Gli USA coltivano la sorveglianza totale

I progetti dell'ammiraglio Pointdexter sono tutt'altro che defunti e vengono portati avanti da diverse entità. L'obiettivo è incrociare tutti i dati possibili per prevenire attacchi terroristici. Con un occhio particolare sui non-americani

Gli USA coltivano la sorveglianza totaleWashington (USA) - Per far digerire meglio le proprie attività ai sostenitori della privacy e dei diritti civili, i responsabili di alcuni preoccupanti progetti governativi americani basati sul monitoraggio dell'individuo sottolineano che a venire presi di mira non sono tanto i cittadini americani quanto gli stranieri che si trovano nel paese o, più in generale, gli stranieri.

Questa la difesa fin qui fornita da fonti governative dinanzi all'allarme lanciato nelle scorse ore dalla Federazione degli scienziati americani che ha rivelato ad Associated Press come i progetti che facevano parte del contestatissimo programma Total Information Awareness (TIA) dell'ammiraglio Pointdexter sono vivi e vegeti. Vanno avanti anche se il Congresso ha tagliato i fondi e chiuso l'ufficio dello stesso Pointdexter in seno al DARPA, il centro progetti avanzati della Difesa statunitense.

Nello stornare i fondi del TIA, il Congresso ha mantenuto lo stanziamento di 64 milioni di dollari a favore di una agenzia di cui si sa pochino, la ARDA, ossia "Advanced Research and Development Activity". Da questa agenzia, le cui attività sono in gran parte classificate e non accessibili al pubblico, verrebbero finanziati una serie di progetti di data mining studiati per incrociare le informazioni provenienti da database pubblici e militari con quelle di database privati e commerciali.
La missione ufficiale dell'ARDA è quella di sviluppare strumenti software e hardware che consentano di intercettare le comunicazioni dell'intelligence straniera, attività dunque strettamente legate al controspionaggio.

Stando a quanto fin qui emerso, i progetti sostenuti da ARDA, che coinvolgono imprese americane ma anche laboratori di ricerca universitari e alcune importanti menti della ricerca scientifica statunitense, riprendono alla lettera le ricerche finalizzate alla realizzazione del TIA. Persino alcuni dei nomi che erano stati coinvolti da Pointdexter nel TIA ora hanno contatti diretti con ARDA per la realizzazione di potenti piattaforme di data mining.

"L'intera azione parlamentare - ha spiegato un esponente della Federazione - ricorda il gioco delle tre carte. Per loro probabilmente ci può essere una differenza sufficiente tra i progetti per poter dichiarare che il TIA viene cancellato mentre dal punto di vista pratico i suoi obiettivi continuano ad essere al centro di altri studi".

Ciò si deve al fatto che il Congresso, pur decidendo che il TIA sollevava troppe preoccupazioni sul fronte della privacy per poter essere appoggiato, non ha però ritenuto di cancellare le linee di finanziamento verso la realizzazione di software dedicato che potesse aiutare le attività di intelligence nella prevenzione anti-terroristica. Ma se il TIA era stato messo in discussione in mezzo mondo, Italia compresa, dei nuovi progetti al momento si sa poco o nulla.
110 Commenti alla Notizia Gli USA coltivano la sorveglianza totale
Ordina
  • perchè prima o poi questi signori diverranno troppo arroganti e la gente FINALMENTE si romperà i c......
    non+autenticato
  • Se volete capire meglio quello che sta succedendo giocate a Deus Ex o leggetevi la trama.
    Poi tenete conto che è uscito _prima_ dell'11 settembre 2001.
    non+autenticato
  • Perche se critico la politica dei governi USA mi si accusa di antiamericanismo pregiudiziale(ovvero critico la loro politica estera aggressiva,militarista che non tollera critiche)

    Perche Rifondazione è stata accusata di Antisemitismo poiche critica Israele e gli Usa?
    non+autenticato
  • Questo e' il primo passo.

    Per ora, tecnicamente, si sta facendo cio' che si puo', cioe archiviare e mettere in relazione la nostra vita sul lato "digitale" (se conosco il traffico telefonico, le spese, i viaggi, i contatti di una persona so molto molto molto su di lui)

    E' evidente che con questo andazzo, appena sarà possibile, si inizierà a "archiviare" anche quello che ci diciamo via telefono, sms, mail. (il lato "analogico, quello dei contenuti)
    Non a chi ma COSA.

