Alfonso Maruccia

Servo, Mozilla comincia dalle Nightly

La fondazione del Panda Rosso ha distribuito una prima versione preliminare del nuovo layout engine, un progetto di lunga durata che mira a rinnovare Firefox dalle fondamenta e non solo

Roma - In questi giorni sono finalmente disponibili le prime build preliminari di Servo, il layout engine sperimentale con cui Mozilla mira a sostituire Gecko su Firefox e tutti gli altri progetto open source della fondazione che fanno uso dello storico engine per il rendering delle pagine e del codice Web.


Il debutto di Servo avviene sotto forma di Nightly in pieno stile Firefox, e dopo le promesse di alcuni mesi or sono il pubblico potrà ora cominciare a sperimentare con il codice e magari a partecipare al suo sviluppo. Uno sviluppo limitato solo a chi usa le piattaforme Linux e Mac a 64-bit, almeno per il momento.

Anche l'interfaccia utente è praticamente ridotta all'osso, e una volta avviato il software si viene accolti da una scheda che include alcuni dei (pochissimi) siti su cui Servo si dimostra sufficientemente compatibile con il codice lato-server. Il resto del Web è ovviamente accessibile ma i risultati possono variare, e a completare il quadro ci sono un paio di demo grafici pensati per mostrare le capacità del nuovo engine.
Il futuro immediato di Servo prevede la distribuzione di nuove build preliminari compatibili anche con Windows e Android, mentre sul lungo o forse lunghissimo periodo i piani di Mozilla (tramite il progetto "Oxidation") includono l'integrazione dei componenti del layout engine scritto in linguaggio Rust nel codice di Firefox.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Servo, Mozilla comincia dalle Nightly
Ordina