Alfonso Maruccia

Primi avvistamenti di Windows Cloud

Indiscrezioni e fughe di notizie lasciano intravedere l'ennesima incarnazione di Windows 10, piattaforma che si fa "nuvola" eliminando però la caratteristica fondamentale di un vero sistema operativo per computer. Microsoft, per ora, tace

Roma - Negli ultimi giorni sono comparse online le prime indiscrezioni su Windows Cloud, presunta nuova piattaforma basata su Windows 10 che Microsoft si appresterebbe a presentare ufficialmente al pubblico nel corso delle prossime settimane. L'OS-come-servizio si trasforma definitivamente in giardino recintato, suggeriscono le indiscrezioni, e lasciano fuori dalla porta le applicazioni e i programmi per computer tradizionali basati su chip x86.

Di Windows 10 Cloud sono al momento disponibili vere e proprie ISO per l'installazione - direttamente su hardware o in una virtual machine - ma anche in questo caso non vi è certezza sul fatto che si tratti di codice davvero proveniente dai laboratori di sviluppo di Redmond.

Windows 10 Cloud potrebbe essere un "hack", ma anche nel presente stato di incertezza si possono fare alcune considerazioni a dir poco interessanti: in superficie il sistema si comporta esattamente come Windows 10, almeno se ci si limita a eseguire app UWP prelevate dall'apposito Store di contenuti digitali controllato da Redmond.
Provare a lanciare un vero software per computer (x86) porta alla visualizzazione di un messaggio di errore, e questa sarebbe la dimostrazione del fatto che Windows 10 Cloud potrebbe non essere altro che l'ennesima incarnazione di Windows RT, sfortunato OS "mobile" basato sul codice di Windows 8 ma compatibile solo con le app non-x86.
Il progetto Windows RT sembrava oramai non avere più un futuro, mentre con Windows 10 Cloud il concetto di sistema app-centrico in versione Microsoft riprenderebbe slancio per lanciare ancora una volta la sfida ai Chromebook e alle altre piattaforme per il computing con funzionalità limitate o Internet-dipendente.

L'OS "cloud" di Microsoft avrebbe in realtà un'arma in più, visto che Windows 10 Cloud è sì limitato all'esecuzione delle app prese dallo Store ma può apparentemente essere aggiornato a una versione completa ("Pro"?) di Windows 10 con inclusa la possibilità di far girare il software per computer propriamente detto.
Per verificare questo e altri dettagli occorrerà attendere la presentazione ufficiale dell'OS.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
118 Commenti alla Notizia Primi avvistamenti di Windows Cloud
Ordina
  • "...Windows 10, almeno se ci si limita a eseguire app UWP prelevate dall'apposito Store di contenuti digitali controllato da Redmond".

    Questa affermazione mette i brividi, come un lager di Apple o Google Android.
    In effetti anche Linux ha un "apposito Store", anche se più all'acqua di rose, per il momento....
    non+autenticato
  • (GNU/)Linux non ha un "App store", ha da più di trent'anni il concetto di repository, vale a dire un sistema con:
    - qualcuno che sviluppa il codice (testo) di una data applicazione
    - altri (manteiners/porters) di ogni singola distro che prendono il codice, lo controllano, se serve lo patchano per vari motivi e ne fanno dei pacchetti.
    - altri porters/manteiners che creano repo più o meno personali (dal vecchio medibuntu ai PPA per far qualche esempio)

    In questo modo chi sviluppa altro non ha da preoccuparsi di sviluppare la sua "app" e chi sviluppa una distribuzione altro non ha che da preoccuparsi di integrare e mantenere ciò che gli serve. L'utente finale trova il sw bello pronto, tutto aggiornato tramite un set di fonti, controllato da vari occhi ecc. Per questo su GNU/Linux la "frammentazione" non è un problema. Gli "store" inventati decenni dopo per i dispositivi mobili e poi semi-introdotti su OSX/Windows non prevedono nulla del genere, in altri termini non han nessuno dei vantaggi del modello open... Se per store GNU/Linux pensi al "Software Center" di Ubuntu... Bé quello è solo una facciata "in stile store" del classico sistema dei repo, non ha nulla a che vedere con Google Play&c.
    non+autenticato
  • Winari tutti a_fa_'n_culo sul cloud.
    non+autenticato
  • dai non piangere vedrai che con un paio di ricompilazioni ci riesci anche lunix.........
    non+autenticato
  • Tu nemmeno con quelle HAHAHAHAHA.
    non+autenticato
  • Se dovessero in futuro dovessero fare un SO solo cloud sarò costretto veramente a cambiare SO... Per me il Cloud non è bene.. Ma quanto pare ora è di moda..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mao99
    > Se dovessero in futuro dovessero fare un SO solo
    > cloud sarò costretto veramente a cambiare SO...
    > Per me il Cloud non è bene.. Ma quanto pare ora è
    > di
    > moda..

