Luca Annunziata

Germania, stop alle auto a benzina

Dal 2030 ci saranno solo vetture elettriche in vendita in Germania. E ora a Berlino vogliono allargare questo obiettivo a tutto il Vecchio Continente

Milano - Il Bundersrat della Germania, l'organo di rappresentanza federale che riunisce i rappresentati di tutti e 16 i land, ha avanzato una proposta che punta a estendere a tutta Europa: entro il 2030 tutte le vetture commercializzate in Germania e in tutto il Vecchio Continente dovranno essere a emissioni zero, ovvero vetture elettriche. Un obiettivo ambizioso, soprattutto per una nazione che ha un'importante industria automobilistica che oggi conta molto sulle prestazioni dei motori a combustione interna.

Le risoluzioni del Bundersrat non hanno valore di legge, ma ciò nonostante fungono da orientamento per la legislazione federale: in questo caso fissa una data piuttosto coraggiosa per la messa al bando di benzina, diesel e pure delle vetture ibride, visto che 14 anni scarsi sembrano davvero un orizzonte minimo per ottenere un tale risultato. Questa volta, poi, l'organo consultivo suggerisce di allargare la risoluzione a tutto il mercato unico dell'Unione Europea: in tal senso dovrebbero venire cancellati anche tutti gli incentivi che fino a oggi hanno promosso l'utilizzo del gasolio come combustibile, soprattutto per quanto attiene il trasporto merci.

Naturalmente l'ambiziosa proposta tedesca è volta a prevenire ulteriori effetti del riscaldamento globale, causato dall'innalzamento dell'anidride carbonica presente in atmosfera a cui le autovetture contribuiscono in modo significativo. Non basterebbe, visto che oltre alla Germania e alla Unione Europea ci sono almeno altri due continenti che dovrebbero fare lo stesso per ottenere un risultato apprezzabile (America, nord e sud, e Asia): ma sarebbe un primo passo, e l'impegno europeo potrebbe contribuire in modo significativo ad abbassare i costi e rendere più popolare una tecnologia che per ora resta ancora ai primordi.
Che le vetture elettriche siano il futuro, a ogni modo, lo dicono molti indizi. La scorsa settimana parlavamo di Fisker, marchio dei primordi che ora torna su piazza, e ora va registrata anche l'intenzione del blasonato marchio Maserati di entrare in questo segmento. Entro il 2019 arriverà sul mercato la prima super-car del Tridente, ha anticipato il responsabile tecnico del marchio Roberto Fedeli (appena rubato da Fiat Chrysler a BMW) al Salone dell'Auto di Parigi, ma non sarà un'anti-Tesla: sarà invece un prodotto in linea con la tradizione del marchio italiano, progettata da zero e con una tiratura limitata che la renderà esclusiva (oltre che costosa, con tutta probabilità).

La discesa in campo di Maserati significa due cose: la prima, più banale, è che FCA punta a usare i marchi Maserati e Alfa come apripista per un nuovo metodo di progettazione rapida dei nuovi modelli da lanciare sul mercato. Soprattutto, significa che ormai tutti i più grandi produttori di automobili hanno in cantiere un EV (electric vehicle), e questo significa anche che l'offerta sarà presto molto ampia e diversificata. Speriamo anche più economica.

