2,5 pollici di drive in formato server

Seagate ha lanciato una nuova famiglia di hard disk da 2,5 pollici e 10.000 RPM pensata per il mercato enterprise e, in special modo, a quello dei server blade. 3,5 pollici vicini alla pensione?

San Francisco (USA) - Dopo averla annunciata al recente Intel Developer Forum, Seagate ha ora lanciato sul mercato quella che definisce la prima famiglia di hard disk da 2,5 pollici di classe enterprise.

L'azienda sostiene che i nuovi dischi fissi combinano, ad una forma ridotta, un basso consumo di energia ed una elevata velocità di ricerca e trasferimento dei dati.

Con i suoi nuovi cuccioli di hard drive, denominati Savvio, Seagate si rivolge in modo particolare ai datacenter delle grosse aziende, dove fattori quale lo spazio e i consumi stanno assumendo una priorità crescente nella scelta dei sistemi informatici. In particolare, il colosso dello storage spera di spingere i propri drive nell'esplosivo segmento dei sistemi SFF (Small Form Factor), a cui appartengono i server blade, e sugli storage array.
I Savvio hanno una velocità di rotazione pari a 10.000 RPM e dichiarano un'affidabilità, misurata in un ambiente enterprise, di 1,4 milioni di ore di MTBF.

"Spazio e potenza sono considerati sempre più come beni dell?azienda che devono essere gestiti e protetti, e ancora di più gli utenti stanno richiedendo che i server e i sistemi di storage occupino meno spazio fisico e consumino meno", ha dichiarato John Monroe, research vice president presso Gartner. "Le nuove famiglie di drive da 2.5 pollici ad alte prestazioni saranno in grado di coadiuvare i sistemi enterprise a garantire velocità ed affidabilità elevate riducendo lo spazio e il consumo. Lo spostamento verso nuovi HDD form factor è inevitabile e obbligatorio. Gartner prevede che la famiglia di drive enterprise da 2,5 pollici sarà l?HDD form factor predominante negli ambienti multi-user entro il 2007".

Seagate sostiene che, rispetto ai tradizionali dischi da 3,5 pollici e 10.000 RPM, i Savvio sono il 70% più piccoli, consumano il 40% in meno e hanno un tempo di ricerca inferiore del 15%. I dischi sono stati rilasciati nelle versioni con interfaccia Fibre Channel e Ultra320 SCSI e, verso la fine del terzo trimestre, saranno disponibili anche in versione Serial Attached SCSI (SAS).

Fra i primi colossi ad adottare i dischi Savvio ci sarà HP, la quale si è detta particolarmente interessata alle versioni con interfaccia SAS.
TAG: hw
7 Commenti alla Notizia 2,5 pollici di drive in formato server
Ordina
  • Che qualcuno ci pensasse.
    Chi ha a che fare con i server rack sa di cosa parlo. Ogni armadio pieno di rack 1U oltre a necessitare di 2KW di alimentazione ha bisogno di almeno 3KW di condizionatore.
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > Ogni armadio pieno di rack 1U oltre a necessitare di 2KW
    > di alimentazione ha bisogno di almeno 3KW di
    > condizionatore.

    X ammortizzare le spese mi sa ke vi conviene tappezzare il tetto con pannelli fotovoltaici (se poi siete al sud la cosa funzia pure meglio)! ^^''
    non+autenticato
  • Sai che macchinette carine che ci vengono?
    Con lo standard mini-itx e simili, siamo a buon punto. Adesso anche il nuovo bus PCI se avesse una miniaturizzazione dello slot non sarebbe cosa cattiva.
    Finalmente spariscono quei "termosifo'" ATX che ci portiamo sotto e sopra le scrivanie.
    Mi piacciono tutti i barebone e i piccoli case per le motherboard mini-itx, e non sarebbe male cominciare a ridurre tutti i desktop... Soprattutto se ne potranno avere anche piu' di uno messi in rete sulla propria scrivania.

    Un cubetto con la scheda PCI ADSL che ti fa da router, firewall ecc. uno che fa da web server e servizi, l'altro un PC desktop. Con l'ADSL ti pubblichi il tuo server su internet coi tuoi servizi e il tuo business... Insieme al normale uso col desktop e il portatile, per tutta la famiglia insomma...

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano
    mechano@punto-informatico.it

    ==================================
    Modificato dall'autore il 24/02/2004 23.10.47

  • - Scritto da: Mechano
    > Un cubetto con la scheda PCI ADSL che ti fa
    > da router, firewall ecc. uno che fa da web
    > server e servizi, l'altro un PC desktop. Con
    > l'ADSL ti pubblichi il tuo server su
    > internet coi tuoi servizi e il tuo
    > business... Insieme al normale uso col
    > desktop e il portatile, per tutta la
    > famiglia insomma...

    sono sempre stato contrario alle schede PCI ADSL, se non altro perchè un fulmine mi ha fo**uto:
    motherboard
    cpu
    ram
    hd
    e la scheda pci ADSL

    si è salvato solo il monitor, ovviamente.
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > sono sempre stato contrario alle schede PCI ADSL, se non
    > altro perchè un fulmine mi ha fo**uto:

    Non ke ce ne possa fregare poi molto......

    1- A me, x esempio, un fulmine fece partire solo il V.90.
    Da allora stacco presa di corrente e doppino telefonico durante i temporali estivi e non mi si e' + bruciato nulla.

    2- Non e' ke usando un adattatore ADSL USB/Ethernet si risolva poi molto.
    X quello servirebbe un parafulmine.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > sono sempre stato contrario alle schede PCI
    > ADSL, se non altro perchè un fulmine
    > mi ha fo**uto:
    > motherboard
    > cpu
    > ram
    > hd
    > e la scheda pci ADSL
    >
    > si è salvato solo il monitor,
    > ovviamente.

    Mi spiace per l'evento. Ma di solito nella presa a muro c'e' un filtro con la protezione...
    Sei stato sfortunato, perche' al massimo si brucia la scheda ADSL.

    Comunque la scheda ADSL PCI e' la soluzione dalle prestazioni migliori.
    Usando una scheda PCI hai una catena composta da CPU, bus PCI e chipset del modem.
    Con un router hai CPU, BUS PCI, chip scheda di rete e relativo cavo, scheda di rete sul router, col suo bus e la sua CPU e quindi la connessione ADSL.
    Con un modem USB tra CPU e modem c'e' il bus PCI, poi il chipset dell'USB, e quindi l'elettronica seriale del modem.

    Insomma meno hardware c'e' di mezzo con i relativi driver piu' o meno efficienti e meglio e', e naturalmente i tempi di latenza e la velocita' del ping e dei pacchetti UDP e' migliore sulla scheda PCI ADSL. Secondo me la migliore soluzione in assoluto per i giochi on-line.
    Poi se la metti su una linux box ed hai una scheda per la quale il driver e sotto forma di codice sorgente (quasi tutte) puoi compilare il driver ottimizzandolo per la tua CPU e soprattutto i file di configurazione del driver della scheda hanno tutta una serie di parametri che puoi modificare (se sai cosa stai facendo) per migliorare ancora di piu' le prestazioni.

    --
    Ciao.
    Mr. Mechano


    ==================================
    Modificato dall'autore il 25/02/2004 22.39.01
  • Siii che bello! cosi' per smontare il pc e cambiare la cpu devo usare il microscopio o prima laurearmi in medicina con specializzazione in chirurgia vascolare!!!! BEEEEEELO!

    Sigmund
    non+autenticato