    Il limite, per ora, e' esclusivamente "tecnico" (storage, capacità di calcolo etc)

    Appena possibile, poi, si inizierà ad attuare un "ascolto globale" sul posto di lavoro, nei locali pubblici, in giro..... a casa!!!

    Io non capisco come la gente non capisca che tutto cio' sarà fatto e sarà fatto per CONTROLLARE e REPRIMERE le idee che via via non saranno considerate "non consone".allo statusquo.

    Vi faccio un'esempio della follia di questa situazione.
    Se prima dell'11 Settembre una persona mussulmana, che faceva affari con paesi arabi (quindi email, telefonate, viaggi) era un libero cittadino, al 100% libero di dire e pensare quello che voleva ora, retroattivamente, a prescindere da cosa fa o cosa pensa, viene "evidenziato" come possibile "elemento pericoloso" (ho un'amico pilota, adora i sigari cubani e cio' gli e' costato infiniti casini negli USA dato che la HANNO LO STORICO DI TUTTE LE SUE TELEFONATE fatte dall'europa verso Cuba!!!!)

    Ma se domani, improvvisamente, gli Italiani diventassero "pericolosi"?
    I "biondi"?
    I pacifisti?

    Questo sistema scardina la certezza del diritto, la sicurezza del non commettere reato (che ne so cosa sarà reato tra 10 anni?)

    Perche nessuno si incaxxa adeguatamente?

    Dobbiamo arrivare al punto di SPACCARE TUTTO?
    Ci vorrà una rivoluzione?

    Dovremo distruggere i telai?
    non+autenticato

  • > Dobbiamo arrivare al punto di SPACCARE TUTTO?
    > Ci vorrà una rivoluzione?

    I tuoi compagnucci ci hanno già provato... è stato un disastro...

    Io non capisco invece come non ci si renda conto (al di là di tutte le giuste critiche a provvedimenti come questi) come ci (vi) stiano istillando odio profondo con una semplicità disarmante...
    Poi vi meravigliate di Hitler e Mussolini? Non vi rednete conto che odiate più voi gli americani (identificandoli con il loro governo) che gli ariani gli ebrei?
    Bah!
    non+autenticato

  • > Non vi rednete conto che odiate più
    > voi gli americani (identificandoli con il
    > loro governo) che gli ariani gli ebrei?
    > Bah!

    hai troppo ragione.
    parole sante. bravo.
    non+autenticato
  • opinioni del cavolo...poche idee e troppa ideologia
    non+autenticato
  • Dunque a bruciapelo
    americani che odio:
    Bush, Cheney, Ramsfield (scusa l'ortografia), Charlton Eston
    americani che amo:
    Michael Moore, Bob Dylan, Kevin Smith, Spike Lee, Benicio del Toro, Jhonny Deep, Ralph Nader

    Direi che se vado in america ho quasi il 70% di probabilità di incontrare un americano che amo.
    Nessuno indentifica gli americani con il loro Governo anché perché Bush le elezioni le ha rubate.
    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Dobbiamo arrivare al punto di SPACCARE
    > TUTTO?
    > > Ci vorrà una rivoluzione?
    >
    > I tuoi compagnucci ci hanno già
    > provato... è stato un disastro...
    >
    > Io non capisco invece come non ci si renda
    > conto (al di là di tutte le giuste
    > critiche a provvedimenti come questi) come
    > ci (vi) stiano istillando odio profondo con
    > una semplicità disarmante...
    > Poi vi meravigliate di Hitler e Mussolini?
    > Non vi rednete conto che odiate più
    > voi gli americani (identificandoli con il
    > loro governo) che gli ariani gli ebrei?
    > Bah!

    Fancamente mi sembri un poverino sopratutto di "spirito":
    forse un poco di storia non ti fa male:

    1) gli americani sono quelli che hanno fatto una rivoluzione basata sul pensiero illuminista (franklin ecc.) di matrice europea.
    La costituzione nata da tale rivoluzione contiene principi universali (e il primo emendamento) un tantino fondamentali....

    2) non so se ti risulta ma in europa (e nel mondo) dalla rivoluzione francese sono nate cosucce come la dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.... oltre che principi universalmente riconosciuti come base della liberta' e democrazia (in tutto il mondo).