Luca Annunziata
207 Commenti alla Notizia Germania, stop alle auto a benzina
Ordina
  • domanda: la cretinata sarà obbligatoria anche per i maggiori produttori di emissioni (veicoli commerciali, autocarri, movimento terra, cantieristica, battelli e navi) o solo per le vetturette?? ricordo che a venezia, dove se la prendono con le grandi navi -modernissime-, i vaporetti che sono centinaia, hanno un'età media superiore ai 35 anni e il naviglio commerciale idem
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 18.29
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 18.30
    -----------------------------------------------------------
  • l'elettrico ad oggi non ha alcun senso; l'unica tecnologia applicabile (con molte difficoltà) oggi è utilizzare idrogeno in motori a combustione interna (basso rendimento come con i carburanti fossili, ma ti togli tutta una serie di problemi che avresti con pile a combustibile e motori elettrici); l'idrogeno lo generi in africa del nord sfruttando l'elettricità prodotta con immense centrali a solare termodinamico in aree desertiche
    non+autenticato
  • - Scritto da: jjj
    > l'elettrico ad oggi non ha alcun senso; l'unica
    > tecnologia applicabile (con molte difficoltà)
    > oggi è utilizzare idrogeno in motori a
    > combustione interna (basso rendimento come con i
    > carburanti fossili, ma ti togli tutta una serie
    > di problemi che avresti con pile a combustibile e
    > motori elettrici); l'idrogeno lo generi in africa
    > del nord sfruttando l'elettricità prodotta con
    > immense centrali a solare termodinamico in aree
    > desertiche
    Oppure con impianti a fagioli, indovina dove ti mettono il tubo di rifornimento?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: jjj
    > > l'elettrico ad oggi non ha alcun senso;
    > l'unica
    > > tecnologia applicabile (con molte difficoltà)
    > > oggi è utilizzare idrogeno in motori a
    > > combustione interna (basso rendimento come
    > con
    > i
    > > carburanti fossili, ma ti togli tutta una
    > serie
    > > di problemi che avresti con pile a
    > combustibile
    > e
    > > motori elettrici); l'idrogeno lo generi in
    > africa
    > > del nord sfruttando l'elettricità prodotta
    > con
    > > immense centrali a solare termodinamico in
    > aree
    > > desertiche
    > Oppure con impianti a fagioli, indovina dove ti
    > mettono il tubo di rifornimento?
    >A bocca aperta

    studia, capra!

    http://www.qualenergia.it/articoli/20140306-tutti-...
    non+autenticato
  • Nessuno parla mai del geotermico di ultima generazione...
    iRoby
    8797
  • E' l'idrogeno a non avere senso: una rete di distribuzione e di stoccaggio sarebbe estremamente pericolosa, l'idrogeno ha una serie di brutti vizi: è così sottile da sfuggire facilmente da serbatoi e raccordi, brucia a contatto con l'ossigeno producendo acqua, ma la reazione è fortemente esotermica, tanto da essere chiamata "esplosione".

    Avrebbe senso, secondo me, solo se l'idrogeno fosse prodotto "in loco", ossia direttamente in auto, dall'acqua per catalisi ed energia solare dalle superfici attive dell'auto... ma a questo punto, meglio una pila a combustibile.

    Secondo me il motore elettrico è assolutamente irrinunciabile - basti pensare a come sia complessa una vettura attuale, tra ABS, EBD, differenziali autobloccanti e compagnia cantante, e a come sia facile sostituire tutti questi impianti con motori elettrici calettati direttamente sulle ruote coordinati da una centralina elettronica di controllo. Un motore ad idrogeno non porta alcun vantaggio, da questo punto di vista.

    E' la PRODUZIONE e la DISTRIBUZIONE dell'energia elettrica per autotrazione ad essere ancora largamente problematica. Non è ancora pronta.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 ottobre 2016 15.09
    -----------------------------------------------------------
  • Io sono dell'idea che una doppia alimentazione benzina + idrogeno possa essere proficua.
    Cioè il motore a benzina rimane, ma si maggiora il generatore e si produce idrogeno per elettrolisi. L'idrogeno di immette con iniettori supplementari insieme alla benzina.
    Questo aumenterebbe di 10 volte l'efficienza del sistema e si potrebbero avere automobili che fanno 100km/l + qualche litro di acqua nel serbatoio del generatore di idrogeno.

