Alfonso Maruccia

Brevetti mobile, Huawei denuncia Samsung

Inedita iniziativa legale del colosso cinese contro quello sudcoreano, con quest'ultimo che sarebbe colpevole di aver violato le proprietÓ intellettuali del primo. I toni non sono violenti ma Samsung ha giÓ risposto per le rime

Roma - Huawei ha aperto un nuovo fronte nella tradizionale contesa legale tra i colossi tecnologici a suon di (presunte) violazioni della proprietà intellettuale altrui, un fronte su cui ora è una corporation cinese a denunciare i concorrenti in attesa di incrementare le proprie quote di mercato fuori dal mercato asiatico.

Huawei ha avviato due distinte iniziative legali contro Samsung - una negli USA e l'altra in Cina - perché a suo dire l'azienda coreana avrebbe violato i brevetti sulle reti mobile di quarta generazione, incamerando miliardi di dollari in profitti con la vendita di dispositivi compatibili con network UMTS e LTE.

Per conto suo Huawei spera che Samsung voglia smetterla con l'infrazione delle sue proprietà intellettuali, e che magari si rivolga agli uffici di Pechino per "ottenere le licenze necessarie" contribuendo a guidare il progresso dell'industria tecnologica nel suo complesso.
Evidentemente Huawei ha scelto un approccio che prevede un bastone (la minaccia delle cause legali) e una carota (l'invito ad accordarsi per le licenze sui brevetti) verso un concorrente che rappresenta ancora il primo produttore di smartphone al mondo, un'impresa che non a caso deve fare i conti con una concorrenza cinese sempre più forte dal punto di vista commerciale.

Huawei, in particolare, è in forte espansione fuori dai confini cinesi, e ha tutte le potenzialità per soffiare preziose quote di mercato sia a Samsung che ad Apple - o anche a tutti gli altri. Le cause in tribunale contro la corporation sudcoreana segnalano che Pechino si sente sempre più a suo agio, in un business internazionale dei gadget mobile che include anche questo genere di contesa in materia di proprietà intellettuale.

Dal punto di vista di Samsung, infine, le cause sulle presunte violazioni di brevetto non sono certo una novità: l'azienda ha prima assicurato una pronta risposta nei confronti delle accuse di Huawei e ha poi confermato di voler denunciare a sua volta la corporation cinese.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • HardwareMWC 2016/ Huawei si dà ai PCIl colosso cinese dei cellulari entra nel business dell'hardware informatico con un sistema 2-in-1: MateBook
  • BusinessSamsung, eccezione nel mercato mobileRisultati trimestrali superiori alle aspettative, grazie soprattutto ai nuovi terminali di fascia alta, oltre che ai microchip. L'intero mercato degli smartphone si blocca tranne che per gli attori cinesi, ma la corporation guarda con fiducia al futuro
  • Diritto & InternetUE, tra monopoli e standard tecnologiciLa Corte di Giustizia dell'Unione Europea soppesa le posizioni di Huawei e ZTE, che si confrontano su brevetti legati a standard essenziali come LTE. Come stabilire il prezzo giusto delle royalty?
9 Commenti alla Notizia Brevetti mobile, Huawei denuncia Samsung
Ordina