soluzioni preventive(sulla pedofilia o la babycriminalita l'educazione dei bambini)specie se significa andare cotro certi interessi

    4 se lo Stato ha avuto rapporti col nemico (caso terrorismo gli appoggi USA a Bin Laden nella guerra contro l'URSS e nella lotta tra fazioni dopo la guerra)non se ne parla si accusa chi ne parla di dietrologia e disfattismo

    5 si inizia con la retorica del :"se sei onesto non devi aver paura dei controlli"(vorrei vedere se il principio valesse per ogni lira spesa da lorsignori d'altronde se non evadono..)

    6 chi si oppone al controllo viene indicato come potenziale criminale e pericolo

    ora che hai impiantato controllo con buone operazioni ideologiche e di consenso che ne fai?
    Controlliamo gli oppositori politici piu radicali?controlliamo tutto cio che fanno/dicono per meglio infiltrare provocatori?
    son paranoico? le Pantere Nere subirono questa repressione nell'ambito dell'operazione COINTELPRO

  • E' un discorso che fila, purtroppo. E mi sembra che molti siano d'accordo.

    Ma e' difficile contrastare i media, il background fasullo che giorno dopo giorno creano con un'informazione che e' come minimo parziale.
    Subiamo in molti ogni giorno la televisione (a proposito di Sandino, mi ha colpito il caso del Nicaragua che, boicottato e ridotto alla fame http://www.thirdworldtraveler.com/Blum/Nicaragua_K... , si sta trasformando in una popolazione di teledipendenti).




    - Scritto da: Sandino
    > Sono le scuse con cui lo stato(capitalista,
    > pseudocialista, feudale, teocratico) fa
    > accettare repressione e controllo
    >
    > come si fa?
    > 1 Si Crea un Nemico Pubblico Coi Media
    > cioe si fanno servizi giornalistici su
    > ipotetiche emergenze(terrorismo,pedofilia,
    > criminalita straniera, babycriminali ecc)
    > parlandone molto evitando eventuali paragoni
    > con gli anni passati .
    >
    > 2 si gonfia il fenomeno e la reale
    > pericolosita di questo(avviene ora con gli
    > anarcoinsurrezionalisti)
    >
    > 3 si evita di parlare di soluzioni
    > preventive(sulla pedofilia o la
    > babycriminalita l'educazione dei
    > bambini)specie se significa andare cotro
    > certi interessi
    >
    > 4 se lo Stato ha avuto rapporti col nemico
    > (caso terrorismo gli appoggi USA a Bin Laden
    > nella guerra contro l'URSS e nella lotta tra
    > fazioni dopo la guerra)non se ne parla si
    > accusa chi ne parla di dietrologia e
    > disfattismo
    >
    > 5 si inizia con la retorica del :"se sei
    > onesto non devi aver paura dei
    > controlli"(vorrei vedere se il principio
    > valesse per ogni lira spesa da lorsignori
    > d'altronde se non evadono..)
    >
    > 6 chi si oppone al controllo viene indicato
    > come potenziale criminale e pericolo
    >
    > ora che hai impiantato controllo con buone
    > operazioni ideologiche e di consenso che ne
    > fai?
    > Controlliamo gli oppositori politici piu
    > radicali?controlliamo tutto cio che
    > fanno/dicono per meglio infiltrare
    > provocatori?
    > son paranoico? le Pantere Nere subirono
    > questa repressione nell'ambito
    > dell'operazione COINTELPRO
    >
    non+autenticato
  • Ciao a Tutti,
    fose questa notizia secca a molte persone, ma sono convinto che tutte quelle persone che viaggiano tanto in Aereo, la ritengano una notizia favolosa.
    Io stesso, che in Aereo ci viaggio abbastanza, garantisco che sono contento, quando vedo che prima di salire in Aereo, spogliano tutti i passeggeri e controllano ogni cosa ai RaggiX (Questo per ora mi e` capitato solo un paio di volte in America) e naturalmente non mancano di provare in tua presenza tutti i dispositivi elettronici come Cellulari, Computer, VideoCamere... (Questo invece mi e` sempre capitato quando parto dagli USA)
    Vi garantisco, che dopo aver subito, come tutti gli altri passeggeri, un controllo simile, viaggio piu` tranquillo.
    Ho avuto un'esperienza un anno di un Islamico che in Aereo si e` messo a pregare e bloccare le Hostess per poter stare inginocchiato per tutto il viaggio tra Venezia e Roma a fare quel che voleva fare, urlando le sue preghiere e quant'altro (Forse qualcuno che c'era in quell'aAereo si ricordera` indubbiamente come il tizio in questione non esito` a mandare pi`u volte a quel pese assistenti di volo e capitano stesso).
    Io vi giuro che in quell'occasione, io, come anche altri, ce la stavamo facendo sotto, perche` di sto qua non si capiva nulla di quel che diceva, tranne che se l'Aereo cadeva noi andavamo all'inferno e lui in paradiso con Allah, eravamo preoccupati che quello si facesse saltare in Aria, se poi Vi dico che questo fatto avvenne pochi mesi prima degli attentati, e` tutta una.
    Io preferisco e sono contento, quando vedo che ci controllano da cima a fondo, addirittura toccandomi le palle (natralmente con guanti) per essere sicuro che non abbia nulla nelle mutande.
    Puo` dare fastidio, ma ci fa volare tutti piu` tranquilli.
    Piu` controlli fanno, piu` sono contento.
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    , quando vedo
    > che ci controllano da cima a fondo,
    > addirittura toccandomi le palle (natralmente
    > con guanti) per essere sicuro che non abbia
    > nulla nelle mutande.

