Claudio Tamburrino

Torino, il WiFi non piace ai Cinque Stelle

Nel programma Appendino la rinuncia (parziale) al WiFi pubblico: fa male. Anche se non ci ancora sono studi a dimostrarlo, verrà seguito il principio di precauzione

Roma - Nonostante non vi siano prove scientifiche che ne indichino la tossicità (e anzi le posizioni ufficiali dei principali organi che si occupano di salute dicono il contrario) e la potenza del suo segnale sia inferiore a quella dei cellulari che ormai chiunque porta sempre con sé, Torino è tra i primi comuni italiani e sicuramente il più grande a riconoscere istituzionalmente la pericolosità del WiFi e a decidere di conseguenza di avere in programma la limitazione del suo utilizzo. Questo è almeno quello che si legge nel programma politico della giunta Appendino appena insidiatasi nel capoluogo piemontese.

Mentre, infatti, al suo interno viene riportato l'obiettivo di aumentare la copertura WiFi gratuita (già presente sul territorio sia in un'offerta per gli utenti di passaggio nei luoghi del centro, sia per i cittadini residenti) per migliorare l'offerta turistica della città, nel programma trovano spazio le preoccupazioni legate all'elettrosensibilità (malattia riconosciuta solo in Svezia e per cui al momento non esistono conferme provenienti dagli studi medici).

"Seguiremo tutti i principi di precauzione relativi alle onde generate da ogni impianto di emissione - si legge - ancor di più se queste apparecchiature si trovano all'interno di edifici scolastici. Chiederemo, in concerto con le altre amministrazioni pubbliche, di ridurre il tempo e/o la quantità delle emissioni in modo che sia garantita la connettività per lo stretto necessario".
Già Parigi si era distinta per la lotta di diversi gruppi di dipendenti pubblici e comitati di cittadini contro il WiFi comunale: temono le conseguenze per la propria salute dello stare tutto il giorno in locali con WiFi attivo. Tale paura ha peraltro portato nella Capitale francese alla rinuncia all'Internet wireless in diversi lugohi pubblici tra cui quattro importanti biblioteche.

D'altra parte più che il WiFi per il momento è la paura a far male: proprio da Parigi viene il caso eclatante in questo senso dei dipendenti di una biblioteca che affermavano di stare meglio con le reti WiFi spente: solo per scoprire che in realtà erano rimaste tutte accese.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
349 Commenti alla Notizia Torino, il WiFi non piace ai Cinque Stelle
Ordina
  • Lei lo fa perchè dobbiamo colmare il gap tecnologico coi boscimani del kalahari...
    non+autenticato
  • Non fa male, dicono i sostenitori di questo o quel sistema/alimento.
    Fa male, dicono i detrattori di questo o quel sistema/alimento.

    Quello che so, cari sotenitori/detrattori è che in pochi decenni siamo passati da un morto per cancro ogni trenta ad un morto ogni tre, mentre nel prossimo futuro passeremo ad un morto ogni due.

    Ma mi raccomando: ognuno lotti per la sua bandiera!

    Almeno fino a quando non cadrà a terra stecchito da un infarto, un cancro o una medicina/medico (le tre principali cause di morte nel mondo).
    non+autenticato
  • complimentoni per la disinformazione, la appendino non ha mai detto una cosa simile, il suo programma a pagina 58 riferisce che deve essere costruito un sistema a banda larga per coprire tutta la città, ignobiltà piddina a secchiate da parte dell'articolaio
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnometto
    > complimentoni per la disinformazione, la
    > appendino non ha mai detto una cosa simile, il
    > suo programma a pagina 58 riferisce che deve
    > essere costruito un sistema a banda larga per
    > coprire tutta la città, ignobiltà piddina a
    > secchiate da parte
    > dell'articolaio

    Link al programma citato:
    http://www.comune.torino.it/nh/pdf/201603358_1.pdf

    A pagina 23:
    Siamo consci anche che quando si parla di inquinamento ci sia da considerare
    anche quello elettromagnetico.
    A tale proposito seguiremo tutti i principi di precauzione relativi alle onde generate
    da ogni impianto di emissione, ancor di più se queste apparecchiature si trovano
    all'interno di edifici scolastici. Chiederemo, in concerto con le altre amministrazioni
    pubbliche, di ridurre il tempo e/o la quantità delle emissioni in modo che sia
    garantita la connettività per lo stretto necessario.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ctggt

    > A pagina 23:
    > Siamo consci anche che quando si parla di
    > inquinamento ci sia da considerare
    >
    > anche quello elettromagnetico.

