USA, fuorilegge il software copia-DVD

Clamorosa la sentenza con cui si chiude il primo grado di un procedimento che ha giudicato illecita la vendita di programmi che consentono di copiare DVD. C'è una settimana di tempo per chi vuole comprare DVDXCOPY. Bollino FBI su CD e DVD

USA, fuorilegge il software copia-DVDWashington (USA) - Molti se lo attendevano ma arriva comunque con tutta l'irruenza di un fulmine nella tempesta la notizia che un giudice federale statunitense ha deciso che vendere un software pensato per consentire la copia di DVD è illegale.

La vicenda è quella stranota di DVDXCOPY, programmino di 321 Studios che gode di una notevole popolarità, un software che è stato denunciato a più riprese dalle major di Hollywood della MPAA e dall'industria della DVD Copy Control Association.

La sentenza sfavorevole al software si deve al fatto che incorpora un sistemino che consente di aggirare le protezioni poste dagli studios sui DVD in commercio. Il giudice ritiene che la presenza di questo strumento di ripping invalidi le tesi della difesa.
321 Studios, infatti, aveva ricordato che le leggi americane sul diritto d'autore consentono a chi acquista un DVD di farne una copia per uso personale, sotto le protezioni cosiddette del "fair use". Stando all'azienda il software è rivolto ai consumatori a cui, nel caso di rottura del DVD, non viene garantita una seconda copia "ufficiale" di quanto acquistato.

Secondo le major della MPAA, la continuata distribuzione del software potrebbe danneggiare l'industria della cinematografia nell'ordine dei miliardi di dollari di mancate entrate.

Sulla vicenda è intervenuta anche la Electronic Frontier Foundation secondo cui quando il Congresso ha varato le leggi sul copyright "certamente non intendeva eliminare qualsiasi forma di copia da parte dei consumatori. L'interpretazione che fa della legge questo giudice (..) rende illegale qualsiasi strumento che consenta, a chi compra, di copiare i propri DVD".

Va detto, ad ogni modo, che la società non intende smettere di produrre e distribuire DVDXCOPY. 321 Studios, infatti, ha la possibilità di scorporare il ripper dal proprio software e lasciare che gli utenti, su Internet, trovino ed installino quello che serve loro per avere il programma "completo". Ed è proprio questa la strategia tecnica già annunciata dai manager di 321 Studios che rimangono comunque convinti della bontà della propria linea legale, con il ricorso in appello.

Ma ad alzare una certa polvere nelle scorse ore in tema di pirateria informatica è stato un annuncio che ha del clamoroso, sebbene ben si sposi con la campagna di sensibilizzazione e informazione lanciata in grande stile dalle major del disco e del cinema. L'FBI ha infatti autorizzato formalmente i produttori di CD e DVD ad apporre sui dischi in vendita il logo FBI.

Questa autrorizzazione sarebbe stata concessa per il fatto che una parte consistente delle risorse della polizia federale sono impiegate proprio nella repressione dei fenomeni di pirateria informatica, motivo per il quale l'FBI ritiene necessario impiegare il proprio nome per contribuire alla riduzione del fenomeno. I responsabili del dipartimento di sicurezza informatica dell'FBI contano sull'efficacia deterrente di questo nuovo bollino che avrà la funzione di ricordare che la duplicazione selvaggia è un errore non solo perché viola le norme federali sul diritto d'autore ma anche perché le pene previste nei casi più gravi arrivano fino a 5 anni di carcere e 250mila dollari di sanzione amministrativa.