    bhe.. con i guanti... allora ok, perchè se era senza mi toccava andare in nave... uauauau
    non+autenticato
  • > (Forse qualcuno che c'era in quell'aAereo si
    > ricordera` indubbiamente come il tizio in
    > questione non esito` a mandare pi`u volte a
    > quel pese assistenti di volo e capitano
    > stesso).
    io aprivo la porta e lo buttavo giu in mutande
    questa cosa si applicava a qualsiasi imbecille di qualsiasi razza
    per lo meno ci liberiamo di cretini cosi
    quindi
    non+autenticato
  • Dite pure quel che volete ma preferisco avere un passaporto che mi identifica con sicurezza piuttosto che rimanere per un ora in aeroporto in USA all'arrivo, passando 4 controlli successivi, e rischiando in ognuno di essi di essere respinto, di dovermi reimbarcare subito. E tutto per un dubbio di identificazione magari, un semplice sospetto.

    Oppure il caso di una amica e del suo ragazzo, trattenuti a parte per ulteriori accertamenti probabilmente perche lei bionda naturale, lui con gli occhi azzurri non rientravano nella fisionomia degli italiani tipici (almeno come ci credono all'estero!).

    E che dire di una collega che nonostante un visto regolare ha rischiato un anno fa di non entrare?

    Bene, la stessa persona quest'anno e' entrata senza problemi ... ma questa volta non avevano dubbi su chi fosse, al rilascio del visto uno scanner le ha preso le impronte, ed in aeroporto un secondo scanner l'ha identificata con sicurezza!

    Percio' ben vengano i sistemi biometrici, impronte, retine, DNA, in particolare quest'ultimo potrebbe farci dire addio ai documenti una volta per tutte!

    PS) Per chi suggeriva un chip sottopelle, beh viene gia' utilizzato per gli animali, ma e' una comodita', come i chip RFID, piu' che una sicurezza, troppo facile la sostituzione ... meglio la biometria.

    SSN
    non+autenticato
  • Per un'ora in aeroporto? Ma stai scherzando bello?
    In TV e su tutti i giornali sono state riportate le dichiarazioni secondo cui per i nuovi controlli di sicurezza (foto, impronte) non ci vogliono piu' di 15 secondi.

    Allora ti domando: stai scrivendo *notizie false* oppure le dichiarazioni dei media erano false?

    Ma fammi il piacere....

    Perche' invece non schediamo solo i volontari come te (che si faranno solo 1 secondo di coda in aeroporto) e invece lasciamo gli altri farsi i 15 secondi (o un'ora, non m'importa) di coda?