    3) tentare di fare credere che le critiche, sottolineo GIUSTE e anche FEROCI, che gli stessi americani (non i compagnucii di qualcuno) fanno a questo stato di cose, sia razzismo o antiamericanismo o (qualunque altra ipernbole ti voglia inventare) e' oltre che ridicolo profondamente ANTIDEMOCRATICO per il semplice fatto che tende ha lo scopo di chiudere la bocca tramite accuse e argomenti FALSI e INVENTATI.

    Ti consiglio vivamente di:
    a) cominciare (se sei in buona fede) cominciare a pensare con la tua testa e verificare le cose.

    b) trovare (se pensi di riuscirci) la relazione tra la raccolta di dati e informazioni private e personali oltre che biometrici e eventuali attentati/attentatori (passati presenti e futuri) ... penso ti sara' difficile! fino ad ora cio' che risulta e' che gli arei dell' 11 settembre erano partiti (e diretti) da e per il territorio U.S.A. e che tutti i terroristi erano dotati di documenti PERFETTAMENTE VALIDI!...
    Buona fortuna!

    c) non sarebbe male (a proposito di compagnucci) cominciare a guardarrsi attorno... certa gente non mi pare si sia fatta scrupolo di fare migliaia di morti tra i propri soldati e tra la popolazione civile adducendo come scusa GROSSOLANE MENZOGNE sul rapporto (indimostrato e indimostrabile) tra le "armi di distruzione di massa" (tuttora non trovate) e terrorismo... mi pare di ricordare che le cosidette "armi" impiegate l'11 settembre non avessero (cutter da ufficio) una grande relazione ne con la tecnologia ne con l'iraq.
    A tutt'oggi tutti gli attentati eseguiti IN TUTTO IL MONDO fanno uso di strumenti che non hanno nessun rapporto con la tecnologia quanto invece con la fragilita' e la complessita' delle "societa' altamente organizzate" e con la terribile determinazione di pochi individui disposti a tutto.

    La prossima volta ... pensaci su!A bocca aperta
    non+autenticato

  • premetto che non sono quello che ha iniziato il thread.

    > 1) gli americani sono quelli che hanno fatto
    > una rivoluzione basata sul pensiero
    > illuminista (franklin ecc.) di matrice
    > europea.
    > La costituzione nata da tale rivoluzione
    > contiene principi universali (e il primo
    > emendamento) un tantino fondamentali....
    > 2) non so se ti risulta ma in europa (e nel
    > mondo) dalla rivoluzione francese sono nate
    > cosucce come la dichiarazione universale dei
    > diritti dell'uomo.... oltre che principi
    > universalmente riconosciuti come base della
    > liberta' e democrazia (in tutto il mondo).

    e quindi? dove vuoi arrivare? che questi principi sono stati violati? ok, ma che c'entra con l'intervento a cui stai rispondendo?

    > 3) tentare di fare credere che le critiche,
    > sottolineo GIUSTE e anche FEROCI, che gli
    > stessi americani (non i compagnucii di
    > qualcuno) fanno a questo stato di cose, sia
    > razzismo o antiamericanismo o (qualunque
    > altra ipernbole ti voglia inventare) e'
    > oltre che ridicolo profondamente
    > ANTIDEMOCRATICO per il semplice fatto che
    > tende ha lo scopo di chiudere la bocca
    > tramite accuse e argomenti FALSI e
    > INVENTATI.

    questo e' il punto.
    fare critiche, anche feroci e' anche lecito. una critica puo' essere un atto d'amore e d'ammirazione. se si rispetta e si ama cio' che un paese incarna o vorrebbe incarnare.
    c'e' modo e modo anche di criticare. quelle che si leggono spesso qui, non sono critiche. sono solo manifestazioni di pregiudizi, odio incondizionato e via estremizzando.
    nessuno vuole chiudere la bocca a nessuno. che continuino pure a urlare il loro odio e i loro ciechi pregiudizi. prego, si accomodino.
    quando avranno sfogato cosi' le loro frustrazioni e vorranno discutere in modo razionale, noi siamo qui.

    > Ti consiglio vivamente di:
    > a) cominciare (se sei in buona fede)
    > cominciare a pensare con la tua testa e
    > verificare le cose.

    sentiamo...

    > b) trovare (se pensi di riuscirci) la
    > relazione tra la raccolta di dati e
    > informazioni private e personali oltre che
    > biometrici e eventuali attentati/attentatori
    > (passati presenti e futuri) ... penso ti
    > sara' difficile! fino ad ora cio' che
    > risulta e' che gli arei dell' 11 settembre
    > erano partiti (e diretti) da e per il
    > territorio U.S.A. e che tutti i terroristi
    > erano dotati di documenti PERFETTAMENTE
    > VALIDI!...
    > Buona fortuna!

    e quindi?

