Mirko Zago

Apple, un futuro di realtà aumentata?

Secondo indiscrezioni Cupertino starebbe investendo sulla realtà aumentata di prossima generazione. Nel 2018 saranno in commercio i primi occhiali con il logo della Mela? Al momento vige il massimo riserbo

Roma - Apple starebbe vagliando l'idea di dedicarsi alla produzione di occhiali digitali simil Google Glass. Secondo fonti vicine all'azienda, alcuni dipendenti avrebbero parlato di un nuovo dispositivo da lanciare sul mercato nel 2018. A diffondere tale informazione è Bloomberg. L'acquisto di display solitamente utilizzati nella produzione di occhiali digitali testimonierebbero l'interesse di Apple verso la realtà aumentata. Poiché il portavoce dell'azienda, Trudy Muller, ha rifiutato di rilasciare commenti, le voci sono da considerarsi non ancora confermate. Anche il portavoce di Carl Zeiss, presunto partner commerciale secondo Robert Scoble dell'azienda Upload VR, ha risposto no comment.

Apple Glass

Quel che è certo è che a partire dal 2013 Apple ha acquisito aziende coinvolte nella produzione di dispositivi per la realtà aumentata come PrimeSense (la stessa azienda che ha sviluppato la tecnologia motion-sensing alla base del sistema di gioco Kinect di Microsoft ) e ancora Metaio lo scorso anno e Flyby Media quest'anno. Apple ha registrato inoltre brevetti relativi alla realtà aumentata da spendere in funzionalità di "street view" nelle applicazioni di mapping, ma anche per utilizzi quotidiani nella realtà "non virtuale"; qualcuno ha visto delle affinità con il mondo videoludico pensando a Pokémon Go, ma le potenzialità sono da ricercare anche in altri ambiti.

Lo stesso Tim Cook ha più volte affermato l'interesse di Cupertino verso questa tipologia di dispositivi, elogiando la realtà aumentata. A luglio durante una conferenza con gli analisti aveva detto: "La realtà aumentata può essere qualcosa di veramente grande. Abbiamo investito molto in questa tecnologia e continueremo a farlo. Siamo pronti per la corsa alla realtà aumentata. Pensiamo che siano disponibili grandi cose per i consumatori e un'importante opportunità commerciale".
Proprio a inizio di questo mese è stato depositato un brevetto che ha come oggetto lo sviluppo di un visore VR compatibile con smartphone (identificato nel documento come Head-Mounted Display Apparatus For Retaining A Portable Electronic Device With Display). Si tratterebbe di un sistema in grado di visualizzare più fotogrammi ridondanti così da riprodurre una visione stereografica. La temporizzazione o l'adozione di tecniche di dual frame sono adottate per creare un miglior effetto di visualizzazione.

"La realtà aumentata ha bisogno di tempo, perché le sfide tecnologiche sono tante, ma si avvererà. E in una maniera forte; e quando succederà ci chiederemo come abbiamo fatto a vivere senza. Proprio come ci chiediamo come facevamo a vivere quando non avevamo il telefono" - sostiene Tim Cook.
Esagerato? Forse, ma il mercato va in questa direzione. Anche Snapchat, l'app del momento, ha lanciato i suoi occhiali con videocamera la scorsa settimana. È Google, nonostante abbia fatto da precursore nel 2012 con i Google Glass (ormai dismessi), che dovrebbe essere fuori dai giochi.

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
160 Commenti alla Notizia Apple, un futuro di realtà aumentata?
Ordina
  • oggi è proprio la giornata del cantinaro triste:

    http://thehackernews.com/2016/11/hacking-linux-sys...

    ma non eravate voi a dire che luks è 100 volte più sicuro di filevalut?
    non+autenticato
  • - Scritto da: 666
    > oggi è proprio la giornata del cantinaro triste:
    >
    > http://thehackernews.com/2016/11/hacking-linux-sys
    >
    > ma non eravate voi a dire che luks è 100 volte
    > più sicuro di filevalut?

    Dimmi, dimmi, quindi la partizione si sblocca senza passphrase?
    Shiba
    3826
  • Ti rispondo io: NO! E la vulnerabilità non é sfruttabile SENZA LVM.

    Senza LVM al terzo tentativo parte il SO senza mappare/montare la partizione cifrata.

    E le faq lo dicono chiaro e tondo che sarebbe meglio evitare i volumi logici con le partizioni cifrate:

    https://gitlab.com/cryptsetup/cryptsetup/wikis/Fre...

    "Be aware that if you add LVM into the mix, things can get very complicated... KISS is what separates an engineer from an amateur."
    non+autenticato
  • "Fortunately, the vulnerability is incredibly easy to fix."

