Microsoft respinge le accuse di Real

Il big di Redmond fa notare ai giudici americani che un'azienda che detiene il 20 e passa per cento del mercato non ha titolo per affermare di essere schiacciata dalla propria piattaforma Windows Media

Washington (USA) - Con 31 pagine di argomentazioni, Microsoft ha negato di aver utilizzato la propria posizione sul mercato dei sistemi operativi per tentare di competere illegalmente con i suoi rivali, in particolare con RealNetworks che l'ha denunciata accusandola di concorrenza sleale.

Microsoft ha in particolare posto l'accento sul fatto che il mercato di riferimento per entrambe le aziende, quello delle piattaforme Media, Ŕ un settore estremamente competitivo nel quale le stime di societÓ di rilevazione come Nielsen//NetRatings parlano di quote attorno al 34,5 per cento per Microsoft, 20,2 per cento per Real e 9,6 per cento per Apple.

Nella memoria presentata da Microsoft si sostiene che Real non pu˛ dimostrare di aver subito una concorrenza illegale e, dunque, si rimanda al mittente la richiesta avanzata dall'accusa di ottenere un miliardo di dollari di danni, una cifra che, dovesse vincere Real, diventerebbe un riferimento anche per altri player del settore ostili a Microsoft.
Microsoft ricorda come gli utenti di Real siano, per ammissione dell'azienda, circa 300 milioni, segno evidente secondo il big di Redmond che non esiste un problema di distribuzione per i software Real, come invece sostenuto da quest'ultima.

L'azienda di Bill Gates ha anche negato di aver stretto accordi fraudolenti con i produttori di PC per isolare il software della rivale, un argomento che alza l'interesse, viste anche le considerazioni che su questo stesso fronte si fanno in seno alle autoritÓ antitrust europee. Come si ricorderÓ, proprio il ruolo di mercato di Windows Media Player integrato a Windows Ŕ al centro dell'attuale procedimento nell'Unione Europea.
TAG: mercato
15 Commenti alla Notizia Microsoft respinge le accuse di Real
Ordina
  • Cosa vogliamo aspettare ? che finisca come Netscape ????

    Ok, oggi detiene ancora un 20%, ma e' un 20% dovuto dalla pressione monopolistica, e quel 20% potrebbe nel giro di pochi mesi diventare anche molto meno.

    E' giusta la concorrenza, ma una concorrenza giusta....che generalmente non fa parte dell' "essere" di Microsoft.
    non+autenticato
  • scusa, ma tu non hai mai usato realplayer, giusto? almeno non negli ultimi anni..

    RP e' un cesso di software, con tanto di tsr residente in memoria che contatta real.com per mandarti spam sul desktop, il software e' lentissimo e pure bruttino.. in molte delle sue versioni contiene uno spywere che controlla il tipo di musica che ascolti per poi mandare tutte le info a real.com.. e poi questi si lamentano del perche' sono solo al 20%?!?!?!?!?!?!?!?

    io per la compatibilita' con real uso (come molti altri) "real alternative".. Real non mi avra' mai!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > io per la compatibilita' con real uso (come
    > molti altri) "real alternative".. Real non
    > mi avra' mai!!

    vale lo stesso per Microsoft
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > scusa, ma tu non hai mai usato realplayer,
    > giusto? almeno non negli ultimi anni..
    >
    > RP e' un cesso di software, con tanto di tsr
    > residente in memoria che contatta real.com
    > per mandarti spam sul desktop, il software
    > e' lentissimo e pure bruttino.. in molte
    > delle sue versioni contiene uno spywere che
    > controlla il tipo di musica che ascolti per
    > poi mandare tutte le info a real.com.. e poi
    > questi si lamentano del perche' sono solo al
    > 20%?!?!?!?!?!?!?!?
    >
    > io per la compatibilita' con real uso (come
    > molti altri) "real alternative".. Real non
    > mi avra' mai!!