    > c) non sarebbe male (a proposito di
    > compagnucci) cominciare a guardarrsi
    > attorno... certa gente non mi pare si sia
    > fatta scrupolo di fare migliaia di morti tra
    > i propri soldati e tra la popolazione civile
    > adducendo come scusa GROSSOLANE MENZOGNE sul
    > rapporto (indimostrato e indimostrabile) tra
    > le "armi di distruzione di massa" (tuttora
    > non trovate) e terrorismo... mi pare di
    > ricordare che le cosidette "armi" impiegate
    > l'11 settembre non avessero (cutter da
    > ufficio) una grande relazione ne con la
    > tecnologia ne con l'iraq.

    continuo a non capire dove vuoi arrivare.

    > A tutt'oggi tutti gli attentati eseguiti IN
    > TUTTO IL MONDO fanno uso di strumenti che
    > non hanno nessun rapporto con la tecnologia
    > quanto invece con la fragilita' e la
    > complessita' delle "societa' altamente
    > organizzate" e con la terribile
    > determinazione di pochi individui disposti a
    > tutto.

    su questo posso anche essere d'accordo. ma che c'entra? cosa vuoi dimostrare?
    il post iniziale riguardava l'odio antiamericano "a prescindere" che trasuda da questi forum. non capisco che senso ha la tua risposta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > premetto che non sono quello che ha iniziato
    > il thread.

    e io neppure!

    >
    > > 1) gli americani sono quelli che hanno
    > fatto
    > > una rivoluzione basata sul pensiero
    > > illuminista (franklin ecc.) di matrice
    > > europea.
    > > La costituzione nata da tale rivoluzione
    > > contiene principi universali (e il primo
    > > emendamento) un tantino fondamentali....
    > > 2) non so se ti risulta ma in europa (e
    > nel
    > > mondo) dalla rivoluzione francese sono
    > nate
    > > cosucce come la dichiarazione
    > universale dei
    > > diritti dell'uomo.... oltre che principi
    > > universalmente riconosciuti come base
    > della
    > > liberta' e democrazia (in tutto il
    > mondo).
    >
    > e quindi? dove vuoi arrivare? che questi
    > principi sono stati violati? ok, ma che
    > c'entra con l'intervento a cui stai
    > rispondendo?

    Non tutti quelli che "spaccano tutto" portano a risultati "sovietici" Occhiolino

    >
    > > 3) tentare di fare credere che le
    > critiche,
    > > sottolineo GIUSTE e anche FEROCI, che
    > gli
    > > stessi americani (non i compagnucii di
    > > qualcuno) fanno a questo stato di cose,
    > sia
    > > razzismo o antiamericanismo o (qualunque
    > > altra ipernbole ti voglia inventare) e'
    > > oltre che ridicolo profondamente
    > > ANTIDEMOCRATICO per il semplice fatto
    > che
    > > tende ha lo scopo di chiudere la bocca
    > > tramite accuse e argomenti FALSI e
    > > INVENTATI.
    >
    > questo e' il punto.
    > fare critiche, anche feroci e' anche lecito.
    > una critica puo' essere un atto d'amore e
    > d'ammirazione. se si rispetta e si ama cio'
    > che un paese incarna o vorrebbe incarnare.
    > c'e' modo e modo anche di criticare. quelle
    > che si leggono spesso qui, non sono
    > critiche. sono solo manifestazioni di
    > pregiudizi, odio incondizionato e via
    > estremizzando.
    > nessuno vuole chiudere la bocca a nessuno.
    > che continuino pure a urlare il loro odio e
    > i loro ciechi pregiudizi. prego, si
    > accomodino.
    > quando avranno sfogato cosi' le loro
    > frustrazioni e vorranno discutere in modo
    > razionale, noi siamo qui.

    Mi pare che il pregiudizio (fino a prova contraria) sia nell'accostare Mussolini e hitler (o stalin) a chi "osa criticare" l'atteggiamento illiberale della attuale amministrazione amaricana non cercare di rivoltare la frittata amico mio! Occhiolino

    >
    > > Ti consiglio vivamente di:
    > > a) cominciare (se sei in buona fede)
    > > cominciare a pensare con la tua testa e
    > > verificare le cose.
    >
    > sentiamo...

    basta leggere sotto !

