Matrox svelerà il segreto del suo chippone

L'azienda sembra pronta a raccontare il nuovo chipset grafico con cui intende rimettersi in corsa per la conquista del mercato videoludico, dove Nvidia e ATI la fanno da padrone. Che il futuro riservi una lotta a tre?

Dorval (Canada) - Sono circolate numerose voci in merito al prossimo chipset grafico di Matrox, un prodotto attorno al quale è nata una certa curiosità, soprattutto dopo che l'azienda canadese accennò, qualche tempo fa, all'intenzione di rientrare alla grande nel settore delle schede 3D consumer.

Si è parlato molto del fantomatico G800, un acceleratore grafico pensato, come il VSA-100 di 3Dfx, per configurazioni multi-chip ed in grado, sempre secondo le indiscrezioni, di porsi sulla stessa fascia prestazionale di un GeForce2.

Qualche tempo fa un portavoce di Matrox ha però confidato a Tech-Report.com che il progetto legato al G800 era stato del tutto abbandonato, probabilmente per difficoltà e costi legati proprio all'implementazione di una GPU dual-chip.
Il nuovo chipset che Matrox annuncerà la prossima settimana sembra dunque essere il G550, un grosso aggiornamento dell'attuale G450, in grado di far tornare Matrox competitiva anche sulla fascia medio-alta del mercato delle schede grafiche 3D dedicate al mondo videoludico.

Il G550, o come si chiamerà al momento del lancio, è un acceleratore grafico a singolo chip che avrà il supporto alle memorie DDR a 128 bit, integrerà due pipeline di rendering con tre unità di texture ciascuna e sarà dotato di un'implementazione alquanto limitata del motore T&L (trasformazione e illuminazione) inizialmente previsto per la G800.

La scelta di Matrox ricorda da vicino quella fatta da STMicroelectronics per il suo chipset Kyro II, di cui tanto si è parlato nelle ultime settimane: questo acceleratore manca infatti totalmente di un motore T&L in hardware ricorrendo, per incrementare le prestazioni, ad un'architettura di rendering denominata Tile Based, che limita al massimo il dispendio di banda passante fra processore e memoria.

Non è dato sapere se anche Matrox, per ovviare alla mancanza di un vero e proprio motore T&L, ricorrerà a qualche trucco od ottimizzazione particolare: alcuni siti di hardware sostengono che la sua potenza dovrebbe collocarsi fra un GeForce 2 MX 400 e un GeForce 2 GTS, mentre il prezzo dovrebbe aggirarsi fra i 150 e i 200$.

Ci si aspetta che il G550, la cui GPU verrà fabbricata con processo a 0,18 micron, abbia un clock di 200-250 MHz, un RAMDAC da 360 MHz e sia equipaggiata, nella versione Millennium, di 32 MB di DDR SDRAM.

Pare che Matrox non aspiri ancora a fare concorrenza a Nvidia e ATI sulla fascia più alta del mercato, preferendo tenersi un paio di gradini sotto: il futuro potrebbe però rivelarci, nuovamente, una lotta a tre.
TAG: hw
5 Commenti alla Notizia Matrox svelerà il segreto del suo chippone
Ordina
  • Ma chi l'ha detto a questi qui di PI che la Matrox vuole "rientrare alla grande nel mercato videoludico"?
    Basta leggere i comunicati stampa della stessa Matrox (e un po' di buon senso) per capire come di quel mercato non importi piu' un granche' a nessuno!
    Infatti e' un mercato che richiede enormi investimenti per generare prodotti di breve durata, e che nel lungo periodo non rende (basta vedere che fine ha fatto la 3Dfx)!

    Il mercato professionale e' invece molto piu' appetitoso: lo sviluppo dei prodotti costa molto meno e questi durano molto di piu' (come programmatore sto piu' che bene con la mia G200!), e la Matrox ha da insegnare a tutti in questo settore, per non parlare del fatto che i personal venduti per uso professionale sono molti di piu' di quelli per videogioco puro. Come spieghereste altrimenti l'enorme successo commerciale della G450, che nei videogiochi fa letteralmente ca**re? Datele in pasto un CAD, un fotoritocco, un editing video, o anche un operatore di borsa, e vedrete come ve li snocciola!

    Certo era ora di un nuovo chip con un po' piu' spinta nel 3D, ma hanno giustamente deciso di non strafare e continuare a fare quello che fanno meglio! Personalmente credo proprio che la G550 si possa gia' considerare infilata nel mio slot AGP (sapete com'e', una partitina ogni tanto...).

    Vedremo cosa faranno i concorrenti. Secondo me, se la nVidia continua cosi' non durera' ancora a lungo, la ATI invece continuera' per la sua strada, visto che prende il mercato del videogioco estremo per quello che e'.
    non+autenticato
  • Era ora che la matrox tornasse sul mercato con una scheda seria dopo quei bidoni a pedali che sono la G400 e G450!
    La guerra a 3 con ATI e NVIDIA gioverà a tutti!
    non+autenticato
  • Il Geforce 3 massacrera' questo CHIP
    (e non costera' troppo di piu')

    Inoltre... una Geforce 2 gts rimarra' probabilmente una scelta migliore.

    MAH

    Addio MATROX... o arrivederci

    Ciao
    non+autenticato
  • Guarda che Matrox rimane per l'Editing.
    non+autenticato
  • > Addio MATROX... o arrivederci

    E dire ke il G400 era il migliore della sua categoria, quando usci'... :_(

    Farewell
    non+autenticato