Mirko Zago

Google, Microsoft e Dell alla conquista delle scuole

Mountain View rinnova i Chromebook, Redmond potenzia il suo Intune. Dell lancia nuovi PC per tutte le tasche. Il settore dell'istruzione fa gola ai grandi marchi

Roma - Il mercato dell'educational lascia intravedere alle aziende ancora molti margini di crescita. È per questo che i giganti dell'elettronica non mollano la presa e anzi rincarano la dose di dispositivi dedicati alle scuole. È il caso di Google che da una rinfrescata al suo Chromebook, ma anche Microsoft con il rilancio di Intune, E anche Dell sembra avere un suo asso nella manica.

chromebook

Proprio in questi giorni Google ha annunciato una nuova generazione di Chromebook sviluppati in partnership con Acer e Asus, pronta ad aggredire il mercato dalla prossima tarda primavera: si tratta dei modelli Acer Chromebook Spin 11 e l'Asus Chromebook C213. Entrambi i dispositivi sono dotati di display touchscreen sui cui interagire con uno stilo colorato in stile di un pennarello, chiamato suggestivamente Stylus. Ai fini educativi, gli strumenti si prestano molto bene all'insegnamento di materie scientifiche dove è richiesta la scrittura di formule. La conferma circa la bontà del prodotto per le finalità con cui è pensato arriva direttamente dal mondo delle istituzioni scolastiche. Roger Nixon, direttore dell'ICT presso la Wheatley Park School di Oxford, conferma: "Stylus sui Chromebooks rappresenterà un importante aiuto per la matematica". Uno degli upgrade più apprezzati, in dotazione ad entrambi i dispositivi, è la fotocamera che sarà utilizzata dagli studenti per registrare video e scattare foto a uso didattico.

Google sa bene che il solo hardware a buon mercato e ben costruito non è sufficiente. Ed è per questo che ha stimolato sviluppatori software affinché propongano programmi interessanti da far girare nelle sue macchine, facilitando l'adattamento e la compatibilità di app già sviluppate per Android. Adobe ha colto l'opportunità ottimizzando e personalizzando la sua nota suite costituita in questo caso da Photoshop Mix, Lightroom Mobile, Illustrator Draw, Photoshop Sketch, Adobe Comp CC e Creative Cloud Mobile.  In questo caso ad essere premiata è la creatività degli alunni (considerata dal 78 per cento degli insegnanti, USA e non, una componente fondamentale per la carriera degli studenti).
I numeri circa la diffusione di dispositivi educational di Google sono importanti: Chromebook e Classroom (un software dedicato all'educazione) sono usati da oltre 20 milioni di insegnanti e studenti; oltre 70 milioni di persone usano la Suite G per l'educazione. Se qualcuno è convinto che la tecnologia nelle scuole sia una minaccia, dovrà ricredersi.

Microsoft non intende perdere l'opportunità di conquistare la sua fetta di mercato, proponendo la nuova soluzione Intune che contempla sia hardware che software. L'annuncio è stato pubblicato sul blog di Windows. "Oggi presentiamo Microsoft Intune for Education, una nuova applicazione basata sul cloud e basata sul collaudato Microsoft Intune, che offre facilità di installazione e gestione in ambienti di apprendimento condivisi". I marchi coinvolti sono Acer, HP e Lenovo e i prezzi dei dispositivi OEM partono da 189 dollari come nel caso dell'Acer TravelMate Spin B118 ("lo stesso prezzo di Chromebook" come sottolinea Microsoft).



L'azienda pone l'accento tanto sul fattore  condivisione che sul controllo. Intune per l'istruzione rende facile gestire dispositivi basati su Windows 10 e dispositivi condivisi sia da parte degli amministratori IT che degli insegnanti. Anche l'integrazione e la compatibilità rappresentano elementi focali: la soluzione proposta da Microsoft si integra al meglio con strumenti e applicazioni già nel mercato come School Data Sync, utile a creare gruppi di scolari su cui applicare determinate impostazioni o abilitare specifiche app (è possibile personalizzare fino a 150 impostazioni "granularmente"). Intune è ovviamente pienamente compatibile con software sviluppato per Windows 10.