    - Scritto da: Anonimo
    > Dite pure quel che volete ma preferisco
    > avere un passaporto che mi identifica con
    > sicurezza piuttosto che rimanere per un ora
    > in aeroporto in USA all'arrivo, passando 4
    > controlli successivi, e rischiando in ognuno
    > di essi di essere respinto, di dovermi
    > reimbarcare subito. E tutto per un dubbio di
    > identificazione magari, un semplice
    > sospetto.
    >
    > Oppure il caso di una amica e del suo
    > ragazzo, trattenuti a parte per ulteriori
    > accertamenti probabilmente perche lei bionda
    > naturale, lui con gli occhi azzurri non
    > rientravano nella fisionomia degli italiani
    > tipici (almeno come ci credono all'estero!).
    >
    > E che dire di una collega che nonostante un
    > visto regolare ha rischiato un anno fa di
    > non entrare?
    >
    > Bene, la stessa persona quest'anno e'
    > entrata senza problemi ... ma questa volta
    > non avevano dubbi su chi fosse, al rilascio
    > del visto uno scanner le ha preso le
    > impronte, ed in aeroporto un secondo scanner
    > l'ha identificata con sicurezza!
    >
    > Percio' ben vengano i sistemi biometrici,
    > impronte, retine, DNA, in particolare
    > quest'ultimo potrebbe farci dire addio ai
    > documenti una volta per tutte!
    >
    > PS) Per chi suggeriva un chip sottopelle,
    > beh viene gia' utilizzato per gli animali,
    > ma e' una comodita', come i chip RFID, piu'
    > che una sicurezza, troppo facile la
    > sostituzione ... meglio la biometria.
    >
    > SSN
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Per un'ora in aeroporto? Ma stai scherzando
    > bello?
    > In TV e su tutti i giornali sono state
    > riportate le dichiarazioni secondo cui per i
    > nuovi controlli di sicurezza (foto,
    > impronte) non ci vogliono piu' di 15
    > secondi.
    >
    > Allora ti domando: stai scrivendo *notizie
    > false* oppure le dichiarazioni dei media
    > erano false?
    >
    > Ma fammi il piacere....

    Non si capisce assolutamente il senso del tuo post ...

    Ho detto che l'anno scorso ... una volta sceso dall'aereo in USA, e nonostante avessi il nuovo passaporto a lettura ottica (necessario da ottobre 2003 a meno di non farsi un visto in consolato USA) ci ho messo veramente parecchio ad uscire dall'aeroporto!

    Un controllo passaporto dopo averci diviso in americani e non-americani, un secondo controllo di passaporto e carte di imbarco, un terzo controllo passaporto con ufficiale che dopo aver controllato con luce di wood o UV o quello che era la foto sul passaporto (molto recente tra l'altro), ha voluto la patente, poi ha voluto la carta di identita' europea, poi le carte di imbarco e i biglietti di ritorno. Infine un ultimo controllo doganale in cui di nuovo e' stato controllato il passaporto. Chi non passava le verifiche veniva accompagnato in un ufficio a parte dell'INS per ulteriori accertamenti: quello che e' successo ai 2 miei conoscenti di cui dicevo!

    Bene, ora se avessi avuto un passaporto biometrico non avrebbero avuto dubbi su chi io fossi!

    La prova? Una collega e' passata per la stessa trafila nonostante un visto regolare, addirittura per i ricercatori (non so in altri casi) hanno delle tabelle di domande da fare per vedere se sei veramente quello che dici di essere, sei un fisico, un medico, un biologo ... semplice ti fanno una domanda tecnica e aspettano una risposta!

    La stessa persona pochi mesi fa invece e' passata veloce e senza un problema, ma questa volta avevano le sue impronte digitali nel mainframe, zot, una scansione rapidissima e il riconoscimento e' stato immediato. W il progresso!!!

    Ora che mi sono spiegato meglio, mi dici diche cosa stavi parlando???

    SSN


    non+autenticato
  • Chiarisco allora.
    La mia era una domanda retorica. Non mettevo in dubbio il tuo racconto della trafila per entrare negli USA (sono stato in Israele ed e' anche peggio), ma le notizie che erano state date sulla schedatura dei passeggeri, un mese fa circa: dovevano essere pochi secondi, invece tu mi confermi (come gia' sospettavo, e non ci vuole molto) che la perdita di tempo e' ben peggiore.
    Detto questo, la nuova tecnologia rendera' piu' veloci le procedure. Per quanto tempo? Scommetto che questo grande risparmio di tempo durera' ben poco, e in 3 o 4 anni saremo daccapo, ma questo e' puramente incidentale.

    Intanto ci ritroviamo schedati per bene e immagazzinati nei loro DB. Se tutto funzionasse come nelle favole, niente da dire. Purtroppo non mi fido troppo di chi ha il potere di gestire questi dati, e dei *veri* motivi per cui sono richiesti. E' una opinione personale, ma gli indizi li puo' trovare chiunque con un po' di lavoro. E non me ne frega niente di risparmiare 1 ora se la devo pagare con la mia liberta' personale, ma anche questa e' un'opinione personale..

    non+autenticato

  • perche' non ti fai mettere anche un GPS su per il retto così puoi farti rintracciare più facilmente quando qualcuno ti cerca ? dal momento che chiedendo dove sei agli amici o provando a telefonarti ci possono mettere molto tempo in più, ben venga ...

