Gaia Bottà

Tim Cook e la AR in compagnia

Il CEO di Apple illustra la differenza tra realtà virtuale e realtà aumentata: la seconda ha più potenzialità, proprio perché è più reale

Roma - L'una isola, l'altra si nutre di un mondo condiviso e contingente, digitale e concreto: questa la differenza tra realtà virtuale e realtà aumentata sottolineata dal CEO di Apple Tim Cook, questa la prospettiva che secondo Cook orienterà il mercato.


È in una intervista rilasciata ad ABC che il CEO della Mela illustra la propria visione dello scenario delle tecnologie AR e VR, un mercato ancora in evoluzione che, salvo eccezioni universalmente chiacchierate, deve ancora conquistarsi un futuro presso le masse. Cook, ad una domanda dell'intervistatrice centrata sull'interesse che si sta addensando intorno alla realtà virtuale, risponde sottolineando la non sottile differenza tra realtà virtuale e realtà aumentata. E fra le due, quella con maggiori probabilità di successo, sarebbe la seconda.

"A mio parere - spiega Cook - la realtà aumentata è quella che ha maggior potenziale, e probabimente di gran lunga, perché ci dà la possibilità di stare uno di fronte all'altro e di partecipare davvero alla realtà, parlando fra di noi, ma anche di disporre di altri elementi visuali di cui fruire insieme". Un modo per visualizzare insieme ciò di cui si sta parlando senza che sia concretamente presente, esemplifica il CEO di Apple, per comunicare insieme e in maniera naturale con una terza persona a distanza: la AR è sociale, perché è sociale il mondo concreto in cui gli individui si trovano e interagiscono fra loro, e perché consente di interagire nel mondo concreto sulla base di strati di realtà digitale condivisa.
La realtà virtuale, invece, "in qualche modo chiude e immerge la persona in una esperienza che può essere davvero interessante, ma probabilmente avrà nel tempo un minore potenziale commerciale". Fatta eccezione, esemplifica Cook, per scenari più di nicchia come la formazione e l'intrattenimento videoludico.

Il CEO di Apple non si spinge a delineare il ruolo della Mela in questo panorama, ma indiscrezioni e operazioni di mercato indicano con chiarezza che a Cupertino qualcosa si sta muovendo: da tempo si mormora di reclutamenti importanti, sono stati depositati dei brevetti, e le acquisizioni di aziende come PrimeSense,Metaio, Faceshift, Emotient e Flyby Media dimostrano il concreto interesse di Apple per un mercato in cui una folta schiera di attori sta tentando di ritagliarsi un futuro.

Gaia Bottà
Notizie collegate
55 Commenti alla Notizia Tim Cook e la AR in compagnia
Ordina
  • "la differenza tra realtà virtuale e realtà aumentata"

    Beato lui che adesso che ha Mario su iPhone non ha un cazzo a cui pensare!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Uuhh ripreso da Macity

    http://www.macitynet.it/crozza-tim-cook/

    Crozza imita Cook.

    Ne esce fuori uno psicopatico venditore peggiore di Ballmer.
    iRoby
    7816
  • Chissa' se qualche amico intimo di Tim Cook, che frequenta assiduamente questo forum, e' in grado di spiegare che tipo di realta' e' questa che si nasconde in iOS.

    http://theconcourse.deadspin.com/theres-my-little-...
  • Siamo arrivati al punto che un CEO parla di tecnologie (delle quali non sa peraltro assolutamente un cazzo) come se fosse colui che le ha create... e questo fa notizia!

    Allora da domani apro un blog su... che ne so... il calcio?

    O qualcosa della quale non me ne frega un cazzo. Così, tanto per fare.

    PS: ai vari fans di Cook... per me poteva esserci chiunque, ma prima di sparare cazzate sentite l'intervista.
  • purtroppo quando cook parla trasmette quella sensazione di disagio di uno che si è imparato a memoria il discorsetto e si impegna al massimo per ripeterlo fedelmente

    anche jobs non era certamente un tecnico, però da come parlava potevi capire quanta passione avesse per la tecnologia, quanto ne fosse affascinato, e tutto questo riusciva a ritrasmetterlo
  • - Scritto da: bertuccia
    > purtroppo quando cook parla trasmette quella
    > sensazione di disagio di uno che si è imparato a
    > memoria il discorsetto e si impegna al massimo
    > per ripeterlo
    > fedelmente
    >
    > anche jobs non era certamente un tecnico, però da
    > come parlava potevi capire quanta passione avesse
    > per la tecnologia, quanto ne fosse affascinato, e
    > tutto questo riusciva a
    > ritrasmetterlo

    meriterebbe l'oscar postumo!
    non+autenticato
  • Cook è omosessuale...