    >
    > > b) trovare (se pensi di riuscirci) la
    > > relazione tra la raccolta di dati e
    > > informazioni private e personali oltre
    > che
    > > biometrici e eventuali
    > attentati/attentatori
    > > (passati presenti e futuri) ... penso ti
    > > sara' difficile! fino ad ora cio' che
    > > risulta e' che gli arei dell' 11
    > settembre
    > > erano partiti (e diretti) da e per il
    > > territorio U.S.A. e che tutti i
    > terroristi
    > > erano dotati di documenti PERFETTAMENTE
    > > VALIDI!...
    > > Buona fortuna!
    >
    > e quindi?

    E quindi se si sostiene che "va tutto bene madama la marchesa" bisogna provare l'efficia delle misure di "sorveglianza" oppure ammettere (come mi pare incontrovertibile) la reale inefficacia rispetto allo scopo (prevenire il terrorismo)... come i fatti (non le chiacchere) dimostrano!
    ... madama la marchesa!

    >
    > > c) non sarebbe male (a proposito di
    > > compagnucci) cominciare a guardarrsi
    > > attorno... certa gente non mi pare si
    > sia
    > > fatta scrupolo di fare migliaia di
    > morti tra
    > > i propri soldati e tra la popolazione
    > civile
    > > adducendo come scusa GROSSOLANE
    > MENZOGNE sul
    > > rapporto (indimostrato e
    > indimostrabile) tra
    > > le "armi di distruzione di massa"
    > (tuttora
    > > non trovate) e terrorismo... mi pare di
    > > ricordare che le cosidette "armi"
    > impiegate
    > > l'11 settembre non avessero (cutter da
    > > ufficio) una grande relazione ne con la
    > > tecnologia ne con l'iraq.
    >
    > continuo a non capire dove vuoi arrivare.
    >
    > > A tutt'oggi tutti gli attentati
    > eseguiti IN
    > > TUTTO IL MONDO fanno uso di strumenti
    > che
    > > non hanno nessun rapporto con la
    > tecnologia
    > > quanto invece con la fragilita' e la
    > > complessita' delle "societa' altamente
    > > organizzate" e con la terribile
    > > determinazione di pochi individui
    > disposti a
    > > tutto.
    >
    > su questo posso anche essere d'accordo. ma
    > che c'entra? cosa vuoi dimostrare?
    > il post iniziale riguardava l'odio
    > antiamericano "a prescindere" che trasuda da
    > questi forum. non capisco che senso ha la
    > tua risposta.

    L'odio antiamericano non ha nulla a che vedere con la constatazione che questa amministrazione di disonesti mentitori e delinquenti sta sfruttando ai propri fini la paura della gente per imporre misure che privano i loro e i nostri cittadini di diritti fondamentali con una mano e con l'altra propagandano l'efficacia di tali misure promettendo una "contropartita" sul piano della sicurezza che NON ESISTE!

    Altro che odio!A bocca aperta
    non+autenticato

  • > Non tutti quelli che "spaccano tutto"
    > portano a risultati "sovietici"Occhiolino

    ok, sono d'accordo con te. il riferimento ai compagnucci, non l'ho capito nemmeno io.

    > Mi pare che il pregiudizio (fino a prova
    > contraria) sia nell'accostare Mussolini e
    > hitler (o stalin) a chi "osa criticare"
    > l'atteggiamento illiberale della attuale
    > amministrazione amaricana non cercare di
    > rivoltare la frittata amico mio!Occhiolino

    io non rivolto la frittata. il post accusava molti commentatori di questi forum di essere tanto pieni di odio antiamericano quanto i nazisti lo erano di antisemitismo.
    questo non ha nulla a che fare con il contenuto delle critiche, ma piuttosto con il modo in cui vengono portate e qualche volta con i (s)ragionamenti e pregiudizi che ci sono dietro.

    > E quindi se si sostiene che "va tutto bene
    > madama la marchesa" bisogna provare
    > l'efficia delle misure di "sorveglianza"
    > oppure ammettere (come mi pare
    > incontrovertibile) la reale inefficacia
    > rispetto allo scopo (prevenire il
    > terrorismo)... come i fatti (non le
    > chiacchere) dimostrano!
    > ... madama la marchesa!

    nessuno ha detto che va tutto bene. ma, ripeto, c'e' modo e modo di dire che va male.