    Non c'e' mica bisogno di aspettare il futuro.
    Il SO che dici tu c'e' gia', e gli aggiornamenti obbligatori, silenti e irrinunciabili disattiverano una alla volta tutte le funzioni che ti consentono di usare il SO in locale senza che tu te ne accorga.
  • - Scritto da: Mao99
    > Se dovessero in futuro dovessero fare un SO solo
    > cloud sarò costretto veramente a cambiare SO...
    > Per me il Cloud non è bene.. Ma quanto pare ora è
    > di
    > moda..


    Embeh... i modaioli sono la massa!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mao99
    > Se dovessero in futuro dovessero fare un SO solo
    > cloud sarò costretto veramente a cambiare SO...
    > Per me il Cloud non è bene.. Ma quanto pare ora è
    > di moda..

    Il cloud non è il male, a patto che si trovi sotto la tua scrivania.
    Shiba
    4103
  • - Scritto da: Shiba
    > - Scritto da: Mao99
    > > Se dovessero in futuro dovessero fare un SO
    > solo
    > > cloud sarò costretto veramente a cambiare
    > SO...
    > > Per me il Cloud non è bene.. Ma quanto pare
    > ora
    > è
    > > di moda..
    >
    > Il cloud non è il male, a patto che si trovi
    > sotto la tua
    > scrivania.

    spiritoso e reale al tempo stesso.
    10/10
    non+autenticato
  • Questa azienda non sa più che prodotti proporre.

    Avevo visto un documentario dove si gettavano un po' ovunque come progetti.
    Ma i settori che contano li hanno persi o li stanno perdendo.
    iRoby
    9691
  • A me sembra proprio il contrario: hanno un'idea precisa, su dove andare, e in questo momento mi sembra che i fatti stiano dando loro ragione
    non+autenticato
  • Ma quando?
    Dopo avere visto il cloud e avere visto ChromeOS più venduto dei Mac in USA, hanno deciso di imitare Google.
    iRoby
    9691
  • Non mi pare proprio.

    L'unico settore che ancora va è quello dei prodotti enterprise (se tali si possono definire...), Windows invece è morto. Infatti sta cercando di diffondere il .NET, SQL Server, ecc su altre piattaforme.

    La mia impressione è che provano varie strade, senza una rotta precisa, sperando prima o poi di imbroccare quella giusta.
    non+autenticato
  • anche a me sembra il contrarior e il mercato gli da ragione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > anche a me sembra il contrarior e il mercato gli
    > da
    > ragione.

    Infatti la maggioranza usa ancora windows 7
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: marco
    > > anche a me sembra il contrarior e il mercato gli
    > > da
    > > ragione.
    >
    > Infatti la maggioranza usa ancora windows 7

    E una quota molto rilevante usa ancora XP.

    Solo un markettaro pagato per mentire non dice che siamo di fronte ad un vergognoso fallimento.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > - Scritto da: marco
    > > > anche a me sembra il contrarior e il
    > mercato
    > gli
    > > > da
    > > > ragione.
    > >
    > > Infatti la maggioranza usa ancora windows 7
    >
    > E una quota molto rilevante usa ancora XP.
    >
    > Solo un markettaro pagato per mentire non dice
    > che siamo di fronte ad un vergognoso
    > fallimento.


    Come OS proprio detto, è sicuro che hanno fallito(grazie allo scimmione), adesso l'unica porta da 'sfruttare' e la massa di utenza, e quindi dati che si sono fatti negli anni, cercando di convogliarla nel cloud.

    Sono arrivati al limite massimo con il patella, cercano di sfruttare l'unica occasione buona che gli resta.
    non+autenticato
  • mettila così, oggi ms fa utili col cloud. da xp e win 7 non ci tira fuori una lira. fallimento o non fallimento (che cmq vedi solo tu in ogni cosa che scrivi da 10 anni a questa parte) niente cloud = niente grano.
    non+autenticato
  • - Scritto da: non so
    > mettila così, oggi ms fa utili col cloud. da xp e
    > win 7 non ci tira fuori una lira. fallimento o
    > non fallimento (che cmq vedi solo tu in ogni cosa
    > che scrivi da 10 anni a questa parte) niente
    > cloud = niente
    > grano.

    Ma mi spieghi tu chi sarebbero quei coglioni che pur potendo acquistare una unita' di storage locale per pochi soldi, preferiscono affidare i loro dati ad un partner esterno pagando un tanto al mese, con la CERTEZZA che il giorno in cui il partner esterno fallisce loro perdono tutti i dati?

    E anche se non fallisse, il giorno in cui gli trapaneranno il cloud (perche' la storia dimostra che i sistemi M$ vengono trapanati che e' un piacere), e cancelleranno tutti i dati, chi e' che paga i danni al cliente?
  • - Scritto da: panda rossa

    > Ma mi spieghi tu chi sarebbero quei coglioni che
    > pur potendo acquistare una unita' di storage
    > locale per pochi soldi, preferiscono affidare i
    > loro dati ad un partner esterno ...

    Quelli che, a differenza di te, sanno cosa è veramente il cloud.