    Che faccia cose più adatte alla sua condizione, ossia atti creativi come musica, recitazione in teatro e cinema, pittura e scultura ed ovviamente uncinetto, maglia, punto-croce.

    Lasci la tecnologia a chi è in grado di visualizzarne i dettagli con la parte razionale, che la parte emozionale non gli compete...

    Se ad un uomo chiedi dove sta nel frigo la maionese ti risponde terzo scaffale dall'alto a sinistra.
    Se lo chiedi ad una donna, dirà accanto alle lattughe verdi.

    Sono due approcci totalmente differenti di percezione della realtà e quella tecnologica è più maschile ossia di chi misura e visualizza la realtà in base a dimensioni e proporzioni, non è associativa come quella femminile.

    Basta un minimo di studi di neuroscienze per capirlo.
    iRoby
    7816
  • - Scritto da: iRoby
    > Cook è omosessuale...
    >
    > Che faccia cose più adatte alla sua condizione,
    > ossia atti creativi come musica, recitazione in
    > teatro e cinema, pittura e scultura ed ovviamente
    > uncinetto, maglia,
    > punto-croce.
    >
    > Lasci la tecnologia a chi è in grado di
    > visualizzarne i dettagli con la parte razionale,
    > che la parte emozionale non gli
    > compete...
    >
    > Se ad un uomo chiedi dove sta nel frigo la
    > maionese ti risponde terzo scaffale dall'alto a
    > sinistra.
    > Se lo chiedi ad una donna, dirà accanto alle
    > lattughe
    > verdi.
    >
    > Sono due approcci totalmente differenti di
    > percezione della realtà e quella tecnologica è
    > più maschile ossia di chi misura e visualizza la
    > realtà in base a dimensioni e proporzioni, non è
    > associativa come quella
    > femminile.


    Leggiti qualunque profilo su Cook, ne emerge una persona fredda, calcolatrice, logica.

    Tutto l'opposto di quello che hai detto. Il suo precedente impiego in Apple consisteva proprio nel fare calcoli, coordinare le persone, e soprattutto essere di una precisione maniacale, tutte cose in cui eccelle.


    > Basta un minimo di studi di neuroscienze per
    > capirlo.

    Rotola dal ridere e qua si capisce la validità dei tuoi "studi", bravo, bella figura di merda
  • Immagino che voi Apple fan dei vostri beniamini conoscete il numero dei peli del cu*o, quante volte va in bagno, se fa feci abbondanti e consistenti, e la pressione del sangue tutte le mattine...

    Potevate anche aiutare Jobs a non morire immagine.
    iRoby
    7816
  • - Scritto da: iRoby
    >
    > Immagino che voi Apple fan dei vostri beniamini
    > conoscete il numero dei peli del cu*o, quante
    > volte va in bagno, se fa feci abbondanti e
    > consistenti, e la pressione del sangue tutte le
    > mattine...

    più che altro hai espresso un (pre)giudizio su una persona senza evidentemente saperne un cazzo.. dico, almeno che ruolo avesse in Apple prima di CEO.. ma roba che bastavano 5 minuti di lettura di una qualsiasi bio su Cook e avresti inquadrato il personaggio

    e invece niente, volevi rimediare l'ennesima figura di merda nel forum

    se a te piace così..


    > Potevate anche aiutare Jobs a non morire immagine.

    mi sa che su certe cose, vedi alimentazione e salute, aveva la testa un po' bacata come la tua
  • Il mio discorso non è alterato da cosa fosse e facesse Cook in Apple.
    Ci sono persone che costruiscono sovrastruttre per compensare quelle che loro inconsciamente giudicano mancanze o caratteristiche inaccettabili.

    Conosco una ragazza con disturbo borderline che ha due personalità, una è sadica, viziata e pervertita con la risposta emotiva di una bambina di 5 anni, stizzosa e cattiva, che quando ha bisogni infantili giunge al sadismo e la perversione per averli soddisfatti.

    Per nascondere la vera indole di questa personalità si è costruita una sovrastruttura di persona seria, matura responsabile, amante dei bambini.
    Ed è un'abilissima manipolatrice.