    > L'odio antiamericano non ha nulla a che
    > vedere con la constatazione che questa
    > amministrazione di disonesti mentitori e
    > delinquenti sta sfruttando ai propri fini la
    > paura della gente per imporre misure che
    > privano i loro e i nostri cittadini di
    > diritti fondamentali con una mano e con
    > l'altra propagandano l'efficacia di tali
    > misure promettendo una "contropartita" sul
    > piano della sicurezza che NON ESISTE!

    te lo ripeto posso anche essere d'accordo con te sulle critiche a questa amministrazione e a questa notizia in particolare, ma non ha niente a che fare con certi commenti che si leggono in questo forum. In alcuni thread si leggono cose che posso solo sperare gli autori non pensino davvero, fantasie e paranoie malate, veleno, odio, pregiudizi, accuse nfondante, falsa propaganda e via cosi' negli aspetti peggiori della mente umana.
    io non dico che l'america non abbia colpe o sia esente da critiche. esiste un paese che lo e'? ma possibile che per questa gente non abbia mai fatto niente di buono? cos'e' il grande satana, la fonte di ogni male? mordor?
    per favore, se lo facciamo per fare divertirci a fare polemica e ad esagerare volutamente passi, ma non mi sembra sia cosi'.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Non tutti quelli che "spaccano tutto"
    > > portano a risultati "sovietici"Occhiolino
    >
    > ok, sono d'accordo con te. il riferimento ai
    > compagnucci, non l'ho capito nemmeno io.
    >
    > > Mi pare che il pregiudizio (fino a prova
    > > contraria) sia nell'accostare Mussolini
    > e
    > > hitler (o stalin) a chi "osa criticare"
    > > l'atteggiamento illiberale della attuale
    > > amministrazione amaricana non cercare di
    > > rivoltare la frittata amico mio!Occhiolino
    >
    > io non rivolto la frittata. il post accusava
    > molti commentatori di questi forum di essere
    > tanto pieni di odio antiamericano quanto i
    > nazisti lo erano di antisemitismo.
    > questo non ha nulla a che fare con il
    > contenuto delle critiche, ma piuttosto con
    > il modo in cui vengono portate e qualche
    > volta con i (s)ragionamenti e pregiudizi che
    > ci sono dietro.

    Il post e' proprio per questo uno "sragionamento" basato sul "pegiudizio" che accosta arbitrariamente le critiche all'odio antisemita e ad altra immondizia di questo tipo.
    Mi pare ovvio che questo accostamento venga giudicato scopertamente per quello che e' :
    VOLGARE DIFFAMAZIONE e
    VOLGARE TENTATIVO DI CHIUDERE LE CRITICHE INVECE DI DISCUTERLE!

    >
    > > E quindi se si sostiene che "va tutto
    > bene
    > > madama la marchesa" bisogna provare
    > > l'efficia delle misure di "sorveglianza"
    > > oppure ammettere (come mi pare
    > > incontrovertibile) la reale inefficacia
    > > rispetto allo scopo (prevenire il
    > > terrorismo)... come i fatti (non le
    > > chiacchere) dimostrano!
    > > ... madama la marchesa!
    >
    > nessuno ha detto che va tutto bene. ma,
    > ripeto, c'e' modo e modo di dire che va
    > male.

    No l'unico modo di dire che le cose vanno male E' DIRE CHE VANNO MALE!
    dire che vanno "benino" o "maluccio" significa mentire!

    Se una cosa va male va male e basta!

    >
    > > L'odio antiamericano non ha nulla a che
    > > vedere con la constatazione che questa
    > > amministrazione di disonesti mentitori e
    > > delinquenti sta sfruttando ai propri
    > fini la
    > > paura della gente per imporre misure che
    > > privano i loro e i nostri cittadini di
    > > diritti fondamentali con una mano e con
    > > l'altra propagandano l'efficacia di tali
    > > misure promettendo una "contropartita"
    > sul
    > > piano della sicurezza che NON ESISTE!
    >
    > te lo ripeto posso anche essere d'accordo
    > con te sulle critiche a questa
    > amministrazione e a questa notizia in
    > particolare, ma non ha niente a che fare con
    > certi commenti che si leggono in questo
    > forum. In alcuni thread si leggono cose che
    > posso solo sperare gli autori non pensino
    > davvero, fantasie e paranoie malate, veleno,
    > odio, pregiudizi, accuse nfondante, falsa
    > propaganda e via cosi' negli aspetti
    > peggiori della mente umana.

