Gaia Bottà

THX è cosa di Razer

La dinamica azienda statunitense dell'hardware videoludico ha acquisito la creatura fondata da George Lucas oltre 30 anni fa. Lo sguardo è puntato alle esperienze immersive di realtà virtuale e aumentata

Roma - Razer ha acquisito la gloriosa THX, fondata da George Lucas nel 1983: l'obiettivo è quello di sconfinare l'ambito dell'hardware videoludico, per operare nella più vasta area dell'intrattenimento.



THX, che dalle certificazioni audio in ambito cinematografico ha progressivamente esteso il proprio raggio d'azione ai sistemi di intrattenimento domestico e automotive ed ai grandi eventi live, conta al momento su 50 dipendenti, ai quali si aggiungeranno delle nuove risorse: l'azienda continuerà ad operare in maniera autonoma lungo i binari del proprio business, spiega il CEO di THX Ty Ahmad-Taylor, e la collaborazione con Razer sarà portata avanti in maniera parallela, magari con "alcuni prodotti sviluppati con Razer".
Il CEO di THX preannuncia che la propria azienda amplierà il ventaglio delle certificazioni ad includere "cuffie, speaker Bluetooth, streaming video, set top box e speaker connessi". E rivela che l'azienda è "interessata a fornire esperienze audiovisive di livello superiore" in un frangente in cui "il gaming si fonde con la VR": "ci aspettiamo di giocare un ruolo di leadership sul versante audio di questa esperienza - anticipa Ahmad-Taylor - un aspetto cruciale per la completa immersione in mondi virtuali". I dispositivi per la fruizione di realtà aumentata e realtà virtuale sono dunque un settore in cui THX si propone di operare "nel futuro".

È la tendenza alla convergenza dell'intrattenimento ad aver spinto Razer all'acquisizione di un brand tanto solido, dotato di un nutrito patrimonio di proprietà intellettuale e di competenze, e potenzialmente trasversale: "iniziamo a vedere video musicali girati a 360 grandi, contenuti cinematografici che diventano giochi e giochi diventare film", ha dichiarato il CEO di Razer Min-Liang Tan, che vede per la propria azienda un futuro da "potenza dell'intrattenimento musicale, cinematografico e videoludico".

Le condizioni economiche dell'operazione non sono state rese note.

Gaia Bottà
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia THX è cosa di Razer
Ordina
  • Eh, la corsa all'accaparramento del mercato 3D/virtuale è appena iniziata, e i falchi già volano alti e attenti sulle prede.

    In questo caso posso solo dire che THX non mi sembra un nome azzeccato.
    Almeno per me che ho letto il romanzo e visto il film (ben fatto e di un Lucas giovanissimo), THX 1138 richiama un inquietantissimo e claustrofobico futuro, purtroppo possibile.

    Il finale regalava qualche speranza, in ogni caso...
    non+autenticato
  • "cinematografici che diventano giochi e giochi diventare film"

    un altro che sarà stato rapito dagli ufo ed è stato riportato di recente sulla terra ... o una reincarnazione di George Lucas al quale nessuno ha raccontato cosa è accaduto negli ultimi decenni.A bocca aperta
    non+autenticato