    Ciò non cambia il mio discorso, sul fatto che anche Cook negli anni si sia costruito una sovrastruttura per reprimere la componente femminile.
    iRoby
    7816
  • - Scritto da: iRoby
    > Il mio discorso non è alterato da cosa fosse e
    > facesse Cook in
    > Apple.
    > Ci sono persone che costruiscono sovrastruttre
    > per compensare quelle che loro inconsciamente
    > giudicano mancanze o caratteristiche
    > inaccettabili.
    >
    > Conosco una ragazza con disturbo borderline che
    > ha due personalità, una è sadica, viziata e
    > pervertita con la risposta emotiva di una bambina
    > di 5 anni, stizzosa e cattiva, che quando ha
    > bisogni infantili giunge al sadismo e la
    > perversione per averli
    > soddisfatti.
    >
    > Per nascondere la vera indole di questa
    > personalità si è costruita una sovrastruttura di
    > persona seria, matura responsabile, amante dei
    > bambini.
    > Ed è un'abilissima manipolatrice.
    >
    > Ciò non cambia il mio discorso, sul fatto che
    > anche Cook negli anni si sia costruito una
    > sovrastruttura per reprimere la componente
    > femminile.

    quindi stai dicendo che chi ha una forte componente femminile si deve dare all'uncinetto e non può fare l'informatico. E tutte le informatiche che ci sono e ci sono state? emojicapra
    non+autenticato
  • - Scritto da: PandaR1
    > quindi stai dicendo che chi ha una forte
    > componente femminile si deve dare all'uncinetto e
    > non può fare l'informatico. E tutte le
    > informatiche che ci sono e ci sono state?
    > emojicapra

    Io non lo sto dicendo di tutte le persone, era riferito a Cook.

    Dico che ognuno dovrebbe manifestare se stesso. Che si tratti di uncinetto piuttosto che di programmazione.

    Ci sono persone che si sovrastrutturano e cercano di fare cose che magari non erano nella loro indole.

    Cook non ha l'indole del visionario come Jobs. Quello non penso che sia il suo posto.
    Lo sanno tutti che Apple è in declino, con inventiva ed innovazione zero, dalla morte di Jobs. Che continua a vivere di rendita riscaldando la stessa minestra.

    La differenza tra uomini e donne è antropologica, le donne rimanevano nel villaggio a risolvere problematiche come educare i figli piccoli, costruire manufatti e abiti, cucinare ecc.
    Gli uomini partivano per ricerca di cibo che poteva comprendere sia la raccolta che la caccia.
    Ergo l'uomo ha sviluppato abilità fisiche e di misurazione del tempo e dello spazio, le donne astrattive e associative.
    Sono due approcci differenti.

    Oggi molte donne che vogliono parità di diritti si sovrastrutturano e tradiscono le loro attitudini. Possono diventare bravi piloti di auto e moto, di jet ecc, ma ciò non toglie che abbiano ancora mente astrattiva-associativa, ma hanno deciso di fare prevalere la componente con abilità prettamente maschili di misurazione e coordinazione del corpo.

    E lo stesso gli uomini, che arrivano a depilarsi, tingere le unghia ecc.

    Mai sentito di teorie gender per eliminare queste differenze?

    Il problema è che per molte persone il non vivere manifestando se stessi e le proprie attitudini è una fonte di stress, sopprimono istinti e caratteristiche intrinseche della propria psiche, per essere ciò che non sono perché questo gli da vantaggi nella società o negli affetti.

    Alan Turing tirato fuori in un altro post, era matematico e gay ma si è suicidato, perché?
    iRoby
    7816
  • - Scritto da: iRoby
    > Il mio discorso non è alterato da cosa fosse e
    > facesse Cook in
    > Apple.
    > Ci sono persone che costruiscono sovrastruttre
    > per compensare quelle che loro inconsciamente
    > giudicano mancanze o caratteristiche
    > inaccettabili.
    >
    Detto da uno che spara alzo 0 grazie a pregiudizi fa solo che morire dal ridere.

    > Conosco una ragazza con disturbo borderline che
    > ha due personalità, una è sadica, viziata e
    > pervertita con la risposta emotiva di una bambina
    > di 5 anni, stizzosa e cattiva, che quando ha
    > bisogni infantili giunge al sadismo e la
    > perversione per averli
    > soddisfatti.
    >

    Detto da uno che ragiona per pregiudizi probabilmente la ragazza è una santa e non ha nessun problema.

    > Per nascondere la vera indole di questa
    > personalità si è costruita una sovrastruttura di
    > persona seria, matura responsabile, amante dei
    > bambini.
    > Ed è un'abilissima manipolatrice.
    >
    Appunto, talmente brava che ti mena per il naso e ti fa credere quello che vuole.
    D'altronde per una mente debole come la tua ci vuole niente per riuscirci.

    > Ciò non cambia il mio discorso, sul fatto che
    > anche Cook negli anni si sia costruito una
    > sovrastruttura per reprimere la componente
    > femminile.

    Senti, coso.
    Che si facciano battute e si dicano stupidate ci sta.
    Ma qui stai passando il limite, stai dando giudizi su una persona che:
    a) non conosci
    b) non hai mai visto
    c) ti da 10 a 0 (o 100 a 0) in un nanosecondo. E i risultati parlano.

    Fatti e facci un piacere, sparisci, non abbiamo bisogno di gente così ottusa e ignorante qui dentro.
    maxsix
    9440