Mirko Zago

In Arizona la consegna a mezzo drone è realtà

La catena di supermercati 7-eleven ha battuto Amazon. Già effettuate 77 recapiti via aerea negli Usa: entro i 10 minuti dall'ordine

Roma - Sono passati solo pochi giorni dalla prima consegna di Amazonper mezzo di un drone, avvenuta in Regno Unito dopo tre anni di sperimentazioni, e già fa eco con una notizia simile un altro retailer. Si tratta della famosa catena di supermercati di prossimità 7-Eleven, che ha confermato di aver portato a termine correttamente il recapito di 77 spese negli Stati Uniti in partnership con l'azienda specializzata in consegne "volanti" Flirtey(sono gli stessi che hanno effettuato consegne di pizze di Domino in Nuova Zelanda e libri in Australia di recente). La collaborazione tra i due brand è stata perfezionata nel mese di luglio e dovrebbe proseguire per tutto il 2017.

droni

Le consegne sono state effettuate nei weekend del mese di novembre a una dozzina di clienti selezionati di Reno (Nevada) che hanno usato una applicazione per smartphone per effettuare l'ordine. L'app customizzata ha fatto da tramite per l'ordinazione dei prodotti (contemplati anche prodotti caldi, freschi, medicinali da banco) e l'informazione sul trasporto (caricamento del drone, partenza e in arrivo presso l'abitazione). Grazie alla tecnologia GPS i droni sono riusciti ad auto guidarsi raggiungendo le abitazioni dei clienti in un lasso di tempo medio di 10 minuti. Il risultato raggiunto sarebbe superiore a quello di Amazon, sia per il numero di consegne effettuate, sia perché sono state effettuate in una zona urbana dall'alta densità abitativa (Amazon ha consegnato in un'area periferica).

Il CEO di Flirtey, Matthew Sweeny, si ritiene molto soddisfatto dell'esperienza: "Flirtey è il leader mondiale delle consegne con droni. Oggi abbiamo completato con successo il primo mese di consegne abitudinarie con droni commerciali alle abitazioni dei clienti in partnership con 7-Eleven" ha commentato, prospettando "un futuro dove chiunque potrà sperimentare la convenienza della consegna immediata tramite drone di Flirtey".
Si tratta effettivamente di un gran traguardo che dimostra che sul campo delle consegne a domicilio e nello specifico per mezzo di droni si sta avanzando molto rapidamente. Soprattutto se si pensa che solo tre anni  fa, l'annuncio delle consegne tramite drone di Amazon sembrava qualcosa di incredibilmente futuristico. Ora i tempi sembrano essere maturi e le numerose sperimentazioni condotte ne sono la prova (in aggiunta a quelli già citati vi è anche Project Wing di Google che ha completato il primo test di consegna a settembre portando burrito agli studenti dell'Università della Virginia).

Per  garantire che questi servizi possano prendere piede senza intoppi è fondamentale il loro sviluppo vada di pari passo con lo sviluppo di strumenti atti a garantire la sicurezza dei cieli e l'incolumità delle persone. In ottobre la NASA e la FAA, Federal Aviation Administration (che ha partecipato alla stesura del regolamento per il volo dei droni), hanno condotto alcuni test nell'area di Reno coinvolta dalle consegne di 7-Eleven al fine di sviluppare un sistema di controllo del traffico di velivoli senza pilota a bassa altitudine. Il crescente traffico potrebbe effettivamente rappresentare un problema. A novembre un drone di Facebook si è schiantato al suolo senza danni a persone. Si trovava in una zona desertica dell'Arizona.

Mirko Zago
fonte immagine
Notizie collegate
1 Commenti alla Notizia In Arizona la consegna a mezzo drone è realtà
Ordina