Algieri Luca

Windows 10, la pubblicità su Esplora File?

Microsoft sperimenta annunci sponsorizzati all'interno del suo file manager. Uno strumento per promuovere i propri servizi, che prevede comunque l'opt-out

Roma - Microsoft già da agosto 2016 con il rilascio della build 14901 del Windows Insider Preview, che comprendeva la funzione "notifiche", ha iniziato ad introdurre annunci pubblicitari riguardanti i propri prodotti in varie aree di notifica. La novità di questi giorni invece è che la pubblicità è apparsa all'interno di Esplora File, area che sicuramente garantisce una notevole visibilità ai messaggi proposti poiché è una delle app che vengono usate più di frequente da qualsiasi utente Windows 10.

Pubblicità in Windows 10


Ad essere pubblicizzata finora è stata la possibilità di ottenere un terabyte di spazio su OneDrive, il cloud storage Microsoft, attraverso la sottoscrizione di un abbonamento Office 365. In realtà già qualche mese fa su Reddit era stato notata che nella finestra Esplora File era comparsa un notifica per accedere a OneDrive intesa ad aiutare l'utente, ma con una modalità che poteva apparire ambigua. Sebbene l'aria scelta per gli annunci possa essere molto efficace per aumentare le vendite, è vero anche che per molti utenti questa pratica potrebbe risultare fastidiosa, soprattutto per utenti che hanno già sottoscritto e pagato i servizi pubblicizzati.
Contattata da Ars Technica, Microsoft ha commentato dicendo che "I nuovi tipi di notifica all'interno di Esplora File in Windows 10 sono pensati per aiutare gli utenti di Windows 10 fornendo informazioni veloci e facili che ne migliorino l'esperienza relativa alla gestione dei file in storage e cloud. Detto questo, con Windows 10 gli utenti possono facilmente scegliere di non ricevere queste notifiche, se lo desiderano". Per aiutare gli utenti di Windows 10 Paul Thurrott ha pubblicato una guida in cui viene spiegato come disattivare queste notifiche.

Per disattivare le notifiche bisognerà accedere alla scheda File > Modifica delle opzioni cartella e ricerca, all'interno di Esplora File. Accedere alla scheda Visualizza nella finestra Opzioni cartella. Nell'elenco Impostazioni avanzate scorrere verso il basso fino a visualizzare l'opzione dal titolo Mostra notifiche del provider di sincronizzazione: deselezionare l'opzione e quindi cliccare OK per chiudere la finestra.

Pubblicità in Windows 10 - Tab 1


Microsoft sta inoltre pensando di inserire annunci responsive, poiché l'interattività viene vista come modo per stuzzicare la curiosità degli utenti verso le applicazioni proposte. Il click sull'annuncio lancerà un'applicazione streaming espandibile grazie alla quale, per 3 minuti, l'utente potrà interagire come se l'applicazione fosse già installata sul proprio dispositivo, dandogli la possibilità di decidere se installarla o meno cliccando sul link che apparirà alla fine dell'animazione.

Luca Algieri

Fonte Immagine: 1, 2
Notizie collegate
260 Commenti alla Notizia Windows 10, la pubblicità su Esplora File?
Ordina
  • Microsoft ancora non ha capito che se esagera gli utenti semplicemente si spostano su altro...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enrico
    > Microsoft ancora non ha capito che se esagera gli
    > utenti semplicemente si spostano su
    > altro...

    Si sugli smartphones.......
    non+autenticato
  • No, su Linux, come ho fatto io.
    Tengo Windows virtualizzato perché mi servono alcuni programmi, ma non lo uso più.
    Chi troppo vuole...
    non+autenticato
  • - Scritto da: hng
    > No, su Linux, come ho fatto io.
    > Tengo Windows virtualizzato perché mi servono
    > alcuni programmi, ma non lo uso
    > più.
    > Chi troppo vuole...

    Oh incredibile, tutti su linux... vediamo poi al prossimo giro di statistiche sul forum di PI.
    non+autenticato
  • Linux non vende suppellettili, non ha l' obbligo di traghettare l' utenza verso facebook per potergli spillare i soldi e sopravvivere alla prossima trimestrale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Linux non vende suppellettili, non ha l' obbligo
    > di traghettare l' utenza verso facebook per
    > potergli spillare i soldi e sopravvivere alla
    > prossima
    > trimestrale.

    Abbiamo capito che su linux nemmeno i browser funzionano, basta ripeterlo.
    non+autenticato
  • Sul TUO Linux deve essere proprio così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Sul TUO Linux deve essere proprio così.

    Il mio linux al momento tiene lontani i piccioni dal balcone. L'unica cosa sensata da fare con un cd di linux.
    non+autenticato
  • Io col mio uindos della micro soft (!) tengo lontani i piccioni da Linux Anonimo.
    non+autenticato
  • Tendopoli della Piana: un vulcano pronto ad esplodere!