    Si ridurrebbe di 10x l'inquinamento ambientale da autotrazione.
    iRoby
    8797
  • - Scritto da: iRoby
    > Io sono dell'idea che una doppia alimentazione
    > benzina + idrogeno possa essere
    > proficua.
    > Cioè il motore a benzina rimane, ma si maggiora
    > il generatore e si produce idrogeno per
    > elettrolisi. L'idrogeno di immette con iniettori
    > supplementari insieme alla
    > benzina.
    Quando vedrai la tua stufa a legna scaldare con la cenere...A bocca aperta
    non+autenticato
  • Il paragone non c'entra, quello che propongo io è additivare la benzina.
    iRoby
    8797
  • - Scritto da: iRoby
    > Il paragone non c'entra, quello che propongo io è
    > additivare la
    > benzina.
    Aggiungi cenere alla legna nella stufa e vedi se scalda di più...
    non+autenticato
  • Chiedo lumi a chi ne sa più di me.

    Auto elettriche: chi e come produrrà tutta l'elettricità per sostituire i motori a combustione?
    Centrali elettriche? e cosa consumeranno queste centrali elettriche?
    Come ridurremo a zero l'anidride carbonica prodotta da queste centrali?

    Auto ad idrogeno: chi e come produrrà tutto l'idrogeno necessario per sostituire i motori a combustione?
    Con l'elettrolisi servirà un sacco di energia elettrica e quindi ricadiamo nel punto precedente.
    Qualcuno mi ha detto che si sta studiando una famiglia di batteri che producano idrogeno.
    Primo: si sta studiando!!! secondo: siamo sicuri che saranno in grado di produrre le quantità necessarie?

    Auto ad acqua: ho sentito qualcuno dire che la tecnologia delle auto ad acqua è già disponibile,
    ma i signori del petrolio non la vogliono e quindi la boicottano.
    Ora io so che l'acqua è il prodotto della combustione fra idrogeno ed ossigeno.
    Crederò nella possibilità di auto ad acqua quando vedrò il mio caminetto e la mia stufa funzionare a cenere.

    Ringrazio in anticipo chiunque mi darà una soluzione ragionevole anche ad uno solo dei problemi citati.
    Cordiali saluti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Elio Culot
    > Chiedo lumi a chi ne sa più di me.
    >
    https://www.newscientist.com/article/2077533-test-.../
    non+autenticato
  • > Centrali elettriche? e cosa consumeranno queste
    > centrali elettriche?

    Le moderne centrali elettriche vanno a metano...e hanno un rendimento molto più alto rispetto alle auto. Quindi globalmente producono meno anidride carbonica a parità di energia prodotta. Inoltre tutto ciò va a vantaggio di chi vuole ri-attivare o prolungare la vita delle attuali centrali nucleari..senza contare che la Francia non vede l'ora di vendere l'eccedenza di energia elettrica nucleare alla Germania.

    > Come ridurremo a zero l'anidride carbonica
    > prodotta da queste
    > centrali?

    fotovoltaico e nucleare sono a zero emissioni..

    > Auto ad idrogeno: chi e come produrrà tutto
    > l'idrogeno necessario per sostituire i motori a
    > combustione?

    Nessuno..infatti incentivano e sviluppano l'auto elettrica e non ad idrogeno...proprio perchè produrre idrogeno tramite elettrolisi è un processo inefficiente..così come è inefficiente la conversione idrogeno->energia meccanica nell'auto. Tanto vale usare l'energia elettrica in maniera diretta.
  • - Scritto da: maranric
    > fotovoltaico e nucleare sono a zero emissioni..

    Solo apparentemente. Globalmente, prendendo in considerazione l'intero ciclo produttivo, il fotovoltaico è parecchio inquinante.
    Taccio del nucleare per carità cristiana... guarda caso, stanno estendendo il funzionamento delle centrali attuali ben oltre la vita prevista perché smantellarle in maniera sicura è un delirio - esempio? Trino Vercellese. Ha prodotto per poco più di 10 anni, è in fase di smantellamento dal 2000, e mi risulta che le operazioni non siano ancora concluse. Grande affare davvero. E non voglio sapere che fine hanno fatto i materiali contaminati.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 13 ottobre 2016 14.55
    -----------------------------------------------------------
  • > delirio - esempio? Trino Vercellese. Ha prodotto
    > per poco più di 10 anni, è in fase di
    > smantellamento dal 2000, e mi risulta che le
    > operazioni non siano ancora concluse. Grande
    > affare davvero.

