Luca Annunziata

Nintendo Switch, un po' tablet un po' console

La NX cambia nome ma conferma le indiscrezioni. Mancano le specifiche, ma si sa che avrà un cuore Nvidia. Il resto a marzo 2017

Nintendo Switch, un po' tablet un po' consoleMilano - Non ci sono sorprese, per ora, per quanto riguarda la console di nuova generazione di Nintendo: la nuova Switch arriverà sul mercato a partire dalla primavera del prossimo anno, marzo 2017, ma già da ora abbiamo indicazioni specifiche su che aspetto avrà e su quali saranno alcune delle caratteristiche principali che la caratterizzeranno. Su tutte, l'assenza apparente di un vano per un disco ottico: si torna quindi ai giochi memorizzati su altro tipo di supporto.



Tenendo fede alle indiscrezioni, nel video con il quale Nintendo ha mostrato la sua Switch ci sono parecchie conferme: a cominciare dalla doppia funzione tablet/console, con la possibilità di estrarre uno schermo dalla base agganciata al televisore, collegarvi un controller e portarsi tutto dietro per giocare ovunque si desideri. Il controller stesso è in realtà doppio: nome in codice "joy-con", prosegue il cammino già iniziato ai tempi della prima Wii, anche se questa volta ha una forma più tradizionale e dunque si presta meglio a offrire un'esperienza familiare a chi utilizzerà la Switch non solo per casual gaming. Anche grazie a un altro controller, opzionale, che va sotto il suggestivo nome di "Switch Pro Controller".
In questo senso c'è un'altra importante novità che l'azienda giapponese ha voluto porre in risalto nel comunicato stampa: moltissimi sviluppatori di videogiochi hanno già confermato il proprio supporto alla piattaforma, e se Super Mario e Zelda non mancano nel teaser-trailer, si vedono anche spezzoni di quello che sembra Skyrim di Bethesda, così come NBA2K di Electronic Arts. Il primo è un titolo non recentissimo, sebbene sia ora oggetto di restyling per le console di ultima generazione, ma che è tutto tranne che un titolo destinato a un pubblico di giocatori non-appassionati.

Il resto delle informazioni che riguardano la Switch è ancora piuttosto nebuloso: non si sa ad esempio quale sia esattamente l'hardware con il quale sarà equipaggiata, visto che l'unica indicazione fornita riguarda un chip Tegra di Nvidia che dovrebbe garantire la stessa potenza delle migliori GeForce sul mercato, ivi comprese librerie, API e strumenti per lo sviluppo di giochi allo stato dell'arte che insomma dovrebbero far compiere alla nuova console Nintendo un passo in avanti significativo. Basterà per colmare la distanza che ha di fatto stroncato la Wii U, surclassata da Xbox One e soprattutto dalla PlayStation 4?

Mancano anche dettagli sul tablet che durante l'utilizzo domestico resta parcheggiato nella base della console: sarà un dispositivo touch? Offrirà altre capacità oltre quelle ludiche? Quale sarà la sua autonomia? La presenza di uno stand sul posteriore potrebbe lasciare intendere che la Switch potrebbe svolgere anche il ruolo di intrattenitrice a tutto tondo, così come sembra che in mobilità si possano comunque collegare tra di loro più Switch per giocare in modalità multiplayer.

Sono tutte informazioni che arriveranno più avanti, alla vigilia del lancio, e resta da chiarire proprio il punto da cui siamo partiti per raccontarvi Switch: non pare ci siano fessure o carrelli destinati alla lettura di dischi ottici, pertanto è molto probabile che quanto si intravede nel video (l'utente che inserisce una SD nel corpo dell'unità) sia il metodo scelto per vendere e distribuire i giochi per la console. Come già detto, ancora, prezzo e titoli disponibili al lancio mancano all'appello: pure questi arriveranno a marzo 2017, quando Nintendo Switch sarà lanciata ufficialmente. Per ora, Wall Street pare gradire.

Luca Annunziata
Notizie collegate
23 Commenti alla Notizia Nintendo Switch, un po' tablet un po' console
Ordina
  • ... la batteria sarà un vero problema.
    Essendo in sostanza un tablet che si aggancia ad una base avrà una batteria che entrerà di continuo in modalità ricarica. Essendo i cicli non infiniti, a meno che non sia possibile rimuoverla e sostituirla a piacimento (il che sarebbe comunque un costo aggiuntivo e un fastidio) dopo un annetto la capacità sarà scesa di brutto considerando un paio di utilizzi/accensioni al giorno.
    Inoltre, a meno che nella base non siano installati dei componenti per "potenziare" la consolle, non credo che con la componentistica attuale si possa ottenere tanta potenza in un tablet che non ha modo di raffreddarsi attivamente (ventole) e spazio fisico per componenti più potenti.