    Dal blog di Nino Spirlì


    Domenica 12 marzo, San Luigi Orione in Calabria
    Brezzolina primaverile, rabbia e rassegnazione. Gazzelle, pantere, fiammegialle, furgoni cellulari, pretini inseriti, e telecamere. Pelli di pecore morte, montagne di mondezza, latrine a cielo aperto, topi come gatti, gatti come topi, la baracca bordello con le tane per “fare roba”, gente che mangia, gente che urla. Gente che piscia. Un tanfo micidiale, le mascherine, il 118, i medici e gli infermieri, l’imam che non la racconta, la baracca moschea, il mercato dei vestiti strausati. I controlli dei documenti, i sans papier, gli esaltati, gli esagitati, 12 macchine rubate (?) ritrovate, i superalcolici per cristiani e musulmani, i guardrail smontati dalla tangenziale, l’eternit, un ubriaco accattone, la scorta sicura dei carabinieri. I volontari blablà, Bartolo il volontario “vero”, i contadini incazzati delle terre vicine, il disastro ambientale, tonnellate di rifiuti tossici, i roghi continui, l’assenza dello Stato, la presenza delle Forze dell’Ordine. Gente che piscia. Un altro ubriaco che vaneggia. Le troupe tv, i giornalisti, i cronisti, gli opinionisti, il blogger. I silenzi e i teli di plastica che parlano al vento. Un cane. Puzza di “canne”; uno, due, tre, quattro stronzetti; un poveraccio del Senegal che mi chiede info sui suoi documenti. Accompagnato da Francesco Vadalà, Maresciallo Capo dell’Arma, e da un giovanissimo Carabiniere, visito l’intera tendopoli. Francesco è rispettato, temuto e amato: si capisce che qui, fra questa gente, un po’ sradicata, un po’ confusa, un po’ furba e un po’ da tenere sotto controllo, l’Arma dei Carabinieri sta facendo un ottimo lavoro. E la conferma mi arriva dalla conversazione con il Comandante della Compagnia di Gioia Tauro, il Capitano Gabriele Lombardo. Giovanissimo, probabilmente meridionale quanto e più di me, sa come muoversi in questi territori difficili. Credo sia arrivato da non molto, qui nella Piana, ma, se lo osservi bene, Ti rendi conto che guida perfettamente la macchina organizzativa. Lo “spio” mentre parla coi suoi uomini: è palese la stima e il rispetto. Non è difficile, per loro, “eseguire gli ordini”: a me, profano, sembrano più consigli sensati. Anche gli africani non lo patiscono. Sembrano lontani i giorni della rivolta nera proprio contro i Carabinieri, a San Ferdinando. Una ferita ricucita, considerato il clima che si respira stamattina, nonostante i controlli siano molto serrati. “Dopo il tragico incidente del giugno 2016 abbiamo continuato ad operare con la stessa professionalità e con lo stesso impegno di sempre, cercando di assistere questa comunità ormai parte integrante della Piana, aiutandola nei momenti di bisogno e reprimendo le frequenti e diverse condotte delittuose che spesso affliggono l’attendamento e i gruppi etnici presenti all’interno”, mi risponde Lombardo, quando gli chiedo se “ha faticato” a riportare la calma in questo vulcano sempre pronto ad esplodere. Finisco, accompagnato dai suoi uomini, il giro delle baracche, fra sguardi assenti, opachi, rabbiosi, imploranti, e, perché no, razzisti. Li sento e li vedo mentre mi guardano passare: uno strano barbuto, con borsa Vuitton, sciallessa di cachemire e anelli alle dita… Già non passo inosservato fra i miei, figuriamoci qui, nel cuore dell’Africa nera… Di sera, non avrei scampo… Vado via da questa tendopoli sempre più convinto che, se vogliamo veramente aiutarli, gli immigrati forzati (e clandestini), li dobbiamo riportare a casa loro e, poi, aiutarli lì, nella Terra dei Leoni. Qui, nella tana delle iene assetate di finanziamenti e potere, stanno veramente male. Loro e Noi.
    Fra me e me.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 123456
    > Tendopoli della Piana: un vulcano pronto ad
    > esplodere!

    >
    > Dal blog di Nino Spirlì
    >
    >
    > Domenica 12 marzo, San Luigi Orione in Calabria
    > Brezzolina primaverile, rabbia e rassegnazione.

    Perche' devi infierire cosi'?
    C'e' gente disperata che d'ora in avanti dovra' sorbirsi la pubblicita' dentro windows e tu li sfotti in questo modo?
  • - Scritto da: 123456
    > Tendopoli della Piana: un vulcano pronto ad
    > esplodere!