Nella battaglia per la conquista del mercato scolare, Dell lascia all'utente finale la preferenza del sistema operativo. La strategia dell'azienda è di non fare preferenze, proponendo nuovi dispositivi Latitude e Chromebook  (sia 11 che 13 pollici) con diverse dotazioni hardware. Dell fa di più, proponendo anche lavagne elettroniche da 70 pollici compatibili con qualsiasi PC. Si attende la risposta di Amazon, che già in passato aveva cercato di sedurre gli insegnanti.

dell


Mirko Zago

fonte immagine1 fonte immagine2
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle e Amazon vanno a scuolaI due pezzi grossi colgono le opportunità del mercato dell'istruzione lanciando nuovi servizi per insegnanti e studenti. Cercando di spodestare Apple e Microsoft
  • TecnologiaCloudReady, Chromebook a costo zeroUna startup intende trasformare i vecchi laptop in thin-client Google-dipendenti, possibilità gratuita offerta a tutti. Una buona idea per ridare vita ai vecchi PC?
  • TecnologiaChromebook, un netbook tra le nuvoleTutta la verità sui computer Chrome OS in arrivo a giugno. Portatili incentrati sul sistema operativo web-centrico, realizzati insieme a Samsung e Acer, venduti con tanto di SIM per la connessione 3G
34 Commenti alla Notizia Google, Microsoft e Dell alla conquista delle scuole
Ordina
  • Vi siete dimenticati di noi.

    Noi dominavamo incontrastati, vendevamo ipad/macbook ai figli dei ricchi come è giusto che sia, poi sono arrivati quei barboni della Alphabet ed hanno cominciato a vendere plasticoni perfino ai banchi e alle lavagne.

    Sono talmente economici che in alcune scuole sono stati scelti in sostituzione della ceramica per pavimentare le aule. Plastica, plastica in ogni dove Arrabbiato.

    Ma noi non resteremo con le mani in mano, faremo arrivare sulla scrivania del presidente Trombetta una richiesta di dazio alla frontiera del 300% su tutti i prodotti non "Designed by Apple in California" ArrabbiatoArrabbiatoArrabbiato.
    non+autenticato
  • dateci i primi anni di un uomo e sarà nostro per sempre.

    Il problema è che la quasi totalità degli insegnanti è quasi totalmente ignorante in termini informatici, spesso addirittura con meno competenze dei suoi allievi... Come si può pensare che le cose vadano diversamente?

    Certo, ci sono insegnanti informaticamente preparati, che magari pure insegnano informatica, ma quando leggi i programmi di certe scuole (roba tipo "cos'è la stampa unione" e disegno con Autocad LT 98 nel biennio di liceo scientifico affiancato magari a "programmazione in Pascal") le braccia cadono molto molto in basso...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > dateci i primi anni di un uomo e sarà nostro per
    > sempre.
    >
    > Il problema è che la quasi totalità degli
    > insegnanti è quasi totalmente ignorante in
    > termini informatici, spesso addirittura con meno
    > competenze dei suoi allievi... Come si può
    > pensare che le cose vadano
    > diversamente?
    >
    > Certo, ci sono insegnanti informaticamente
    > preparati, che magari pure insegnano informatica,
    > ma quando leggi i programmi di certe scuole (roba
    > tipo "cos'è la stampa unione" e disegno con
    > Autocad LT 98 nel biennio di liceo scientifico
    > affiancato magari a "programmazione in Pascal")
    > le braccia cadono molto molto in
    > basso...

    Ma siete veramente fuori dal mondo!
    non+autenticato
  • Cosa stai commentando? Il gol della partita di pallone? Dovre credi di stare? Al bar dello sport?

    O ci metti dentro un' idea, una considerazione, una precisazione o te ne stai zitto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > dateci i primi anni di un uomo e sarà nostro per
    > sempre.

    uhm, ti riferisci a questo? https://it.wikipedia.org/wiki/Casi_di_pedofilia_al...A bocca aperta

    > Il problema è che la quasi totalità degli
    > insegnanti è quasi totalmente ignorante
    > in termini informatici , spesso addirittura con meno
    > competenze dei suoi allievi...

