Alfonso Maruccia

TOP500, lo strapotere cinese è autarchico

Pubblicata la nuova lista dei supercomputer più potenti del mondo, e ancora una volta la vetta è appannaggio dei supersistemi cinesi. Gli americani si consolano con il terzo posto ma Pechino cresce sia in quantità che qualità

Roma - L'organizzazione TOP500 ha rilasciato la 47esima edizione della lista omonima sui sistemi HPC (High-Performance Computing) più potenti in circolazione, un "contest" all'ultimo petaFLOPS che ancora una volta incorona la Cina come nazione più attiva nel settore. Di novità ce ne sono anche a Pechino, e sono molto negative sia per il prestigio che il business statunitensi.

TaihuLight

Il nuovo supersistema si chiama Sunway TaihuLight, una macchina realizzata dal National Research Center of Parallel Computer Engineering & Technology (NRCPC) che nei benchmark LINPACK (lo standard per la valutazione dei supercomputer) ha raggiunto la bellezza di 93 petaFLOP al secondo.

Si tratta di un risultato quasi triplo rispetto a quello di Tianhe-2, supersistema protagonista delle passate edizioni della classifica TOP500 e anch'esso di derivazione cinese che ora deve "accontentarsi" del secondo posto con 33,86 petaFLOPS di performance; il terzo mostro HPC è Titan, macchina statunitense (Cray XK7) installato presso l'Oak Ridge National Laboratory e capace di raggiungere 17,59 petaFLOPS.
L'exploit di TaihuLight è ancor più significativo se si prende in considerazione la tecnologia alla sua base, vale a dire un nuovo tipo di chip realizzato completamente in casa (Tianhe-2 usa processori Intel Xeon) equipaggiato con 260 core computazionali, installato in 41.000 esemplari per un totale di 10,65 milioni di core.

I chip autarchici di Pechino rappresentano in parte una risposta alla messa al bando dell'esportazione di tecnologie avanzate da parte delle autorità statunitensi, e in parte alla volontà di indipendenza tecnologica dai prodotti stranieri portata avanti dalle autorità comuniste. Sotto entrambi i punti di vista, la realizzazione di TaihuLight non rappresenta una buona notizia notizia per gli interessi e le ambizioni statunitensi.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
27 Commenti alla Notizia TOP500, lo strapotere cinese è autarchico
Ordina
  • Sì mah, in India che si dice?
    non+autenticato
  • "TaihuLight non rappresenta una buona notizia notizia per gli interessi e le ambizioni statunitensi"
    Niente è per sempre.
    Come gli stessi cinesi sanno bene, tutto è ciclico.
    Significa che l'occidente declinerà e l'oriente prevarrà, poi ri-declinerà, che il nord del mondo declinerà e il sud prevarrà, ecc. ecc.
    Pensare che qualcosa rimanga yang o yin per sempre, significa pensare che esista solo una l'inspirazione o solo l'espirazione.
    non+autenticato
  • polverei sei e polverei ritornarai solo l'anima e' immortale
    non+autenticato
  • Pure questa ce la segnamo
    non+autenticato
  • e' gia' segnato sulla bibbia non serve

    Genesi 3,19

    Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;
    finché tornerai alla terra,
    perché da essa sei stato tratto:
    polvere tu sei e in polvere tornerai!».
    non+autenticato
  • - Scritto da: Calcolatore
    > e' gia' segnato sulla bibbia non serve
    >
    > Genesi 3,19
    >
    > Con il sudore del tuo volto mangerai il pane;
    > finché tornerai alla terra,
    > perché da essa sei stato tratto:
    > polvere tu sei e in polvere tornerai!».


    Altre cose segnate sulla bibbia:

    Levitico, 26:27-29 – “E se, nonostante tutto questo, non volete darmi ascolto, ma con la vostra condotta mi resisterete” – “anch’io vi resisterò con furore e vi castigherò sette volte di più per i vostri peccati.” – “Mangerete la carne dei vostri figli e delle vostre figlie.“

    Numeri, 12:9-14 – Dio si stufò della presenza di Maria e, per questo, la colpì con la lebbra, bandendola dall’accampamento per sette giorni.

    Numeri, 15:32-26 – Un uomo raccolse della legna di sabato. Per ordine divino dato a Mosè, “tutta la comunità lo condusse fuori dal campo e lo lapidò, e quello morì.“

    Numeri, 16:27-33 – Gli uomini si dimostrarono indocili, perciò Dio fece sì che la terra si aprisse ed inghiottisse uomini, donne e bambini.