    Non ci vedo nulla di strano, ma da qui a favoleggiare che vogliono togliere internet in ogni dove ce ne passa....

    > da ogni impianto di emissione, ancor di più se
    > queste apparecchiature si trovano
    >
    > all'interno di edifici scolastici. Chiederemo, in
    > concerto con le altre amministrazioni

    Eh guarda scenderanno tutti in piazza per questo affronto.

    > pubbliche, di ridurre il tempo e/o la quantità
    > delle emissioni in modo che sia
    >
    > garantita la connettività per lo stretto
    > necessario.


    Come non essere d'accordo ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: ctggt
    >
    > > A pagina 23:
    > > Siamo consci anche che quando si
    > parla
    > di
    > > inquinamento ci sia da considerare
    > >
    > > anche quello elettromagnetico.
    >
    > Non ci vedo nulla di strano, ma da qui a
    > favoleggiare che vogliono togliere internet in
    > ogni dove ce ne
    > passa....
    >
    > > da ogni impianto di emissione, ancor di più
    > se
    > > queste apparecchiature si trovano
    > >
    > > all'interno di edifici scolastici.
    > Chiederemo,
    > in
    > > concerto con le altre amministrazioni
    >
    > Eh guarda scenderanno tutti in piazza per questo
    > affronto.
    >
    > > pubbliche, di ridurre il tempo e/o la
    > quantità
    > > delle emissioni in modo che sia
    > >
    > > garantita la connettività per lo stretto
    > > necessario.

    >
    > Come non essere d'accordo ?

    Ci sono impianti di trasmissione televisivi all'interno degli edifici scolastici? No.
    Quindi loro sollevano il problema dell'inquinamento elettromagnetico e poi pensano di spegnere gli impianti che causano poco o niente di quell'inquinamento elettromagnetico.
    Non ci vuole molto a notare la presa per il culo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dtzz

    > Ci sono impianti di trasmissione televisivi
    > all'interno degli edifici scolastici?

    No,ma c'è il WIFI ,quello va ad acqua ?

    > Quindi loro sollevano il problema
    > dell'inquinamento elettromagnetico e poi pensano
    > di spegnere gli impianti che causano poco o
    > niente di quell'inquinamento
    > elettromagnetico.
    > Non ci vuole molto a notare la presa per il culo.

    Non ci vuole molto per capire che così riduci le emissioni aggiuntive a cui sei sottoposto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Non ci vuole molto per capire che così riduci le
    > emissioni aggiuntive a cui sei
    > sottoposto.
    Visco che ridurre di 0,1 è importante, che ne dici di ridurre anche di 10 spegnendo cellulari, computer, fotocopiatrici/stmapanti di rete ecc.? Sai è facile togliere la pagliuzza, meno comodo il trave
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnometto
    > ignobiltà piddina a
    > secchiate da parte dell'articolaio.

    Se tutti quelli che criticano il Movimento 5 Balle fossero piddini, il PD prenderebbe il 90% dei voti.

    Ma non vi viene il dubbio che tutte queste critiche vi giungano da persone di buon senso, indipendentemente dal partito di appartenenza?

    Oggi su tutti i giornali c'è l'attacco alla Appendino da parte di Vittorio Bertola, ex capogruppo del M5S a Torino. Bertola si dice deluso per il fatto che la giunta Appendino è stata costruita mettendo da parte il merito e la democrazia.
    Vedi tu.
    non+autenticato
  • Una risposta sensata, ci sono cose del M5S che non mi piacciono ma da qui a dare del piddino (che comunque ritengo criminali neoliberisti al soldo delle elite finanziarie aristocratiche europee) ce ne passa.