    "Since a patch is already available..."


    Mi basta questo, in quanto utilizzo LUKS. Il resto sono chiacchere da bar.
    non+autenticato
  • Aggiungi una riga a GRUB che blocchi dopo X tentativi.
    iRoby
    7586
  • - Scritto da: 666
    > oggi è proprio la giornata del cantinaro triste:
    >
    > http://thehackernews.com/2016/11/hacking-linux-sys
    >
    > ma non eravate voi a dire che luks è 100 volte
    > più sicuro di
    > filevalut?

    Questa non mi è chiara.

    1) Hai l'intero disco cifrato. All'avvio ti presenta automaticamente il password prompt. Puoi riavviare come root, ma non ci fai niente perchè il disco sotto rimane cifrato, non hai mai inserito la passphrase. Al massimo puoi riformattare tutto, ma non puoi accedere ai dati.

    2) Hai solo una partizione dati cifrata. Accedi in locale o da remoto ad un computer già avviato e cerchi di decifrare la partizione. Per lanciare cryptsetup serve la password di root.
    non+autenticato
  • e anche per oggi abbiamo una certezza.
    Il macaco DOC non rinuncia mai alla sua dose di ceffoni.
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • l'unica certezza è che in un giorno hanno trovato falle e backdoor su linux e android.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 666
    > l'unica certezza è che in un giorno hanno trovato
    > falle e backdoor su linux e android.

    Nessuna delle due affermazioni è vera, ti sfido a dimostrare il contrario.
    Shiba
    3826
  • cerca su google...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 666
    > cerca su google...

    Mmh, no.
    Shiba
    3826
  • - Scritto da: 666
    > cerca su google...

    ma i medici non ti hanno ancora acciuffato? non riuscirai a eludere il TSO ancora per molto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: max666
    > Il macaco DOC non rinuncia mai alla sua dose di
    > ceffoni.

    E' un imprinting ricevuto da Apple stessa...
    non+autenticato
  • ora che il guru si e' spostato ad un nuovo superiore piano astrale che gli apre nuovi livelli di conoscenza, (leggi: jobs e' morto) il campo di distorsione della realta' che emanava sulle testoline bacate no c'e' piu', quindi intortare i gonzi resta piu complicato. non credo che questo mero succedaneo tecnologico potra rimpiazzare la potenza del guru.
    non+autenticato
  • se preferisci farti spiare dai cinesi o bucare il linux tenendo premuto "invio" per 90 secondi fai pure, è una tua scelta. e qui non si parla di idee innovative di jobs, ma solo di serietà nel fare le cose...
    non+autenticato
  • Ma come se era Google a farli non era buono e se lo fa apple invece si ?A bocca aperta

    Intanto in casa apple...

    https://www.tomshw.it/macbook-pro-con-touch-bar-br...

    La professionalità di apple...

    Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: F Type
    > https://www.tomshw.it/macbook-pro-con-touch-bar-br
    >
    > La professionalità di apple...
    >
    > Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere

    E' una scelta tecnica , cazzo centra la professionalitá ? Deluso

    L'SSD é saldato come é saldato l'SSD e la RAM del mio Samsung. Se vuoi gli spazi ridottissimi questa é la strada.
  • - Scritto da: aphex_twin

    > E' una scelta tecnica , cazzo centra la
    > professionalitá ?
    >Deluso

    No è una scelta demenziale e voluta,specie a quel prezzo.

    > L'SSD é saldato come é saldato l'SSD e la RAM del
    > mio Samsung. Se vuoi gli spazi ridottissimi
    > questa é la
    > strada.

    Ma stai zitto va, mi stai dicendo che non potevano mettere degli slot per un SSD perchè hanno ridotto lo spessore di 2mm ? Ahahahah

    Che boccaloni gli applefan,voi e l'informatica siete agli antipodi e credete stupidamente ad ogni stronzata che apple vi dice,poveriniA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: F Type
    > - Scritto da: aphex_twin
    >
    > > E' una scelta tecnica , cazzo centra la
    > > professionalitá ?
    > >Deluso
    >
    > No è una scelta demenziale e voluta,specie a quel
    > prezzo.
    >
    > > L'SSD é saldato come é saldato l'SSD e la
    > RAM
    > del
    > > mio Samsung. Se vuoi gli spazi ridottissimi
    > > questa é la
    > > strada.
    >
    > Ma stai zitto va, mi stai dicendo che non
    > potevano mettere degli slot per un SSD perchè
    > hanno ridotto lo spessore di 2mm ?
    > Ahahahah
    >

    Esatto.
    E non è un SSD ATA bandone come i tuoi. E' un PCIe.