    > Dite pure quel che volete ma preferisco
    > avere un passaporto che mi identifica con
    > sicurezza piuttosto che rimanere per un ora
    > in aeroporto in USA all'arrivo,
    > [...]
    > Percio' ben vengano i sistemi biometrici,
    > impronte, retine, DNA, in particolare
    > quest'ultimo potrebbe farci dire addio ai
    > documenti una volta per tutte!
    non+autenticato
  • Guarda, io civiaggio spesso per gli Stati Uniti dato che ho anche la doppia cittadinanza, e sinceramente sono piu` contento che mi facciano tutti gli stracontrolli, specialmente prima di salire in Aereo.
    Di fatto, per quanto dal tua DNA, Iritde, Impronte digitali e quant'altro risulti che tu sia un cittadino onesto, chi mi assicura che non sei impazzito e ti abbia un pezzo di plastico nelle mutane per farti saltare in Aria durante il volo?
    Sara`, ma io ho avuto una esperienza che mi ha fatto poi adorare tutti i controlli che fanno in America (l'espereinza la ho gia` raccontata nel mio Post Titolato "Finalmente" quindi non sto a riscriverla) e di fatto, piu` controllano la gente prima di salire e piou` ne controllano i relativi bagagli, piu` io me ne sto tranquillo.
    Si alla Biometria, ma non dimentichiamoci il buon vecchio Infallibile Sistema Manuale
    Crazy
    1945

  • - Scritto da: Crazy
    > Guarda, io civiaggio spesso per gli Stati
    > Uniti dato che ho anche la doppia
    > cittadinanza, e sinceramente sono piu`
    > contento che mi facciano tutti gli
    > stracontrolli, specialmente prima di salire
    > in Aereo.
    > Di fatto, per quanto dal tua DNA, Iritde,
    > Impronte digitali e quant'altro risulti che
    > tu sia un cittadino onesto, chi mi assicura
    > che non sei impazzito e ti abbia un pezzo di
    > plastico nelle mutane per farti saltare in
    > Aria durante il volo?
    > Sara`, ma io ho avuto una esperienza che mi
    > ha fatto poi adorare tutti i controlli che
    > fanno in America (l'espereinza la ho gia`
    > raccontata nel mio Post Titolato
    > "Finalmente" quindi non sto a riscriverla) e
    > di fatto, piu` controllano la gente prima di
    > salire e piou` ne controllano i relativi
    > bagagli, piu` io me ne sto tranquillo.
    > Si alla Biometria, ma non dimentichiamoci il
    > buon vecchio Infallibile Sistema Manuale

    Domandina banale banale... mi spieghi la relazione tra i tui dati "biometrici" e il fatto che tu sia (o meno) un terrorista (islamico o italico che dir si voglia)?.
    Da quando in qua il DNA, L'iride o altro confermano o smentiscono che tu sia portatore di fanatismo (ideologico o religioso) ?
    Ti risulta oppure no che i terroristi delle torri gemelle
    1) avevano ID validi (non falsi).
    2) avevano preso un volo interno.
    3) nessun attentato negli states e' stato fino ad ora fatto "dall' esterno" ma bensi' dall'interno!

    Avrai anche la doppia cittadinanza ma la capacita' di pensare con la tua testa non mi pare ne abbia tratto un gran beneficio!
    A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Crazy
    > > Guarda, io civiaggio spesso per gli
    > Stati
    > > Uniti dato che ho anche la doppia
    > > cittadinanza, e sinceramente sono piu`
    > > contento che mi facciano tutti gli
    > > stracontrolli, specialmente prima di
    > salire
    > > in Aereo.
    > > Di fatto, per quanto dal tua DNA,
    > Iritde,
    > > Impronte digitali e quant'altro risulti
    > che
    > > tu sia un cittadino onesto, chi mi
    > assicura
    > > che non sei impazzito e ti abbia un
    > pezzo di
    > > plastico nelle mutane per farti saltare
    > in
    > > Aria durante il volo?
    > > Sara`, ma io ho avuto una esperienza
    > che mi
    > > ha fatto poi adorare tutti i controlli
    > che
    > > fanno in America (l'espereinza la ho
    > gia`
    > > raccontata nel mio Post Titolato
    > > "Finalmente" quindi non sto a
    > riscriverla) e
    > > di fatto, piu` controllano la gente
    > prima di
    > > salire e piou` ne controllano i relativi
    > > bagagli, piu` io me ne sto tranquillo.
    > > Si alla Biometria, ma non
    > dimentichiamoci il
    > > buon vecchio Infallibile Sistema Manuale
    >
    > Domandina banale banale... mi spieghi la
    > relazione tra i tui dati "biometrici" e il
    > fatto che tu sia (o meno) un terrorista
    > (islamico o italico che dir si voglia)?.
    > Da quando in qua il DNA, L'iride o altro
    > confermano o smentiscono che tu sia
    > portatore di fanatismo (ideologico o
    > religioso) ?
    > Ti risulta oppure no che i terroristi delle
    > torri gemelle
    > 1) avevano ID validi (non falsi).
    > 2) avevano preso un volo interno.
    > 3) nessun attentato negli states e' stato
    > fino ad ora fatto "dall' esterno" ma bensi'
    > dall'interno!