    Ancora una volta sarà arrivata in grosso ritardo e con una consolle meno potente della concorrenza. Se la giocabilità non sarà il punto forte su cui puntare e attirare clienti (naturalmente ad un prezzo di ingresso molto favorevole) come per la wii allora stavolta la vedo veramente brutta per la Nintendo.

    Comunque la si veda è chiaro che ormai si stanno spostando sulla mobilità e il prossimo passo sono gli smartphone (su cui si stanno affacciando).
    non+autenticato
  • Mi fanno vedere i soliti zelda e mario e pure un game di 5 anni fa (skyrim) e me la pompate in sto modo?
  • - Scritto da: Garson Pollo
    > Mi fanno vedere i soliti zelda e mario e pure un
    > game di 5 anni fa (skyrim) e me la pompate in sto
    > modo?

    Non mi sembra un articolo particolarmente pompato. Nintendo è ancora un nome in campo console, su PI si tratta anche questo argomento, quindi la notizia ha senso darla.
    A me questa Switch sembra un fail annunciato, ma avevo detto la stessa cosa per il primo Wii e poi si è visto com'è andata. Magari il mio scetticismo porta fortuna a Nintendo Occhiolino
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Garson Pollo
    > > Mi fanno vedere i soliti zelda e mario e
    > pure
    > un
    > > game di 5 anni fa (skyrim) e me la pompate
    > in
    > sto
    > > modo?
    >
    > Non mi sembra un articolo particolarmente
    > pompato. Nintendo è ancora un nome in campo
    > console, su PI si tratta anche questo argomento,
    > quindi la notizia ha senso
    > darla.
    > A me questa Switch sembra un fail annunciato, ma
    > avevo detto la stessa cosa per il primo Wii e poi
    > si è visto com'è andata. Magari il mio
    > scetticismo porta fortuna a Nintendo
    > Occhiolino

    Considerando com'è andato male il wii u è normale essere dubbiosi, lo sono pure io.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: Izio01
    > > A me questa Switch sembra un fail annunciato, ma
    > > avevo detto la stessa cosa per il primo Wii e
    > poi
    > > si è visto com'è andata. Magari il mio
    > > scetticismo porta fortuna a Nintendo
    > > Occhiolino
    >
    > Considerando com'è andato male il wii u è normale
    > essere dubbiosi, lo sono pure io.

    Io avevo toppato miseramente anche nel predire il successo del Nintendo DS (?) rispetto alla prima Playstation Mobile. Il primo era meno potente, aveva sta cosa del doppio schermo e funzioni di rete, ma PS era molto più potente. Io avevo ovviamente previsto un enorme successo di quest'ultima a danno del primo. Meno male che non mi guadagno da vivere facendo l'analista di mercato Occhiolino
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > - Scritto da: Izio01
    > > > A me questa Switch sembra un fail
    > annunciato,
    > ma
    > > > avevo detto la stessa cosa per il primo
    > Wii
    > e
    > > poi
    > > > si è visto com'è andata. Magari il mio
    > > > scetticismo porta fortuna a Nintendo
    > > > Occhiolino
    > >
    > > Considerando com'è andato male il wii u è
    > normale
    > > essere dubbiosi, lo sono pure io.
    >
    > Io avevo toppato miseramente anche nel predire il
    > successo del Nintendo DS (?) rispetto alla prima
    > Playstation Mobile. Il primo era meno potente,
    > aveva sta cosa del doppio schermo e funzioni di
    > rete, ma PS era molto più potente. Io avevo
    > ovviamente previsto un enorme successo di
    > quest'ultima a danno del primo. Meno male che non
    > mi guadagno da vivere facendo l'analista di
    > mercato
    >Occhiolino
    C'è chi è diventato famoso per non azzeccarne mai unaSorride
    Comunque la PSP si è ritagliata una bella fetta di mercato, ma Sony con le console portatili, non riesce a gestirsi. Guarda com'è non consideri più la Psvita.

    Il DS deve il suo successo ai titoli Casual che con l'avvento degli smartphone e tablet come li conosciamo noi, hanno praticamente ridotto il mercato delle console portatili in tal senso.
  • Prelevati in acque internazionali da imbarcazioni gestite o dalle zecche schifose delle ONG, o dai mafiosi della UE (frontex), e poi trasportati in acque italiane col permesso complice del governo, evidentemente perchè renzi, alfano e la boldrini intascano il pizzo dagli scafisti. Sono quasi DUECENTOMILA dall'inizio dell'anno, praticamente come una citta di dimensoni medio-grandi sbucata dal nulla. A questo ritmo in 10 anni l'Italia diventerà un paese di negri, stupratori e spacciatori.