Il bollino dell'FBI, dunque, avrebbe la funzione di avvertire sprovveduti pirati che fare commercio di quanto illegalmente riproducono significa avere la polizia federale sul collo. Funzionerà?
137 Commenti alla Notizia USA, fuorilegge il software copia-DVD
Ordina
  • Ma scaricate DVD shrink; è gratis e non lo ferma nessuno.
    non+autenticato
  • Concordo usate qualsiasi software per copiare i dvd e viva la copia dei dvd
    non+autenticato
  • VIVA LA COPIA DEI DVD
    non+autenticato
  • Non so se avete letto che ora anche le biblioteche dovranno pagare la SIAE...
    In effetti non si spiegava come mai la SIAE risquotesse tangenti su audio e videonoleggio e non sul più antico dei mezzi di comunicazione di massa, il libro.
    Probabilmente il mercato dei libri non è abbastanza lucroso da avviare guerre di religione, ma adesso la strategia deve cambiare...
    Bisogna inculcare nelle menti dei consumatori che i diritti d'autore sono il bene supremo... Per accedere a tale bene esiste un solo modo, pagare!
    Se fin ora ci sono state eccezioni queste devono scomparire.
    Presto tutto lo scibile umano potrà essere digitalizzato, ma questo non deve significare libera circolazione dell'informazione, tuttaltro.
    Bisogna combattere chi si appropria abbusivamente di sequenze di bit, anzi, nessuno tranne la SIAE può arrogare diritti su dette sequenze, queste non possono essere vendute.
    Quando compro qualcosa la possiedo, ma non è così coi bit della SIAE. Anche se sono miei non posso copiarli, non posso studiare gli algoritmi di protezione, ne tantomeno publicare o utilizzare i risultati di tali studi...

    E adesso qualcuno venga a raccontarmi che il popolo del P2P lotta solo per poter scoccare qualche mp3!!!!
    non+autenticato
  • Mahhhh! Ancora una volta gli USA si dimostrano un paese "illiberale"...insomma la democrazia va "data" solamente a chi "ha i soldi" (vedi le grandi case di distribuzione ed altro!).
    La preoccupazione maggiore, per quanto mi riguarda, è che noi paesi liberali (o liberististi?) non prendiamo ad esempio questa sentenza che ha del "ridicolo". Mi viene sempre da pensare che se un programma che permetta la copia ( e parlo di copia per uso personale perchè tutti noi "civilizzati" siamo contrari a copie illegali!) venga messo al bando solamente perchè all'interno ha un ripping...(?) l'ho scritto bene? Che poi non sarebbe altro che un qualche accidenti che permette di bypassare (bella parola) la protezione che si trova sul DVD. Bene mi domando ancora una volta: "E' illegale cotruire e vendere masterizzatori che permettono la copia di film o altro?". Chi sa rispondere alla domanda?
    Adda venì baffone!

    saiuz
  • - Scritto da: saiuz
    > Bene mi
    > domando ancora una volta: "E' illegale
    > cotruire e vendere masterizzatori che
    > permettono la copia di film o altro?". Chi
    > sa rispondere alla domanda?

    Bella domanda... Per ora e' ancora legale, ma chissa' per quanto ancora? Ormai il clima sta virando verso la paranoia.

    Prima sviluppano la tecnologia, la spingono, creano il bisogno, da bravi markettari.
    Poi, ci ripensano, e vogliono limitare la stessa tecnologia a colpi di legge.

    A me pare folle, la "tecnologia", che sia il masterizzatore RAW MODE, o un P2P o il "comesifaunmp3", una volta che l'hai rilasciata, non la puoi richiamare indietro. Almeno, con quale plausibile ed accettabile motivazione?

    Mah...
    Rey_
    146
  • Dopo le Twin Towers, hanno intenzione di distrarre i soldi dei contribuenti per dare la caccia ai ragazzini, o spettano che gli tirino giù il terzo palazzo per tornare a perseguire i terroristi?
    non+autenticato
  • Loro combattono i pirati e i bucanieri micca i terroristi.....

    Poi gli appiccicano un bollino in fronte e via !!!!!!
    Tanto che gli frega se salta giù un altro palazzo l' importante è che non sia la sede della riaa no???

    non+autenticato
  • visto che ci sono perche nn vietare anche qualsiasi cosa legga o scriva su cd-r cd-rw dvd-r dvd-rw.
    mi sembra che più si va avanti e più si sfocia nel ridicolo!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Sappiamo tutti che è una legge per salvare le reti del berlusca fin qui ok....

    Io ne ho visto uno.... dovrebbe funzionare più o meno così :
    col digitale terrestre la comunicazione è bidirezionale...infatti sul retro del dispositivo c' è una presa per il doppino telefonico.....quindi ogni volta che interagisci con la tivu fai una telefonata ..... e via soldi a spalettate nel water !!!!
    non+autenticato
  • sui canali tematici on demand credo di sì.. sul resto dubito assai... chi si abbonerebbe a mediaset o a rai, discorso canone a parte? se levassero sto cazzo di canone invece ci si potrebbe anche pensare ...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 41 discussioni)