SongBird trova e denuncia la musica online

Scandaglia anche Napster e affini il nuovo sistema adottato dai produttori della IFPI per ridurre al silenzio tutto ciò che è file-sharing musicale e che non riconosca i diritti d'autore. Ma c'è un... ma

SongBird trova e denuncia la musica onlineLondra - Ieri negli uffici londinesi della IFPI, la fondazione che riunisce i produttori musicali di mezzo mondo, è stata presentata la tecnologia SongBird, un sistema pensato per individuare su Internet le musiche degli artisti o delle etichette che lo richiedano per sapere chi e come ne sta abusando.

Il software, concepito da un 20enne della Media Enforcer, è pensato come supporto indispensabile per le attività anti-pirateria condotte sulla Rete, per scovare gli usi illeciti che vengono fatti della musica e per quindi arrivare a poter individuare chi è responsabile dell'illegalità stessa.

Stando a Jay Berman, chairman della IFPI, "SongBird offre a chi detiene il diritto d'autore tutta una nuova capacità di investigare su come Napster utilizzi la propria musica e, se lo desidera, per intraprendere i passi necessari affinché sia rimossa".
Ma non c'è solo Napster, naturalmente, nel pensiero dei discografici, letteralmente circondati da sistemi di file-sharing illegali e da un numero crescente di alternative che aspirano alla legalità imponendo sottoscrizioni e abbonamenti agli utenti.

"SongBird - ha anche detto Berman - non solo aiuta nel lavoro di tutela dei propri diritti gli autori americani ma rientra anche perfettamente nelle strategie antipirateria globali della IFPI". Come si ricorderà, la IFPI si è fatta promotore di numerose operazioni contro i sistemi di file-sharing. In un caso, in Belgio, addirittura contro singoli utenti dei sistemi che, una volta individuati, si sono visti sequestrare supporti digitali e sanzionare per aver scaricato musica.

D'altra parte lo slogan di Media Enforcer è: "Combattere la pirateria online con tecnologie, servizi e informazione".
34 Commenti alla Notizia SongBird trova e denuncia la musica online
Ordina
  • per riconoscere 1 illuso ci vuole 1 illuso e mezzo!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Sorride
    > Sorride
    all free, for ever and ever

    non+autenticato
  • Se in una democrazie il potere lo detiene il popolo, come mai quando il popolo vuole una cosa, deve chiedere il permesso alle stesse istituzioni che, in ultima analisi, mantiene?

    Una persona chiede ad un'altra a cui attribuiscono sani e profondi principi morali: "ti ho eletto mio padrone, quindi voglio diventare tuo schiavo".
    "D'accordo, lavorerai per me tutto il giorno. Io ti darò molte leggi alle quali tu dovrai sottostare e se sbaglierai pagherai nei modi, nei termini e nei tempi che io deciderò. Tutto questo solo e soltanto per il tuo bene".

    Perfino a me sembra una storia dei giorni nostri.

    Ora termino, il padrone è nelle vicinanze ... non si sa mai ... Buona Domenica a tutti. ops...
    non+autenticato
  • Intanto il sistema non è facile da aggirare rinominando rutti e scoreggie semplicemente perchè (credo) analizzi il contenuto del file... non sono un gran esperto, ma da quello che ho letto "lo ascolta".

    Poi tutta sta menata della libertà è una gran presa per i fondelli. QUALCUNO CHIEDA I PROTOCOLLI A NAPSTER.... voglio proprio vedere se qualcuno riesce a farseli dare.... dietro a Napster e ai suoi simili ci sono fior di capitalisti (non discografici d'accordo) che prima o poi troveranno il modo di farci pagare.

    O QUALCUNO CREDE ANCORA ALLA FAVOLETTA DELL'ABILE STUDENTE DI INFORMATICA CONTRO IL MONDO CATTIVO??

    Scaricatevi tutta la musica gratis che vi pare, si chiama furto, o nella migliore delle ipotesi furberia, ma per favore, lasciate perdere le panzane libertarie alla Berlusconi...
    non+autenticato
  • Caro ingenuo se non lo sai gia` il protocollo
    di napster e` gia libero e utilizzato da altri
    server non controllai dalla societa` di napster.
    Ti dice niente opennapster e napigator???

    Il problema e` che gli utenti al momento si
    stanno ridistribuendo su troppe alternative, con
    il tempo riemergera` quella piu` utilizzata e
    riavremo il nostro bel sistemone di file sharing.

    Perche` cio` che compriamo o creiamo e` NOSTRO e nessuno ci puo` togliere il diritto di condividerlo con chi vogliamo.
    Bravo babbeo

    - Scritto da: Bruce & Bongo
    > Intanto il sistema non è facile da aggirare
    > rinominando rutti e scoreggie semplicemente
    > perchè (credo) analizzi il contenuto del
    > file... non sono un gran esperto, ma da
    > quello che ho letto "lo ascolta".
    >
    > Poi tutta sta menata della libertà è una
    > gran presa per i fondelli. QUALCUNO CHIEDA
    > I PROTOCOLLI A NAPSTER.... voglio proprio
    > vedere se qualcuno riesce a farseli dare....
    > dietro a Napster e ai suoi simili ci sono
    > fior di capitalisti (non discografici
    > d'accordo) che prima o poi troveranno il
    > modo di farci pagare.
    >
    > O QUALCUNO CREDE ANCORA ALLA FAVOLETTA
    > DELL'ABILE STUDENTE DI INFORMATICA CONTRO IL
    > MONDO CATTIVO??
    >
    > Scaricatevi tutta la musica gratis che vi
    > pare, si chiama furto, o nella migliore
    > delle ipotesi furberia, ma per favore,
    > lasciate perdere le panzane libertarie alla
    > Berlusconi...
    non+autenticato
  • Occhio, ho saputo, da fonti attendibili, che il SongBird oltre a poter esser utilizzato nella ricerca di files, serve anche per tenere sotto controllo ogni utente che lo installa sul proprio hdd, pare ci sia inserito un web tracker,quindi attenti..se ci pensate il SongBird è uno dei primi programmi di questo tipo,a molti verrebbe voglia di scaricarlo.......
    vi sconsiglio di scaricarvelo, se cercate mp3 -> www.audiogalaxy.com

                 bbl
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)