    > Che boccaloni gli applefan,voi e l'informatica
    > siete agli antipodi e credete stupidamente ad
    > ogni stronzata che apple vi dice,poverini
    >A bocca aperta

    Dimmi codardo,
    non so come scrivere 700 milioni.
    Potrei scrivere 700M, o 700.000.000, non so, sono indeciso.

    Che dici?
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix

    > Esatto.
    > E non è un SSD ATA bandone come i tuoi. E' un
    > PCIe.

    Ahahah in effetti sono molto spessi quelli vero ? Rotola dal ridere

    > Dimmi codardo,
    > non so come scrivere 700 milioni.
    > Potrei scrivere 700M, o 700.000.000, non so, sono
    > indeciso.
    >
    > Che dici?

    Dimmi codardino,quanti abitanti fa la Cina ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: F Type
    > - Scritto da: maxsix
    >
    > > Esatto.
    > > E non è un SSD ATA bandone come i tuoi. E' un
    > > PCIe.
    >
    > Ahahah in effetti sono molto spessi quelli vero ?
    > Rotola dal ridere
    >
    I connettori SATA, gli HD SATA da 2,5" o entrambi.

    Codardo, soggetto, verbo, complemento.

    > > Dimmi codardo,
    > > non so come scrivere 700 milioni.
    > > Potrei scrivere 700M, o 700.000.000, non so,
    > sono
    > > indeciso.
    > >
    > > Che dici?
    >
    > Dimmi codardino,quanti abitanti fa la Cina ?A bocca aperta

    Codardo, rispondi alla domanda.

    Come scriviamo 700 milioni?

    Sono tanti eh.
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix

    > I connettori SATA, gli HD SATA da 2,5" o entrambi.

    Connettori codardino,un SSD M.2 è molto ingombrante vero ?A bocca aperta

    > Codardo, rispondi alla domanda.
    >
    > Come scriviamo 700 milioni?
    >
    > Sono tanti eh.

    Codardino quanti sono gli abitanti della Cina ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    >
    > Esatto.
    > E non è un SSD ATA bandone come i tuoi. E' un
    > PCIe.
    >

    In realtà gli SSD PCIe oggi non offrono alcun vantaggio prestazionale rispetto ai SATA. Avevo considerato l'acquisto, scoprendo poi che non ne valeva affatto la pena.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: maxsix
    > >
    > > Esatto.
    > > E non è un SSD ATA bandone come i tuoi. E' un
    > > PCIe.
    > >
    >
    > In realtà gli SSD PCIe oggi non offrono alcun
    > vantaggio prestazionale rispetto ai SATA. Avevo
    > considerato l'acquisto, scoprendo poi che non ne
    > valeva affatto la
    > pena.

    Ahem.

    Se hai sempre a che fare con file piccoli la larghezza di banda garantita dal PCIe rispetto a SATA non è avvertibile.

    Se invece lavori con file pesanti si sente, eccome se si sente.
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix
    > Se hai sempre a che fare con file piccoli la
    > larghezza di banda garantita dal PCIe rispetto a
    > SATA non è avvertibile.

    Con un disco da 256GB totali difficilmente sposterai continuamente files molto grandi: se hai due file da 100GB sposti solo quelli e non ti rimane molto altro spazio su quel disco.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: maxsix
    > > Se hai sempre a che fare con file piccoli la
    > > larghezza di banda garantita dal PCIe rispetto a
    > > SATA non è avvertibile.
    >
    > Con un disco da 256GB totali difficilmente
    > sposterai continuamente files molto grandi: se
    > hai due file da 100GB sposti solo quelli e non ti
    > rimane molto altro spazio su quel
    > disco.

    La differenza la senti, e tanto, dai 200 MB in su.
    maxsix
    9374
  • Spero non ripetano l'errore (già fatto con l'orologio) di farlo compatibile solo con l'iPhone.
  • Ha mai fatto qualcosa di compatibile con altro ? Apple è famosa per questo, altrimenti come li obblighi a collezionare tutto di apple ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: bradipao
    > Spero non ripetano l'errore (già fatto con
    > l'orologio) di farlo compatibile solo con
    > l'iPhone.

    Dici? Io ho pochi dubbi che succeda esattamente questo. Lo dico senza polemica, ma mi sembra che la chiusura totale sia alla base del business Apple, se facesse qualcosa di compatibile con altri produttori, mi cascherebbe la mascella.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > Dici? Io ho pochi dubbi che succeda esattamente
    > questo. Lo dico senza polemica, ma mi sembra che

    Idem, senza voler fare la minima polemica.

    > la chiusura totale sia alla base del business
    > Apple, se facesse qualcosa di compatibile con
    > altri produttori, mi cascherebbe la mascella.