    Avendo funzionato per oltre 10 anni si è già ripagata dei costi di costruzione...è stato un vero peccato bloccarla visto che era fatta benissimo (Primato mondiale di funzionamento ininterrotto a piena potenza: 322 giorni (dal 28 settembre 1974 al 16 agosto 1975) leggo da wikipedia), purtroppo quando si fa votare il popolo bue su cose che non conosce succedono disgrazie come queste. E mentre hanno bloccato le centrali nucleari a zero emissioni, ci siamo subiti l'avvelenamento delle centrali elettriche.. La centrale nucleare emette vapore acqueo (e il totale delle scorie radioattive di una centrale sono tipo 3-4 bidoni di roba..), la centrale elettrica emette morte. Chissà quanti sono i morti di tumore che hanno votato per la chiusura delle centrali nel 1986..spaventati da chernobyl, uccisi da un veleno molto piu' vicino
  • - Scritto da: maranric
    > il totale delle scorie radioattive di
    > una centrale sono tipo 3-4 bidoni di roba..

    Proprio no: al di là del carburante esausto, tutta l'intera centrale resta contaminata e più o meno radioattiva - nocciolo, intero impianto di raffreddamento, sistemi di controllo... fino al terreno su cui è stata costruita.

    Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di roba - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e basta per 16 anni?
  • > Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di roba
    > - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e basta
    > per 16
    > anni?

    va bonificato tutto se hai intenzione di smaltirla, certo...altrimenti i rifiuti sono ben poca cosa (e anzi esistono centrali studiate per riciclare le scorie come se fosser combustibile). Comunque se per decine di anni ti ha alimentato una valanga di abitazioni, lo smaltimento è ben poca cosa. Prova a dire agli sloveni e ai croati che gli chiudi la centrale di Krsko, che per 30 anni ha dato energia a slovenia e mezza croazia a costi ridicoli e vediamo cosa ti rispondono...Solo noi italiani siamo stati dei veri BABBEI a chiudere le centrali eccellenti che avevamo sul territorio..e ci respiriamo i fumi delle centrali elettriche con costo per KW/h piu' alto d'Europa.
  • - Scritto da: maranric
    > > Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di
    > roba
    > > - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e
    > basta
    > > per 16
    > > anni?
    >
    > va bonificato tutto se hai intenzione di
    > smaltirla, certo...
    Perché nel tuo giardino sono eterne?A bocca aperta
    non+autenticato
  • "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
    non+autenticato
  • - Scritto da: ReteMax
    > "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
    p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come sta massacrando la ferrari direi che le macchine le sa costruire molto bene...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: ReteMax
    > > "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
    > p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come sta
    > massacrando la ferrari direi che le macchine le
    > sa costruire molto
    > bene...
    certo, dopo aver cambiato le regole in fatto di progettazione. Con le regole vecchie era l'esatto contrario.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Redazione
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: ReteMax
    > > > "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
    > > p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come
    > sta
    > > massacrando la ferrari direi che le macchine
    > le
    > > sa costruire molto
    > > bene...
    > certo, dopo aver cambiato le regole in fatto di
    > progettazione. Con le regole vecchie era l'esatto
    > contrario.
    Un pochino di storia non può che farti bene:
    https://en.wikipedia.org/wiki/Silver_Arrows
    non+autenticato
  • Il campionato di formula 1 lo vince la mercedes da quando le scuderie sono state obbligate a mettere in pista le utilitairie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Il campionato di formula 1 lo vince la mercedes
    > da quando le scuderie sono state obbligate a
    > mettere in pista le
    > utilitairie.
    Bene mettete in pista marchionne su una fantastica 500 abortA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)