    CUT

    D'accordo
    Roberto
    non+autenticato
  • Scusa, ma io ho proprio detto che i dati Biometrici non centrano, e` meglio una perquisizione totale ad ogni volo...
    Forse sei tu che non hai capito il mio messaggio: per me i dati biometrici devono essere soltanto un in piu` ai controlli manuali che non falliscono mai
    Crazy
    1945
  • > Domandina banale banale... mi spieghi la
    > relazione tra i tui dati "biometrici" e il
    > fatto che tu sia (o meno) un terrorista
    > (islamico o italico che dir si voglia)?.
    > Da quando in qua il DNA, L'iride o altro
    > confermano o smentiscono che tu sia
    > portatore di fanatismo (ideologico o
    > religioso) ?

    Non credo che tu abbia colto il senso del post dell'italoamericano, ma comunque si, hai ragione la biometria non identifica un terrorista di per se' ma devi ammettere che ostacola il terrorismo ed in generale l'illegalita'. Ti assicuro che viaggi piu' sicuro non solo se controllano i bagagli di tutti ma anche se sai che nessuno si e' imbarcato sotto false generalita', se ha qualcosa da nascondere perche' fidarsi?

    Gli aeroporti sono solo l'inizio, se con un pollice o con la retina ci si puo' identificare con sicurezza, non avremo piu' bisogno di documenti, potremo entrare in banca, operare ad uno sportello, usare un telefono, prendere un aereo, entrare in ospedale o in una farmacia sicuri che i nostri dati non ci abbandonino mai, che siano il nostro numero di contocorrente, i nostri dati anagrafici, la nostra cartella clinica tutto sara' sempre a nostra disposizione.

    La rivoluzione e' gia' cominciata, oggi l'europa ha formalmente deciso per dotarsi di passaporti biometrici entro il 2005, lo so bene che c'e' chi teme una eccessiva carenza di privacy ma in un futuro popolato di enormi metropoli e decine di miliardi di individui non vedo altre soluzioni per la convivenza civile.

    SSN
    non+autenticato
  • Non credo che tu abbia colto il senso dell'obiezione (a mio parere molto centrata) dell'amico a cui hai risposto.

    E' chiaro che se ci installano una webcam e un GPS addosso la "sicurezza" e' ancora piu' altra. Hai anche ragione, gli aeroporti possono essere solo l'inizio; la fine e' stata gia' descritta da Orwell piu' di 50 anni fa. E se pensi che siano elucubrazioni campate in aria, buona fortuna!