    - Scritto da: Alvaro Vitali
    > - Scritto da: gnometto
    > > ignobiltà piddina a
    > > secchiate da parte dell'articolaio.
    >
    > Se tutti quelli che criticano il Movimento 5
    > Balle fossero piddini, il PD prenderebbe il 90%
    > dei
    > voti.
    >
    > Ma non vi viene il dubbio che tutte queste
    > critiche vi giungano da persone di buon senso,
    > indipendentemente dal partito di
    > appartenenza?
    >
    > Oggi su tutti i giornali c'è l'attacco alla
    > Appendino da parte di Vittorio Bertola, ex
    > capogruppo del M5S a Torino. Bertola si dice
    > deluso per il fatto che la giunta Appendino è
    > stata costruita mettendo da parte il merito e la
    > democrazia.
    > Vedi tu.
    non+autenticato
  • > (che comunque ritengo criminali neoliberisti al
    > soldo delle elite finanziarie aristocratiche
    > europee) ce ne
    Le elite finanziarie europee non esistono. Esistono quelle locali. Quella italiota ha al soldo forza italia, ncd, m5s, lega e anche mezzo pd.
    non+autenticato
  • Io faccio misure di campi elettromagnetici per lavoro:
    1) a distanza > 30 cm da wifi siamo a valori bassissimi.. (0,1-0,2 V/m)
    un po' di più forse se è in uso intenso.
    Mai nessuno parla dei limiti in ambiente abitativo: 6 V/m

    2) nessuno si è mai posto il problema che la luce è una radiazione elettromagnetica? Sorride

    3) avete mai provato a misurare con uno strumento sopra la tastiera di un Notebook con wi-fi SPENTO? beh io ho misurato anche 80 V/m ... !!!
    cosa sarà che genera quel campo a radiofrequenza così elevato?
    Risposta: il processore che va dai 2 ai 3 GHz .. e noi dove lo teniamo?
    Sulle ginocchia sopra i testicoli!!! OVVIO e ci preoccupiamo del wi-Fi

    4) oppure mai provato a misurare sotto una lampada a risparmio energetico? magari cinese? le quali sono dappertutto anche sul comodino vicino al bambino che legge o studia? Sorride))
    non+autenticato
  • Tanquillo, smetteranno di usare il wi-fi e useranno di più il cellulare, che quello gli hanno detto che non emette onde elettromagnetiche.

    - Scritto da: bye
    > Io faccio misure di campi elettromagnetici per
    > lavoro:
    > 1) a distanza > 30 cm da wifi siamo a valori
    > bassissimi.. (0,1-0,2
    > V/m)
    > un po' di più forse se è in uso intenso.
    > Mai nessuno parla dei limiti in ambiente
    > abitativo: 6
    > V/m
    >
    > 2) nessuno si è mai posto il problema che la luce
    > è una radiazione elettromagnetica?
    > Sorride
    >
    > 3) avete mai provato a misurare con uno strumento
    > sopra la tastiera di un Notebook con wi-fi
    > SPENTO? beh io ho misurato anche 80 V/m ...
    > !!!
    > cosa sarà che genera quel campo a radiofrequenza
    > così elevato?
    >
    > Risposta: il processore che va dai 2 ai 3 GHz ..
    > e noi dove lo
    > teniamo?
    > Sulle ginocchia sopra i testicoli!!! OVVIO e ci
    > preoccupiamo del
    > wi-Fi
    >
    > 4) oppure mai provato a misurare sotto una
    > lampada a risparmio energetico? magari cinese? le
    > quali sono dappertutto anche sul comodino vicino
    > al bambino che legge o studia?
    > Sorride))
    non+autenticato
  • - Scritto da: bye
    > Io faccio misure di campi elettromagnetici per
    > lavoro:
    > 1) a distanza > 30 cm da wifi siamo a valori
    > bassissimi.. (0,1-0,2
    > V/m)
    > un po' di più forse se è in uso intenso.
    > Mai nessuno parla dei limiti in ambiente
    > abitativo: 6
    > V/m
    >
    > 2) nessuno si è mai posto il problema che la luce
    > è una radiazione elettromagnetica?
    > Sorride
    >
    > 3) avete mai provato a misurare con uno strumento
    > sopra la tastiera di un Notebook con wi-fi
    > SPENTO? beh io ho misurato anche 80 V/m ...
    > !!!
    > cosa sarà che genera quel campo a radiofrequenza
    > così elevato?
    >
    > Risposta: il processore che va dai 2 ai 3 GHz ..
    > e noi dove lo
    > teniamo?
    > Sulle ginocchia sopra i testicoli!!! OVVIO e ci
    > preoccupiamo del
    > wi-Fi
    >
    > 4) oppure mai provato a misurare sotto una
    > lampada a risparmio energetico? magari cinese? le
    > quali sono dappertutto anche sul comodino vicino
    > al bambino che legge o studia?
    > Sorride))

    e poi inoltre bisogna considerare che l'energia delle onde diminuisce con il quadrato della distanza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)