    E' vero. è un cesso di software, spero che fallisca presto ma spero NON a causa di microsoft, ma per una LIBERA scelta del mercato
    non+autenticato
  • Io penso che real faccia business con il server e non con il player.
    La soluzione potrebbe essere imporre a microsoft di supportare sul media player il protocollo rtsp e il formato rm (come fanno tutti i player su Linux)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io penso che real faccia business con il
    > server e non con il player.
    > La soluzione potrebbe essere imporre a
    > microsoft di supportare sul media player il
    > protocollo rtsp e il formato rm (come fanno
    > tutti i player su Linux)

    bravo e allora perchè dovresti comprarti il server real se quello M$ ti da il supporto rm ed è pure gratis?

    è questo il problema: M$ inserisce gratis sul suo Wincess 2k server il server di streaming, Real lo fa pagare...

    mi stupisco che Real sia ancora al 20% e non abbia già fatto la fine di Netscape...M$ allora usò la stessa tecnica:Explorer era l'alternativa gratuita rispetto a Netscape...


    semplice ma diabolico...


    FinalCut
    non+autenticato
  • Forse mi sono spiegato male: io parlavo del player

    " Come si ricorderà, proprio il ruolo di mercato di Windows Media Player integrato a Windows è al centro dell'attuale procedimento nell'Unione Europea."

    Io ho semplicemente immaginato uno scenario in cui il palyer di windows integrato con il SO sia in grado di accedere a contenuti multimediali in formato rm. Non ho mai detto che windows media server dovrebbe fare stream di contenuti rm.

    Chiaro il concetto?

    Comunque i motivi per scegliere real server sono:
    1)E' multipiattaforma
    2) Riesce a fare lo stream anche del formato asf e wma
    3) ......


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Forse mi sono spiegato male: io parlavo del
    > player
    >
    > Io ho semplicemente immaginato uno scenario
    > in cui il palyer di windows integrato con il
    > SO sia in grado di accedere a contenuti
    > multimediali in formato rm.

    In questo modo erodi ulteriormente la percentuale di installato di Real (dato che basta WMP per leggere i .rm) e senza una "base di installato" ampia chi vuoi che se lo compri il server?

    Explorer legge le stesse pagine di Netscape, ....
    ....se fossero stati incompatibili Explorer l'avrebbe presa nel *ulo, visto che è arrivato sul mercato con 4 anni di ritardo...

    > Chiaro il concetto?
    >

    ...chiaro il concetto?

    > Comunque i motivi per scegliere real server
    > sono:
    > 1)E' multipiattaforma
    > 2) Riesce a fare lo stream anche del formato
    > asf e wma
    > 3) ......

    3) Mi pare costi qualcosina come 50.000 $ o giù di li...dipende dalle Lincense Fee

    I motivi per scegliere il M$ server sono:
    1) E' Gratis
    2) Lo trovi pre-installato su Win 2k Server e succ.
    3) Hai i client illimitati (No License Fee)

    ...a che *zzo serve un player che legga i .rm?

    ...chiaro il concetto?

    FinalCut
    non+autenticato
  • Il formato RealMedia e' stato reso aperto, e ci sono moltissimi programmi per lo streaming liberi che ne fanno uso.

    Se il formato Real fosse implementato anche in Windows Media, sarebbe di sicuro piu' usato.

    Se io dovessi scegliere tra i due formati di certo non sceglierei il formato proprietario di M$, ma il formato (ora) libero di Real.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se io dovessi scegliere tra i due formati di
    > certo non sceglierei il formato proprietario
    > di M$, ma il formato (ora) libero di Real.

    ...già ma il mondo gira in maniera diversa, se io dovessi scegliere non metterei dei dati "importanti" per la mia azienda su un server M$...ma sai...c'è chi lo fa...

    FinalCut

    PS: io sceglierei un bel mpg4...se la qualità d'immagine conta...
    ;-D
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Se io dovessi scegliere tra i due formati di
    > certo non sceglierei il formato proprietario
    > di M$, ma il formato (ora) libero di Real.
    >

    Se bastasse il fatto di essere aperto, allora potresi tranquillamente rimanere con Microsoft:

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=45170

    Non è che c'è la solita sindrome del "qualsiasicosamanonmicrosoft"?
    non+autenticato