    FIXED Ficoso

    di tutti quelli della mia classe ( classe di eta' intendo ), lo sai quali sono diventati insegnanti? i piu' "ciucci"!

    ecco, con questo materiale scadente non si va da nessuna parte
    non+autenticato
  • Prendili quando sono piccoli.
    Insegnagli il brand, a riconoscere i marchi e rincoglionirli con l'attitudine al consumo.

    Opensource, nooo. Chiuso e di marca. Schiavo come schiavo è da sempre il popolo bue.
    iRoby
    9515
  • - Scritto da: iRoby
    > Prendili quando sono piccoli.
    > Insegnagli il brand, a riconoscere i marchi e
    > rincoglionirli con l'attitudine al
    > consumo.
    >
    > Opensource, nooo. Chiuso e di marca. Schiavo come
    > schiavo è da sempre il popolo
    > bue.

    Complotto giudaico massonico ?
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: iRoby
    > > Prendili quando sono piccoli.
    > > Insegnagli il brand, a riconoscere i marchi e
    > > rincoglionirli con l'attitudine al
    > > consumo.
    > >
    > > Opensource, nooo. Chiuso e di marca. Schiavo
    > come
    > > schiavo è da sempre il popolo
    > > bue.
    >
    > Complotto giudaico massonico ?

    Senti chi parla !
    non+autenticato
  • No l'analfabeta funzionale quello che non sa interpretare la realtà e si basa su frasi fatte o siti e personaggi ambigui per valutare la realtà, sa solo ripetere: "compolotto giudaico massonico?"
    iRoby
    9515
  • - Scritto da: Sg@bbio

    > Complotto giudaico massonico ?

    no, desiderio di fare sempre piu' soldi sulle spalle dei gonzi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: iRoby
    > > Prendili quando sono piccoli.
    > > Insegnagli il brand, a riconoscere i marchi e
    > > rincoglionirli con l'attitudine al
    > > consumo.
    > >
    > > Opensource, nooo. Chiuso e di marca. Schiavo
    > come
    > > schiavo è da sempre il popolo
    > > bue.
    >
    > Complotto giudaico massonico ?

    No, una marea di coglioni da spennare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Prendili quando sono piccoli.
    > Insegnagli il brand, a riconoscere i marchi e
    > rincoglionirli con l'attitudine al
    > consumo.
    >
    > Opensource, nooo. Chiuso e di marca. Schiavo come
    > schiavo è da sempre il popolo
    > bue.

    Dovete rivedere il vostro marketing.
    non+autenticato
  • Vostro di chi? Quale marketing? Completa i commenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gufy
    > Vostro di chi? Quale marketing? Completa i
    > commenti.

    E tu chi sei?
    Ma pussa via.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 10713
    > - Scritto da: Gufy
    > > Vostro di chi? Quale marketing? Completa i
    > > commenti.
    >
    > E tu chi sei?

    Di certo non sono una merda come te, porta rispetto.

    > Ma pussa via.

    Non hai ancora completato il commento precedente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: 10713
    > > - Scritto da: Gufy
    > > > Vostro di chi? Quale marketing? Completa i
    > > > commenti.
    > >
    > > E tu chi sei?
    >
    > Di certo non sono una merda come te, porta
    > rispetto.

    Allora sei un water!
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • M$ nelle scuole e' come mandare nelle scuole uno spacciatore a tenere conferenze contro la droga.

    Le scuole devono usare solo software open source e gli studenti devono imparare che il software open e' aperto e libero.

    Solo chi ha qualcosa da nascondere adotta il modello closed!
  • Gare d'appalto.
  • Vi sono anche aziende nell'opensource, in effetti la maggioranza degli sviluppatori open è pagata per sviluppare. Il problema è come si indice la gara d'appalto.

    Per esempio scrivere chiaro e tondo nei prerequisiti il rispetto dell'art. 68 del CAD ad esempio, o magari per il politico di turno imporre lo sviluppo su repo pubblico di ogni progetto relativo alla PA con licenza OSI approved o public-domain...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Vi sono anche aziende nell'opensource, in effetti
    > la maggioranza degli sviluppatori open è pagata
    > per sviluppare. Il problema è come si indice la
    > gara
    > d'appalto.
    >
    > Per esempio scrivere chiaro e tondo nei
    > prerequisiti il rispetto dell'art. 68 del CAD ad
    > esempio, o magari per il politico di turno
    > imporre lo sviluppo su repo pubblico di ogni
    > progetto relativo alla PA con licenza OSI
    > approved o
    > public-domain...

