Alfonso Maruccia

E3, Alienware porta i videogiochi su PC

Dell rinnova la sua linea dedicata ai videogiocatori fedeli al personal computer. Ci sono anche gli zaini per la realtà virtuale e le console Steam OS

« Indietro
Foto 1 di 4

Roma - In occasione del ventesimo anniversario del marchio, Alienware ha "invaso" l'evento dell'E3 dedicato ai videogiochi su PC con un buon numero di nuove macchine specificatamente pensate per soddisfare più o meno tutti i gusti e le necessità degli utenti.

A Los Angeles, Dell - proprietaria da tempo del marchio Alienware - ha mostrato prima di tutto le bizzarrie più in voga al momento come i PC-zaino per la realtà virtuale economica e in "mobilità", sistemi progettati in collaborazione con AMD ed equipaggiati con le nuove GPU economiche della linea Radeon RX.

Alienware è poi una delle poche aziende che continua a credere in Steam OS, ambizioso progetto di sistema operativo alternativo di Valve che ha sin qui fallito nell'obiettivo di impensierire lo strapotere di Microsoft Windows nel settore: le macchine Alienware Steam Machine si rinnovano e possono essere acquistate a un prezzo minimo di 449 dollari con Core i3 e GPU NVIDIA Maxwell "custom" con performance simili alla GeForce GTX 860M.

Passando dalle bizzarrie fuori mercato all'hardware dalle configurazioni più spendibili presso l'utenza comune, all'E3 Alienware ha messo in mostra un mini-laptop con schermo touch OLED da 13 pollici e risoluzione da 2560x1400 pixel, una macchina equipaggiabile al massimo con CPU Core i7 (Skylake) e GPU NVIDIA GTX 965 che dovrebbe fornire tempi di riposta a livello di display TN (1-2 ms) con contrasti e angoli di visione di livello superiore.

Per i sistemi compatti c'è poi Alpha R2, la "console" inizialmente lanciata nel 2014 che ora si rinnova con le CPU Skylake, le GPU di nuova generazione e una porta "Graphics Amplifier" proprietaria (ma basata sullo standard PCI-Express 3.0) per un'eventuale GPU esterna che per Alienware è in grado di fornire prestazioni e banda molto superiori alle schede esterne basate sull'uso di Thunderbolt 3.

Il formato tower standard di Alienware si declina infine nelle nuove macchine della linea "Aurora", prodotti senza compromessi ad alto grado di espandibilità e sistema facilitato di sostituzione della GPU, mentre il prodotto informatico più costoso, "massiccio" e ricercato (a livello di design dello chassis) si chiama Area-51 R2: il costo parte dai 1.699 dollari, le specifiche tecniche selezionabili per l'assemblaggio includono i nuovi chip Intel Broadwell-E a 10 core e le GPU NVIDIA Pascal.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia E3, Alienware porta i videogiochi su PC
Ordina