    In realtà con Apple Music si è aperta al mondo Android. Ok, si tratta di software e non hardware, ma è pur sempre un prodotto che non rispetta la chiusura totale.

    Una non trascurabile parte del successo dell'iPhone (quando uscì) fu la sua compatibilità con i PC Windows. E l'orologio prima e questo potenziale prodotto poi, non fanno eccezione a questa regola (a mio parere). Anzi, se compri un iWatch e lo usi su un Android, magari ti viene la voglia di passare ad iPhone, proprio come ad alcuni iPhone ha fatto venire voglia di passare a Mac.

    L'unico rischio del multi-piattaforma è che l'accessorio poi funzioni meglio su altre piattaforme che non su quella proprietaria. Quello sarebbe come spararsi sui piedi.
  • - Scritto da: bradipao

    > In realtà con Apple Music si è aperta al mondo
    > Android. Ok, si tratta di software e non
    > hardware, ma è pur sempre un prodotto che non
    > rispetta la chiusura
    > totale.

    E quanti utenti Android la usano ?

    > Una non trascurabile parte del successo
    > dell'iPhone (quando uscì) fu la sua compatibilità
    > con i PC Windows. E l'orologio prima e questo
    > potenziale prodotto poi, non fanno eccezione a
    > questa regola (a mio parere). Anzi, se compri un
    > iWatch e lo usi su un Android, magari ti viene la
    > voglia di passare ad iPhone, proprio come ad
    > alcuni iPhone ha fatto venire voglia di passare a
    > Mac.

    Se non crei dipendenza (come spesso succede in Apple) se compro un orologio che va bene anche con altre marche non compro l'iphone,minori introiti per apple. Se inizia a fare una cosa del genere sarà la sua morte perchè c'è una competizione molto agguerrita,apple non c'è abituata,sarebbe l'ultima arrivata e non se la filerebbe nessuno,poi dimentichi la questione prezzo.

    > L'unico rischio del multi-piattaforma è che
    > l'accessorio poi funzioni meglio su altre
    > piattaforme che non su quella proprietaria.
    > Quello sarebbe come spararsi sui
    > piedi.

    Il rischio e che poi i suoi introiti calerebbero rapidamente con una mossa del genere,oggi si regge proprio grazie alla dipendenza che ha creato,di cui i suoi utenti neanche sono coscienti e sono 4 gatti,figuriamoci.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bradipao
    >
    > Una non trascurabile parte del successo
    > dell'iPhone (quando uscì) fu la sua compatibilità
    > con i PC Windows. E l'orologio prima e questo
    > potenziale prodotto poi, non fanno eccezione a
    > questa regola (a mio parere). Anzi, se compri un
    > iWatch e lo usi su un Android, magari ti viene la
    > voglia di passare ad iPhone, proprio come ad
    > alcuni iPhone ha fatto venire voglia di passare a
    > Mac.
    >

    Come controesempio, penso al fiasco totale dei Mac compatibili prima del ritorno di Jobs. Era il periodo in cui Apple colò a picco e fu salvata da Microsoft.
    Per di più, girando su Android Apple dovrebbe fare i conti con altri produttori, che sicuramente offrirebbero prodotti analoghi ad una frazione del prezzo, con margini molto ridotti. Non è il tipo di mercato a cui finora si è mostrata interessata, ed è una strategia che finora ha pagato molto bene.
    Scommetto un fagiolo che gli iGlasses resteranno limitati all'iMondo. Quando usciranno, vedremo se avrò vinto il fagiolo oppure no:)
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    > Scommetto un fagiolo che gli iGlasses resteranno
    > limitati all'iMondo. Quando usciranno, vedremo se
    > avrò vinto il fagiolo oppure no:)

    Le probabilità sono clamorosamente a tuo favore, te lo concedo.

    Dicevo solo che in una prospettiva di lunghissimo termine Apple dovrebbe specializzarsi in accessori multi-piattaforma. E' l'unico modo che ha per uscire dalla dipendenza dal "mono-prodotto".
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: Izio01
    > > Scommetto un fagiolo che gli iGlasses resteranno
    > > limitati all'iMondo. Quando usciranno, vedremo
    > se
    > > avrò vinto il fagiolo oppure no:)
    >
    > Le probabilità sono clamorosamente a tuo favore,
    > te lo
    > concedo.
    >
    > Dicevo solo che in una prospettiva di lunghissimo
    > termine Apple dovrebbe specializzarsi in
    > accessori multi-piattaforma. E' l'unico modo che
    > ha per uscire dalla dipendenza dal
    > "mono-prodotto".

    non succederà mai, ricordo ancora l'ipod usabile solo con itunes finché non hanno fatto RE del protocollo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)