Pierluigi Sandonnini

Facebook Messenger, giochi istantanei

Diciassette titoli scelti fra i giochi storici di Bandai Namco, Taito, Zynga e altri, per sfidare gli amici senza uscire dalle conversazioni. Instant Games, nel prossimo futuro, si aprirà anche agli sviluppatori

Roma - Da oggi Facebook propone ai propri utenti una ragione in più per utilizzare Messenger come mezzo di comunicazione con il proprio universo di relazioni sociali: i giochi online. Questa nuova possibilità, che riguarda l'app mobile di instant messaging, è disponibile in trenta paesi, tra i quali l'Italia, per i sistemi operativi iOS e Android. I titoli a disposizione sono diciassette; fra questi figurano game storici quali Pac-Man, Galaga, Space Invaders.


Giocare mentre si sta comunicando è semplice: nell'ultima versione della app basta avviare una conversazione con uno o più amici, cliccare sull'icona "game controller" che si trova subito sotto lo spazio riservato alla digitazione del messaggio e scegliere un gioco. I giochi vengono caricati in pochi secondi, poiché sono realizzati nello standard HTML5, ovvero più in fretta di quanto occorre per caricare le app native. Finito un match, le persone con le quali stiamo conversando vedranno il nostro punteggio e avranno la possibilità di sfidarci. Si possono cercare i giochi anche utilizzando il campo "search" di Messenger o sul News Feed Facebook.

Questa nuova funzionalità di Messenger dà modo di condividere l'esperienza di gioco con i propri amici rimanendo nel contesto della chat o dei gruppi di conversazione. Si tratta di un'opportunità riservata a ben 1 miliardo di persone che utilizzano ogni mese il sistema di messaggistica, condividendo momenti della propria esistenza in vari modi: inviando sticker quando le parole non bastano, con gli Instant Video e effettuando una chiamata vocale. Ora, anche sfidandosi ai propri videogame preferiti.
Videogame su mobile

Facebook ha avuto un ruolo dominante nel social gaming attorno al 2008, arrivando a guadagnare quasi 250 milioni di dollari per trimestre. Inoltre, considerata la loro natura virale, hanno contribuito in modo significativo alla crescita degli utenti della piattaforma. Oggi, il 15 per cento del tempo trascorso su Facebook è ancora speso giocando, sebbene i ricavi nell'ultimo trimestre siano scesi a 196 milioni di dollari. La causa di questo calo sta nel passaggio degli utenti dai dispositivi desktop a quelli mobile. Intuendo la transizione verso l'ambiente mobile, nel 2011 Facebook si era gettata nell'impresa di realizzare una piattaforma di gaming basata su HTML5, chiamata Project Spartan. Impresa fallita perché lo standard non era ancora abbastanza flessibile ed affermato per realizzare giochi che potessero competere con le app native. Attualmente Facebook sta testando il potenziale dei giochi su Messenger realizzandoli in proprio. Ad esempio, il suo videogame di basket, inizialmente proposto come easter egg, è stato giocato 1,2 miliardi di volte, superando le attese della società.

I videogiochi sviluppati con il linguaggio HTML5 non sono forse particolarmente curati dal punto di vista grafico, tuttavia sono sufficientemente coinvolgenti. Uno studio condotto dal network Gamee ha rilevato che, in media, gli utenti giocano utilizzando le chat game 34 volte al giorno, per un totale di 21 minuti in due sessioni al giorno, mentre giocano con le app native 43 volte per 33 minuti in 2,5 sessioni al giorno. Considerato il minor grado di coinvolgimento dei chat game rispetto alle app native, si può dire che la platea che attende gli Instant Game di Messenger sia decisamente ampia. Gli sviluppatori, che come promesso nel recente passato saranno presto invitati a popolare la piattaforma, si stanno preparando a conquistarla.

Pierluigi Sandonnini

fonte immagine
Notizie collegate