    Linuxberg! Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Gare d'appalto.

    spero non condotte e gestite allo stesso modo di quelle che assegnano gli appalti per la gestione dei migranti a quella cooperativa pluri-indagata che opera a ConaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > M$ nelle scuole e' come mandare nelle scuole uno
    > spacciatore a tenere conferenze contro la
    > droga.
    >
    > Le scuole devono usare solo software open source
    > e gli studenti devono imparare che il software
    > open e' aperto e
    > libero.

    Vi hanno sfanculato anche lì? Rotola dal ridere

    > Solo chi ha qualcosa da nascondere adotta il
    > modello
    > closed!

    Solo chi non ha niente da dare fa fumo e casino contro la concorrenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 10713
    > - Scritto da: panda rossa
    > > M$ nelle scuole e' come mandare nelle scuole
    > uno
    > > spacciatore a tenere conferenze contro la
    > > droga.
    > >
    > > Le scuole devono usare solo software open
    > source
    > > e gli studenti devono imparare che il
    > software
    > > open e' aperto e
    > > libero.
    >
    > Vi hanno sfanculato anche lì? Rotola dal ridere
    >
    > > Solo chi ha qualcosa da nascondere adotta il
    > > modello
    > > closed!
    >
    > Solo chi non ha niente da dare fa fumo e casino
    > contro la
    > concorrenza.

    Affida pure i tuoi figli ad un pedofilo.

    Io no.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 10713
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > M$ nelle scuole e' come mandare nelle
    > scuole
    > > uno
    > > > spacciatore a tenere conferenze contro
    > la
    > > > droga.
    > > >
    > > > Le scuole devono usare solo software
    > open
    > > source
    > > > e gli studenti devono imparare che il
    > > software
    > > > open e' aperto e
    > > > libero.
    > >
    > > Vi hanno sfanculato anche lì? Rotola dal ridere
    > >
    > > > Solo chi ha qualcosa da nascondere
    > adotta
    > il
    > > > modello
    > > > closed!
    > >
    > > Solo chi non ha niente da dare fa fumo e
    > casino
    > > contro la
    > > concorrenza.
    >
    > Affida pure i tuoi figli ad un pedofilo.
    >
    > Io no.

    CVD.
    non+autenticato
  • Il problema del software Microsoft è raddoppiato in quello di Google, che aggiunge alle controindicazioni del software proprietario classico l'enorme malus di essere vincolato (dati e software) al cloud di Google. Al peggio non c'è mai fine, non oso immaginare quale sarà il prossimo passo.
    Shiba
    4103
  • - Scritto da: Shiba
    > Il problema del software Microsoft è raddoppiato
    > in quello di Google, che aggiunge alle
    > controindicazioni del software proprietario
    > classico l'enorme malus di essere vincolato (dati
    > e software) al cloud di Google. Al peggio non c'è
    > mai fine, non oso immaginare quale sarà il
    > prossimo
    > passo.

    Google non e' un problema nelle scuole italiane dove tanto la connettivita' quando c'e' e' ottenuta con modem analogici.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Shiba
    > > Il problema del software Microsoft è
    > raddoppiato
    > > in quello di Google, che aggiunge alle
    > > controindicazioni del software proprietario
    > > classico l'enorme malus di essere vincolato
    > (dati
    > > e software) al cloud di Google. Al peggio
    > non
    > c'è
    > > mai fine, non oso immaginare quale sarà il
    > > prossimo
    > > passo.
    >
    > Google non e' un problema nelle scuole italiane
    > dove tanto la connettivita' quando c'e' e'
    > ottenuta con modem
    > analogici.

    Credo che stesse contestando il concetto di cloud e non i possibili problemi dovuti alla connettivitá. Hai in mente il cloud ? Quello che non bisogna mai usare altrimenti ti contano i peli del naso ? Ecco quello.