    Renzi, alfano, boldrini: CRIMINALI e nemici dello Stato. E a chi li vota bisognerebbe spezzargli la spina dorsale a manganellate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome

    > manganellate.
    Che novità imprevista!
    Il solito imbecille fascistoide delle 2:24
    Fatti una camomilla che magari dormi meglio e ti passano le allucinazioni e i deliri.
    Poi quando ti sei rimesso abbastanza da permetterti il viaggio senza il rischio che ti acchiappino eti mettano la camicia di forza per strada fatti vedere da uno psichiatra, e scegline uno bravo!
    non+autenticato
  • Se ti piace vivere circondato da africani e non ti dà problemi il fatto che l'Italia stia venendo invasa da migliaia di clandestini ogni settimana, il tutto con la sostanziale connivenza del governo, allora quello che ha bisogno di uno psichiatra sei tu. Certo che a voi piddini ormai a parte mafiosi ed immigrati non vi vota più nessuno, quindi il vostro ragionamento pro-invasione mi pare piuttosto "razionale", per quanto depravato.Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alfonso

    >Certo che a voi piddini ormai
    > a parte mafiosi ed immigrati non vi vota più
    > nessuno, quindi il vostro ragionamento
    > pro-invasione mi pare piuttosto "razionale", per
    > quanto
    > depravato.


    Ecco, era giusto quello che gli avrei risposto io. Aggiungiamoci anche qualche dozzina di banchieri e massoni. Comunque dopo il 4 dicembre gli facciamo passare la voglia di fare gli spiritosi, già adesso in giro non se ne trova uno che dica di aver votato PD, si nascondono come i topi.Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: Alfonso
    >
    > >Certo che a voi piddini ormai
    > > a parte mafiosi ed immigrati non vi vota più
    > > nessuno, quindi il vostro ragionamento
    > > pro-invasione mi pare piuttosto "razionale", per
    > > quanto
    > > depravato.
    >
    >
    > Ecco, era giusto quello che gli avrei risposto
    > io. Aggiungiamoci anche qualche dozzina di
    > banchieri e massoni. Comunque dopo il 4 dicembre
    > gli facciamo passare la voglia di fare gli
    > spiritosi, già adesso in giro non se ne trova uno
    > che dica di aver votato PD, si nascondono come i
    > topi.
    >Ficoso

    preferisco avere come vicini degli africani che degli italiani doc come voiPerplesso
    non+autenticato
  • Nuova bugia della stampa italiana, su tutti i giornali compare la notizia che la Vallonia ha respinto il CETA. L'accordo commerciale col Canada. Tutti i giornali scrivono che la Vallonia protesta contro la clausola sull'arbitrato indipendente per le controversie commerciali.
    Falso.
    Il premier della Vallonia ha elencato vari motivi per il rifiuto, ma non ha mai nominato il tribunale indipendente per le controversie commerciali.
    Il motivo principale è che vuole la garanzia che il trattato sia applicato alle aziende veramente canadesi, non alle multinazionali che con una sede di comodo potrebbero usare il Canada come un cavallo di troia (ha detto proprio così).
    non+autenticato
  • - Scritto da: fvthvdrhdv
    > Nuova bugia della stampa italiana, su tutti i
    > giornali compare la notizia che la Vallonia ha
    > respinto il CETA. L'accordo commerciale col
    > Canada. Tutti i giornali scrivono che la Vallonia
    > protesta contro la clausola sull'arbitrato
    > indipendente per le controversie
    > commerciali.

    E allora? Brava la Vallonia.


    > Il premier della Vallonia ha elencato vari motivi
    > per il rifiuto, ma non ha mai nominato il
    > tribunale indipendente per le controversie
    > commerciali.

    E invece sì, lo ha detto più volte, l'ultima nell'intervista a Le Monde 2 giorni fa. E mi pare sacrosanto, solo un mentecatto accetterebbe l'idea che il sistema giudiziario nazionale venga "scavalcato" da dei "tribunali" arbitrali STRANIERI, per giunta composti da "giudici" che sono avvocati col dopolavoro. E' già una vergogna dover accettare l'esistenza stessa della corte di giustizia europea, figurarsi gli arbitri con mazzetta incorporata.
    non+autenticato
  • ma che me ne frega a me di nintendo suicc
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)