France Telecom: sparamessaggini open source

Il noto software di instant messaging open source Jabber ha trovato in France Telecom un partner sufficientemente robusto per poter ambire a diffondere uno standard unico per la messaggistica real-time, anche su reti mobili

Denver (USA) - Dopo mesi di colloqui, France Telecom ha finalmente deciso di chiedere la mano di Jabber, la nota piattaforma di instant messaging open source che tanto successo ha avuto fra gli utenti Linux.

France Telecom acquisterà il 23% delle azioni di Jabber.com, sussidiaria di Webb Interactive Services, per una cifra di 7 milioni di dollari. L'intento è quello accelerare gli sforzi per espandere l'adozione di Jabber come sistema di instant messaging embedded e per promuovere uno standard per la messaggistica basato su XML.

E' proprio di pochi giorni fa la notizia che Ericsson, Motorola e Nokia stanno congiuntamente sviluppando delle specifiche standard per l'instant messaging su reti mobili.
Jabber, oltre ad essere un'alternativa compatibile a ICQ, AIM, MSN Messenger e Yahoo! Messenger, ambisce a dar vita ad uno standard sicuro e flessibile, basato su XML, appetibile non soltanto per il mercato consumer, ma anche per quello aziendale.

Il codice sorgente di Jabber è sviluppato e gestito in seno al progetto open source Jabber.org, che attualmente coinvolge circa un centinaio di sviluppatori.

Secondo Webb Interactive, l'alleanza si focalizzerà anche nel posizionare Jabber.com come leader Europeo nelle applicazioni di messaggistica multimediale, fra cui servizi vocali e mobili.

"France Telecom è convinta del valore strategico di una soluzione tecnologica indipendente ed interoperabile tesa a supportare gli sforzi di Jabber nello spingere l'adozione degli standard open source per l'instant messaging", ha commentato Patrick Puges, direttore della sezione ricerca e sviluppo di France Telecom.