    Numeri, 16:35 – Il fuoco di Dio “divorò i duecentocinquanta uomini che offrivano l’incenso.“

    Numeri, 16:49 – Con una piaga, Dio sterminò quattordicimilasettecento uomini.
  • Ah la Bibbia che libro magnifico!

    Aldilà del Biglino della situazione...

    Chi l'ha mai letta e capita veramente, nel suo complesso intendo?

    Un dio che sente il bisogno (sigh!) di essere adorato come un dio merita crea degli esseri "inferiori" che però gli si rivoltano più volte contro o lo ignorano. E questi ne uccide a milioni, così come riportato nei passi che hai scritto.

    Quando sta per infuriarsi ancora ci pensa un attimo e decide di venire sulla terra a stuprare la donna di un altro (che dispettoso!) allo scopo di far nascere se stesso (Gesù), per far martirizzare se stesso sulla croce, allo scopo di placare la propria ira per qualcosa che ha cominciato lui stesso creando l'uomo.

    Non so se in altri universi e/o dimensioni ci siano dei più "normali".
    Ma a noi è capitato indubbiamente uno psicopatico!
    iRoby
    8841
  • > Numeri, 16:49 – Con una piaga, Dio sterminò
    > quattordicimilasettecento
    > uomini.


    gli americani hanno sterminato 160.000 uomini con la bomba atomica su hiroschima
    non+autenticato
  • - Scritto da: Calcolatore

    > gli americani hanno sterminato 160.000 uomini con
    > la bomba atomica su
    > hiroschima

    La guerra non è una bella cosa e la bomba meno che meno ma però sarebbe anche ora di finirla con questo antiamericanismo da 4 soldi. Non dimentichiamo cosa hanno fatto i giapponesi in quella guerra. E, cambiando scenario, che dire di Hitler, Stalin, Mao, Pol Pot? In confronto gli americani sono delle mammolette.
  • Un libro degli orrori che narra di un essere con un grosso potere e più grossi problemi psichici.
    E pensare che è uno dei più venduti e ci sono religioni basate su esso.
    Il mondo è bello perché è avariato...
    non+autenticato
  • l'anima non esiste
    non+autenticato
  • A delocalizzare si finisce sempre cosi' e arrivera' tra breve la vendita dei cinesi di sistemi chiavi in mano HW e SW, i progettisti occidentali in questo settore non serviranno piu' a niente
    E' anche una lezione a quelli che credono al progettato a canicatti ma prodotto in ubumba sia un modello economico sostenibile a lungo termine
    non+autenticato
  • - Scritto da: Calcolatore
    > A delocalizzare si finisce sempre cosi' e
    > arrivera' tra breve la vendita dei cinesi di
    > sistemi chiavi in mano HW e SW, i progettisti
    > occidentali in questo settore non serviranno piu'
    > a
    > niente
    > E' anche una lezione a quelli che credono al
    > progettato a canicatti ma prodotto in ubumba sia
    > un modello economico sostenibile a lungo
    > termine
    Guarda che si tratta di una "evoluzione cinesizzata" o "liberamente ispirata" di un processore assai noto ...
    Il Dec-Alpha.
    La cui architettura è stata così pubblicamente discussa da diventare un "quasi open source de facto" (e questo intendiamoci è un bene).

    Formalmente la "proprietà intelletuale" ora è di Intel che ha comprato i diritti dopo la transizione DEC->Compaq.

    Intel compra più che altro per "mettere uno stop" alla causa che era in corso con DEC riguardante le unità multiple di esecuzione "out of order" a cui si era "liberamente ispirata" per i suoi processori più recenti.

    Ora il processore in questione "cinese" è praticamente "liberamente ispirato" al DEC-Alpha con l'uso di ovvi miglioramenti tecnologici oggi disponibili.

    Questo è vero anche per molti altri processori (Mips per dirne uno stra-usato e stra-noto oppure Sparc e molti altri).

    Tutto questo ha ben poco a che fare con la "delocalizzazione".

    Oggi fare un processore è solo questione di soldi e di volumi nel senso che gli impianti di produzione richiedono investimenti altissimi che puoi ammortizzare solo se vendi a altissimi volumi.

    Se i soldi ce li hai perchè ce li mette il governo cinese e punto e non te ne frega un tubo di quanti ne vendi il gioco è fatto.
    Ne più ne meno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fotografo
    > Ora il processore in questione "cinese" è
    > praticamente "liberamente ispirato" al DEC-Alpha
    > con l'uso di ovvi miglioramenti tecnologici oggi
    > disponibili.

