Luca Annunziata

Asus, la terza generazione Zen

L'azienda di Taiwan riunisce tutto sotto un solo numero, il 3. Smartphone, smartwatch, laptop, 2in1 e pure tablet. Con tanta attenzione al design

Milano - Dopo l'anteprima mostrata a IFA, anche il Belpaese si merita un debutto ufficiale per la nuova linea Zen che quest'anno è contraddistinta quasi totalmente dal numero 3. ZenFone, ZenWatch, ZenPad, Transformer e ZenBook vengono tutti rinnovati per incorporare novità come i processori Intel Core di settima generazione o nuovi SoC Qualcomm, con il chiaro intento di affermare il marchio Asus come un serio competitor in tutte le categorie di schermo presenti oggi sul mercato.

Iniziamo dagli smartphone, che hanno ricevuto molta attenzione anche nel corso della conferenza stampa: l'offerta è ampia e variegata, ma il pezzo forte della collezione è e resta lo ZenFone 3. Quest'ultimo è disponibile in due versioni, una da 5,2 pollici (ZE520KL) e uno da 5,5 (ZE552KL) entrambe con schermi FullHD e un rapporto tra diagonale del display e dimensione complessiva della superficie frontale che sfiora l'80 per cento (ovvero, bordi dello schermo ridotti). Anteriore e posteriore sono completamente rivestiti di vetro Gorilla Glass con bordi curvi (2.5D), e lo spessore si ferma a 7,69 millimetri. Quest'anno c'è anche un lettore di impronte digitali (rapido, tempo di lettura dichiarato di 0,2 secondi) integrato sul posteriore.



Molta attenzione per il reparto fotografico: un sensore Sony Exmor RS IMX298 da 16 megapixel, abbinato a una lente f/2.0 con stabilizzazione ottica e messa a fuoco automatica tripla (laser, ottica, contrasto di fase), è una configurazione di fascia alta che punta a piazzare lo ZenFone 3 in cima alle classifiche di gradimento degli utenti in questo senso. La ripresa video arriva fino alla risoluzione UHD (4K). Curato anche il reparto audio, con uno speaker studiato con attenzione sia sul lato della composizione che della cassa, che si unisce anche alla certificazione DTS per offrire ottime performance soprattutto con cuffie di alta qualita (HRA) collegate al jack da 3,5mm.
Sotto il cofano ci sono delle novità: Qualcomm Snapdragon 625, un octa-core da 2GHz e realizzato con tecnologia FinFET 14nm, abbinato a 4GB di RAM e 32GB di storage espandibile via microSD. La GPU del nuovo Snapdragon è l'Adreno 506, il modem integrato è l'X9 sempre di Qualcomm che raggiunge fino a 300Mbps quando collegato a una rete LTE compatibile. Non manca ovviamente il WiFi dual-band e MIMO (802.11ac) e un recente connettore USB Type-C per la ricarica e il collegamento ad altri dispositivi.


Diverse varianti sul prodotto sono disponibili sotto altre SKU: lo ZenFone 3 Ultra (ZU680KL) amplia lo schermo fino a 6,8 pollici sempre con tecnologia IPS, la fotocamera diventa da 23 megapixel, attraverso la porta USB Type-C si può trasmettere filmati a una TV (tramite adattatore) fino alla risoluzione FullHD a 60fps. Il SoC montato è uno Snapdragon 652, che incorpora la GPU Adreno 510, e la batteria da 4.600mAh dovrebbe garantire autonomie di ottimo livello (c'è anche la tecnologia Qualcomm Quick Charge 3.0 per la ricarica rapida). Il corpo dello smartphone in questo caso è in metallo, scocca unibody.

Lo ZenFone 3 Max (ZC520TL) è invece la variante con schermo 5,2 pollici ma batteria potenziata: 4.130mAh dovrebbero bastare a garantire 30 giorni di standby o quasi un giorno intero al telefono (20 ore di autonomia in 3G e 4G), ma in questo caso la fotocamera è da 13 megapixel. Interessante il peso, 148 grammi. Dulcis in fundo, lo ZenFone 3 Laser (ZC551KL) ha lo schermo da 5,5 pollici e l'autofocus con un sistema laser (giunto alla seconda generazione), e il processore montato è uno Snapdragon 430 di Qualcomm con 2GB di RAM.

I prezzi: lo Zenfone 3 parte da 369 euro (399 euro la versione da 5,5 pollici), la variante Max ha un prezzo di listino di 199 euro, il Laser sarà venduto a 249 euro mentre il prezzo dell'Ultra è fissato a 649 euro.

C'è anche un altro terminale della linea smartphone ZenFone 3, che però sarà un'esclusiva di TIM in Italia: è lo ZenFone 3 Deluxe, che monta lo Snapdragon 820 con 6GB di RAM e memoria interna UFS 2.0 da 64GB, dispone di uno schermo Super AMOLED da 5,7 pollici (sempre FullHD) con vetro Gorilla Glass e copertura del 100 per cento dello spazio colore NTSC (il contrasto dinamico è fissato a 3.000.000:1). Non ci sono compromessi particolari fatti da Asus con questo terminale: la connettività LTE arriva alla Cat.12 (probabilmente sono una manciata le reti a livello globale che la supportano già oggi), c'è una doppia antenna WiFi 2x2 MiMo, la GPU montata è una Adreno 530.


Interessante anche il reparto fotografico, che vede l'impiego di un sensore Sony Exmor RS IMX318 da 23 megapixel, con lente f/2.0 e stabilizzazione ottica. Anche in questo caso c'è la tripla messa a fuoco TriTech (laser, contrasto di fase e autofocus classico), e c'è anche un sensore per ottimizzare il bilanciamento dei colori simile a quello che LG aveva montato a bordo del suo G4. Anche via software è stato fatto un lavoro importante: la modalità Super-Resolution unisce tre scatti per generare un risultato interpolato da 92 megapixe, la modalità Luce Bassa invece unisce le informazioni di 4 pixel adiacenti per migliorare la resa in condizioni di illuminazione scarsa. Naturalmente ci sono anche i controlli manuali per regolare esposizione, ISO e otturatore. Appena più costosa questa variante, che però è la più carrozzata del gruppo, con un prezzo di listino di 699 euro: come detto sarà una esclusiva TIM.


Tutti i nuovi ZenFone 3 montano Android 6.0 Marshmallow.
7 Commenti alla Notizia Asus, la terza generazione Zen
Ordina