    - Scritto da: Anonimo
    > > Domandina banale banale... mi spieghi la
    > > relazione tra i tui dati "biometrici" e
    > il
    > > fatto che tu sia (o meno) un terrorista
    > > (islamico o italico che dir si voglia)?.
    > > Da quando in qua il DNA, L'iride o altro
    > > confermano o smentiscono che tu sia
    > > portatore di fanatismo (ideologico o
    > > religioso) ?
    >
    > Non credo che tu abbia colto il senso del
    > post dell'italoamericano, ma comunque si,
    > hai ragione la biometria non identifica un
    > terrorista di per se' ma devi ammettere che
    > ostacola il terrorismo ed in generale
    > l'illegalita'. Ti assicuro che viaggi piu'
    > sicuro non solo se controllano i bagagli di
    > tutti ma anche se sai che nessuno si e'
    > imbarcato sotto false generalita', se ha
    > qualcosa da nascondere perche' fidarsi?
    >
    > Gli aeroporti sono solo l'inizio, se con un
    > pollice o con la retina ci si puo'
    > identificare con sicurezza, non avremo piu'
    > bisogno di documenti, potremo entrare in
    > banca, operare ad uno sportello, usare un
    > telefono, prendere un aereo, entrare in
    > ospedale o in una farmacia sicuri che i
    > nostri dati non ci abbandonino mai, che
    > siano il nostro numero di contocorrente, i
    > nostri dati anagrafici, la nostra cartella
    > clinica tutto sara' sempre a nostra
    > disposizione.
    >
    > La rivoluzione e' gia' cominciata, oggi
    > l'europa ha formalmente deciso per dotarsi
    > di passaporti biometrici entro il 2005, lo
    > so bene che c'e' chi teme una eccessiva
    > carenza di privacy ma in un futuro popolato
    > di enormi metropoli e decine di miliardi di
    > individui non vedo altre soluzioni per la
    > convivenza civile.
    >
    > SSN
    non+autenticato
  • In danimarca esiste un codice id personale tipo codice fiscale che si chiama CPR number, l'anagrafe e' completamente centralizzata, alche' questo codicillo e' estramemente invasivo, serve in pratica per tutto: copertura sanitaria, biblioteche, banche etc
    Il problema e' che e' estramemente invasivo, e' scritto su una carta magnetica gialla che se ti scordi o perdi sei una persona senza volto

    Ora con questa nuova carta ci saranno due problemi:
    privacy violata ancora di piu' e scassamento di balle maggiore perche' i danesi sono uno dei popoli europei piu' ottusi che ho mai conosciuto
    e noi in italia quanto dovremmo aspettare per avere un sistema centralizzato?

    non+autenticato
  • Se pensi che nei comuni piccoli l'anagrafe viene ancora tenuta sui buoni vecchi registri cartacei, che l'allineamento delle banche dati dei C.F. tra ministero dell'interno e delle finanze sembra senza possibili soluzioni, che la carta d'identità elettronica è indietro di anni, .....
    la risposta sorge spontanea.... MAI
    non+autenticato
  • > Il problema e' che e' estramemente invasivo,
    > e' scritto su una carta magnetica gialla che
    > se ti scordi o perdi sei una persona senza
    > volto

    Guarda che prima di parlare almeno informati... e non essere cosi "Dooms day" --- La tessera gialla e' solo la tesera sanitaria.... e non ha nulla ache fare con il CPR number, e solo che la tessera sanitaria riporta il tuo codice fiscale, tutto qua! Esattamente come fa il comune di Bologna sulla tessera medica e come a Roma sul foglio del medico di famiglia della ASL!

    Poi se ti scordi il tuo codice fiscale o CPR number basta che vai al comune e nel giro di 30 secondi te lo dicono (che poi il CPR non e' altro chela tua data di nascita piu 4 cifre. Es. ggmmaa-xxxx. Se poi ti perdi la tesera sanitaria, sempre al comune, nel giro di 2 minuti te ne fanno arrivare una nuova a casa entro 3 giorni.

    E se pensi che me le stia inventando le cose ti posso invitare a stare a casa mia un fine settimana qui a Copenaghen cosi vedi di persona come funzionano le cose.

    Sono d'accordo con te che puo essere un pochino invasivo, ma ti assicuro preferisco la comodita che ti da tale cosa... esattamente come il codice fiscale in italia (che adesso usi quasi da pertutto, tranne che dal panettiere!)

    Saluti, ed informati prima di parlare.

    Un saluto dalla Danimarca!
    non+autenticato
  • Come ho scritto anche in un altro Post, io mi fido della Biometria, ma chi mi assicura che un quarantenne onestissimo cittadino modello non sia impazzito e nasconda un po' di plastico nelle Mutande per farsi saltare in Aria in Aereo?
    Io apprezzo l'arrivo della Biometria, ma ancor di piu` apprezzo il Sicurissimo Sistema Manuale dove ti spogliano e ti controollano tutto, e piu` controlli fanno ai passeggeri, piu` sono contento perche` mi faccio un volo tranquillo, specialmente dopo l'espereinza che ho avuto pochi mesi prima degli Attentati di Settembre (non sto a farti la storiella, al limite leggitela nel mio Post "Finalmente" perche` non c'ho scatole di riscriverla) e ti posso garantire che io sono piu` che contento quando vedo che tutti i passeggeri, incluso io, vengon controllati in ogni punto e ci aprono tutte le valige e verificano i dispositivi elettronici...
    Meglio che controllino che affidarsi ad un Scanner di qualunque tipo
    Crazy
    1945
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)