    Bisogna riconoscere che se anche fosse la copia esatta di uno Xeon, Intel non potrebbe fare niente per impedire l'uso sul suolo cinese.
  • certo che no!
    Quale privato può permettersi di "rischiare" l'estromissione dal mercato cinese?
    Parliamo di volumi talmente importanti da fare tutta la differenza!
    come dire ... "le dimensioni contano".....
    non+autenticato
  • I piccoli privati possono fregarsene dei brevetti, il governo che è entrato nel WTO da pochi anni non può permetterselo, ma comunque non ce n'è bisogno. Secondo wikipedia il processore si ispira ad un modello messo in commercio nel 1995, quindi i brevetti sono scaduti. E qui è la cosa interessante, siamo arrivati in un periodo in cui i brevetti fondamentali iniziano a diventare proprietà pubblica. Questo cambia le carte in tavola non solo per i cinesi.

    https://en.wikipedia.org/wiki/ShenWei

    https://en.wikipedia.org/wiki/Alpha_21164
    non+autenticato
  • - Scritto da: sfvz
    > I piccoli privati possono fregarsene dei
    > brevetti, il governo che è entrato nel WTO da
    > pochi anni non può permetterselo, ma comunque non
    > ce n'è bisogno.
    Nello specifico è vero che "non ce ne è bisogno" (brevetto scaduto) ma il punto è che anche a brevetto "non scaduto" la cina ha dalla sua la enorme dimensione del mercato interno mettersi a litigare con un miliardo e fischia di potenziali acquirenti è una cosa che darebbe da pensare (e pure con qualche mal di testa) a qualunque corporation voglia operare sul mercato "consumer" (Intel è proprio forte in quel settore) il minimo che la ipotetica corporation possa fare è pensarci molto ma molto bene prima di mettersi in una bagarre dagli esiti assai incerti e che nella migliore delle ipotesi rischia di dormire nei tribunali per qualche hanno ... ma intanto le trimestrali corrono....
    A bocca aperta
    Tu lo faresti "a cuor leggero" anche se fossi convinto di aver ragione o cercheresti un "aggiustamento"?
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Continui a dire che la Cina può fregarsene dei brevetti. Pero in questo caso non è successo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sfvz
    > Continui a dire che la Cina può fregarsene dei
    > brevetti. Pero in questo caso non è
    > successo.
    No ho detto chiaramente che il brevetto è scaduto (e ho citato addirittura altri casi Mips Sparc)..

    Non ho affatto detto che il brevetto fosse ancora valido ho detto che nel WTO tutti sono uguali ma alcuni "sono più uguali" perchè (ripeto) le dimensioni contano e le corporations sono le prime a cui conviene "fare qualche sacrificio" per avere accesso all'enorme mercato cinese.
    Ti è chiaro o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: sfvz
    > Continui a dire che la Cina può fregarsene dei
    > brevetti. Pero in questo caso non è successo.

    Non può fregarsene in modo palese e sprezzante, con annessa irrisione della controparte. Ma può tranquillamente farlo in modo leggermente meno palese, avendo il coltello (commerciale) dalla parte del manico.
  • - Scritto da: bradipao

    > tranquillamente farlo in modo leggermente meno
    > palese, avendo il coltello (commerciale) dalla
    > parte del
    > manico.
    Beh consolati... abbiamo scoperto che "qualcuno" pensa che nel WTO la cina san marino e il principato di monaco contino in egual misura.....
    A me viene un pochino da ridere ma chi sono io per confutare tali convinzioni?
    Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • wow non sapevo di questi ShenWei

    l'ultimo della famiglia e' una cpu con i controattributi, passibile di essere presa in considerazione per svariati casi d'uso

    contando che non ha dentro porcate ( non dovrebbe averne spero ) come il ME, diventa una soluzione davvero allettante

    io comunque spero che gli smanettoni non si lascino prendere dall'avarizia e comprino le workstation Talos appena disponibili, almeno aiutiamo un'azienda che intende produrre hardware libero da backdoor hardware
    non+autenticato
  • Il chip realizzato in casa si chiama Sunway, è basato su un core risc a 64bit pesantemente ispirato agli "Alpha".

    Considerando che l'attuale modello dovrebbe essere in tecnologia a 32nm, hanno margini enormi di miglioramento.
  • E' garantito ormai più dalle armi che dalla produzione sempre in discesa degli USA, dal prestigio sempre in caduta libera, dopo il loro incondizionato aiuto ai gruppuscoli terroristici di mezzo mondo.
    Pur che aiutino gli interessi americani, questi gruppi seminano zizzania aiutati in tutto e per tutto, vedi Siria.
    Peccato che dopo si paghi noi, fra migrazioni, disastri e quanto altro.
    E questo articolo aggiunge cenere alla cenere del prossimo futuro USA.
    Chi semina vento raccoglie tempesta.