    Il post da cui eri partito non ha nessuna e ripeto dico NESSUNA! delle caratteristiche da te citate!

    Quindi? a quale post ti riferisci?
    a quello che hai letto solo nella tua fantasia?

    > io non dico che l'america non abbia colpe o
    > sia esente da critiche. esiste un paese che
    > lo e'? ma possibile che per questa gente non
    > abbia mai fatto niente di buono? cos'e' il
    > grande satana, la fonte di ogni male?
    > mordor?
    > per favore, se lo facciamo per fare
    > divertirci a fare polemica e ad esagerare
    > volutamente passi, ma non mi sembra sia
    > cosi'.
    >
    E esagerazioni a parte ? mi vorresti per favore dare la tua opinione su questo documento:

    http://www.gwu.edu/~nsarchiv/news/20010430/northwo...

    grazie?

    Attenzione pero! e' nell'archivio di quei "comunistacci" (e noti antiamericani) della George W. university!A bocca aperta
    non+autenticato

  • > Il post e' proprio per questo uno
    > "sragionamento" basato sul "pegiudizio" che
    > accosta arbitrariamente le critiche all'odio
    > antisemita e ad altra immondizia di questo
    > tipo.
    > Mi pare ovvio che questo accostamento venga
    > giudicato scopertamente per quello che e' :
    > VOLGARE DIFFAMAZIONE e
    > VOLGARE TENTATIVO DI CHIUDERE LE CRITICHE
    > INVECE DI DISCUTERLE!

    a me non sembra per niente un giudizio arbitrario.
    leggiti i post su questo forum.
    poi non vedo perche' URLI e ti incazzi. forse abbiamo toccato un nervo scoperto?

    > No l'unico modo di dire che le cose vanno
    > male E' DIRE CHE VANNO MALE!
    > dire che vanno "benino" o "maluccio"
    > significa mentire!
    > Se una cosa va male va male e basta!

    non hai capito una mazza. leggi quello che scrivo?
    io sto parlando di interventi saturi di odio e veleno, senza nessun tentativo di ragionamento. ci si da addosso, solo perche' sono ammericani.
    mica ho detto di minimizzare i problemi. ma le denuncie si fanno in modo razionale anche se uno e' incazzato. se no e' il solito urlare di ritornelli e slogan da corteo.
    tutti addosso al pupazzo e bruciamo le stelle-strisce. se a te sembra un modo di dire che le cose vanno male.....

    > Il post da cui eri partito non ha nessuna e
    > ripeto dico NESSUNA! delle caratteristiche
    > da te citate!
    > Quindi? a quale post ti riferisci?
    > a quello che hai letto solo nella tua
    > fantasia?

    non sono l'autore di quella risposta ti ho detto quindi non so cosa avesse in mente lui. io mi riferivo al tono generale dei commenti qui e a questo mi sembra si riferisse pure lui.
    i post con le caratteristiche da me citate li trovi in tutti i thread di questo forum.

    > E esagerazioni a parte ? mi vorresti per
    > favore dare la tua opinione su questo
    > documento:
    > www.gwu.edu/~nsarchiv/news/20010430/northwood
    > grazie?

    che cosa vuoi sapere? negli anni '60 si progettavano invasioni contro Cuba? minchia che scoperta! se e' per questo si sono fatte anche schifezze peggiori. e se ne continuano a fare. e allora? la politica e' una cosa sporca, anima innocente!
    conosci qualcuno che si possa salvare? io no. nomina lo stato che vuoi: russia, israele, siria, giordania, egitto, italia, francia, gran bretagna, germania, cina, india, pakistan. solo per dire quelli che mi vengono in mente per primi. ne esiste qualcuno che nella storia piu' o meno recente non abbia fatto schifezze di cui vergognarsi? no, quindi non capisco il tuo atteggiamento.

    > Attenzione pero! e' nell'archivio di quei
    > "comunistacci" (e noti antiamericani) della
    > George W. university!A bocca aperta

    non vedo di cosa dovrei stupirmi. quel documento e' un pezzo di storia, dove vuoi che stia?
    piuttosto chiediti quante delle nazioni sopracitate mettono i loro memorandum riservati con le loro schifezze su internet, sia pure dopo 40 anni.
    poi cerca di capire cosa vuol dire, se puoi articolare un pensierino autonomamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)