Un anno al cracker di ViewSonic

Licenziato, si era voluto vendicare, cancellando file e inibendo il funzionamento dei server del network dell'azienda. Ha ammesso tutto

Los Angeles (USA) - E' arrivata a conclusione la clamorosa vicenda di un ex dipendente del celebre produttore di monitor ed dispositivi ViewSonic, una vicenda nata dal cracking che l'uomo ha portato a termine con successo sui più importanti sistemi informativi dell'azienda.

Il giudice distrettuale di Walnut, in California, ha condannato Garcia per azioni di crimine informatico commesse contro il network interno di ViewSonic due settimane dopo il suo licenziamento.

In uno scenario che si è ripetuto ancora una volta, quello di un ex dipendente che attacca l'azienda per cui lavorava, Andrew Garcia, di 39 anni, è riuscito ad accedere alla postazione che utilizzava quando lavorava in ViewSonic. Da lì ha potuto guadagnare un accesso anche al sistema centrale, dove ha cancellato moltissimi file, compresi quelli relativi ai contatti internazionali della società.
Garcia, che era stato arrestato l'anno scorso, ad ottobre si è dichiarato colpevole delle accuse ascrittegli, un reato che negli Stati Uniti è punito con severità e che, in questo caso, lo porterà "solo" per un anno dietro le sbarre.

Secondo l'azienda,i danni provocati dall'uomo nella sua incursione sono notevoli, perché per diversi giorni i server dedicati sono rimasti inaccessibili ed è stato necessario provvedere alla ricostruzione di tutti i dati perduti.

Come accennato, non si tratta di un caso isolato. Un'altra celebre vicenda è stata quella di un ex dipendente inglese di un giornale che aveva pianificato un attacco cyber al proprio editore, con intenti ricattatori.
TAG: cybercops
11 Commenti alla Notizia Un anno al cracker di ViewSonic
Ordina
  • Se ti licenziano... mandali a quel paese e trovati un altro lavoro.
    Un informatico != vandalo.
    non+autenticato
  • Un'azienda che dopo 2 settimane lascia ancora i dati di accesso di un suo ex dipendente, e' un'azienda STUPIDA.

    E il sistemista che dopo 2 settimane non ha cambiato ALMENO la password, vuol dire che ha "rubato" meta' stipendio all'azienda......
    Quindi 1 anno al cracker (A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta ) e 3 anni al sistemista come minimo.

    Byez
    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    > Un'azienda che dopo 2 settimane lascia
    > ancora i dati di accesso di un suo ex
    > dipendente, e' un'azienda STUPIDA.
    >
    > E il sistemista che dopo 2 settimane non ha
    > cambiato ALMENO la password, vuol dire che
    > ha "rubato" meta' stipendio
    > all'azienda......
    > Quindi 1 anno al cracker (A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta ) e 3
    > anni al sistemista come minimo.
    >
    > Byez

    Ti assicuro che in alcune realtà di alcune società gli account rimangono attivi per mesi solo xchè non avviene la comunicazione che tizio è andato via oppure è stato licenziato. dunque il sistemista potrebbe anche essere in buona fede.
    non+autenticato
  • Ricordati che se arriva un utente nuovo telefona dieci volte al giorno al sistemista per avere la password, mentre se l'utente va via nessuno lo comunica al sistemista (che non ha alcun sistema per sapere, in un'azienda di medie dimensioni, chi si licenzia o viene licenziato).
    Questo è il grosso problema dell'informatica che manca di integrazione tra i sistemi. Un sistema ldap degli utenti alimentato dal sistema che gestisce le anagrafiche dei dipendenti sarebbe ad esempio un ottimo vantaggio
    non+autenticato

  • - Scritto da: ryoga
    > Un'azienda che dopo 2 settimane lascia
    > ancora i dati di accesso di un suo ex
    > dipendente, e' un'azienda STUPIDA.
    >
    > E il sistemista che dopo 2 settimane non ha
    > cambiato ALMENO la password, vuol dire che
    > ha "rubato" meta' stipendio
    > all'azienda......
    > Quindi 1 anno al cracker (A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta ) e 3
    > anni al sistemista come minimo.
    >
    > Byez

    He He ti senti tanto figo eh?
    Prova a lavorare in un'azienda che gestisce centinaia di server e vedi quanto tempo ti rimane per seguire gli account.
    In piu' non e' detto che il tecnico smanettone non sia riuscito ad inserire quanche programmetto che gli abbia permesso di conoscere id e passwd di altri.

    La cosa migliore e' fare il sistemista fascista in un grande istituto tecnico con centinaia di studenti di informatica gasati e smanettoni che , invece di studiare, passano le ore a cercare di utilizzare i crack piu' nuovi e strani e dirigenti scolastici che vogliono installato e funzionante qualsiasi cosa vedono sulle riviste di informatica o che hanno "sentito dire" da qualche parte, se le cose funzionano tutte per 6 mesi di fila allora puoi criticare.
    A si.. l'assistenza utonti e' compresa nell'incarico.A bocca aperta
    non+autenticato
  • Doveva marcire in galera.
    non+autenticato
  • Come al solito si saranno accorti di non avere fatto i backup.
    Come dire l'ennesima azienda del menga.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come al solito si saranno accorti di non
    > avere fatto i backup.
    > Come dire l'ennesima azienda del menga.

    Si moltissimi clienti a cui propongo unita' di backup mi dicono che e' inutile perche' hanno gia' i dischi in raid 0.

    Io attendo, e quando succede il casino mi rifaccio vivo e vendo mooolto di piu' quanto avessi speratoA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Bravo! Ma almeno non farti beccare...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bravo! Ma almeno non farti beccare...

    forse voleva farsi beccare
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Bravo! Ma almeno non farti beccare...
    >
    > forse voleva farsi beccare

    Almeno adesso ha un posto dove mangiare e dormre In lacrime
    non+autenticato