    >
    > Dal blog di Nino Spirlì
    >
    >
    > Domenica 12 marzo, San Luigi Orione in Calabria
    > Brezzolina primaverile, rabbia e rassegnazione.
    > Gazzelle, pantere, fiammegialle, furgoni
    > cellulari, pretini inseriti, e telecamere. Pelli
    > di pecore morte, montagne di mondezza, latrine a
    > cielo aperto, topi come gatti, gatti come topi,
    > la baracca bordello con le tane per “fare roba”,
    > gente che mangia, gente che urla. Gente che
    > piscia. Un tanfo micidiale, le mascherine, il
    > 118, i medici e gli infermieri, l’imam che non la
    > racconta, la baracca moschea, il mercato dei
    > vestiti strausati. I controlli dei documenti, i
    > sans papier, gli esaltati, gli esagitati, 12
    > macchine rubate (?) ritrovate, i superalcolici
    > per cristiani e musulmani, i guardrail smontati
    > dalla tangenziale, l’eternit, un ubriaco
    > accattone, la scorta sicura dei carabinieri. I
    > volontari blablà, Bartolo il volontario “vero”, i
    > contadini incazzati delle terre vicine, il
    > disastro ambientale, tonnellate di rifiuti
    > tossici, i roghi continui, l’assenza dello Stato,
    > la presenza delle Forze dell’Ordine. Gente che
    > piscia. Un altro ubriaco che vaneggia. Le troupe
    > tv, i giornalisti, i cronisti, gli opinionisti,
    > il blogger. I silenzi e i teli di plastica che
    > parlano al vento. Un cane. Puzza di “canne”; uno,
    > due, tre, quattro stronzetti; un poveraccio del
    > Senegal che mi chiede info sui suoi documenti.
    > Accompagnato da Francesco Vadalà, Maresciallo
    > Capo dell’Arma, e da un giovanissimo Carabiniere,
    > visito l’intera tendopoli. Francesco è
    > rispettato, temuto e amato: si capisce che qui,
    > fra questa gente, un po’ sradicata, un po’
    > confusa, un po’ furba e un po’ da tenere sotto
    > controllo, l’Arma dei Carabinieri sta facendo un
    > ottimo lavoro. E la conferma mi arriva dalla
    > conversazione con il Comandante della Compagnia
    > di Gioia Tauro, il Capitano Gabriele Lombardo.
    > Giovanissimo, probabilmente meridionale quanto e
    > più di me, sa come muoversi in questi territori
    > difficili. Credo sia arrivato da non molto, qui
    > nella Piana, ma, se lo osservi bene, Ti rendi
    > conto che guida perfettamente la macchina
    > organizzativa. Lo “spio” mentre parla coi suoi
    > uomini: è palese la stima e il rispetto. Non è
    > difficile, per loro, “eseguire gli ordini”: a me,
    > profano, sembrano più consigli sensati. Anche gli
    > africani non lo patiscono. Sembrano lontani i
    > giorni della rivolta nera proprio contro i
    > Carabinieri, a San Ferdinando. Una ferita
    > ricucita, considerato il clima che si respira
    > stamattina, nonostante i controlli siano molto
    > serrati. “Dopo il tragico incidente del giugno
    > 2016 abbiamo continuato ad operare con la stessa
    > professionalità e con lo stesso impegno di
    > sempre, cercando di assistere questa comunità
    > ormai parte integrante della Piana, aiutandola
    > nei momenti di bisogno e reprimendo le frequenti
    > e diverse condotte delittuose che spesso
    > affliggono l’attendamento e i gruppi etnici
    > presenti all’interno”, mi risponde Lombardo,
    > quando gli chiedo se “ha faticato” a riportare la
    > calma in questo vulcano sempre pronto ad
    > esplodere. Finisco, accompagnato dai suoi uomini,
    > il giro delle baracche, fra sguardi assenti,
    > opachi, rabbiosi, imploranti, e, perché no,
    > razzisti. Li sento e li vedo mentre mi guardano
    > passare: uno strano barbuto, con borsa Vuitton,
    > sciallessa di cachemire e anelli alle dita… Già
    > non passo inosservato fra i miei, figuriamoci
    > qui, nel cuore dell’Africa nera… Di sera, non
    > avrei scampo… Vado via da questa tendopoli
    > sempre più convinto che, se vogliamo veramente
    > aiutarli, gli immigrati forzati (e clandestini),
    > li dobbiamo riportare a casa loro e, poi,
    > aiutarli lì, nella Terra dei Leoni. Qui, nella
    > tana delle iene assetate di finanziamenti e
    > potere, stanno veramente male. Loro e
    > Noi.

    > Fra me e me.


    Ma scusa, non si è già mandato una barca di soldi(a mia memoria) da sempre a casa loro appunto perché andavano aiutati a casa loro?

    Adesso per aiutarli meglio, bisogna cedergli le 'nostre' case per farli sentire più comodi?

    nb. Un coglionazzo che da mia memoria ricordo di essere stato SEMPRE di sinistra, quindi vi prego non offendetemi dandomi del fascista!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Fuddaro
    > Ma scusa, non si è già mandato una barca di
    > soldi(a mia memoria) da sempre a casa loro
    > appunto perché andavano aiutati a casa loro?

    Hai mai letto il libero di John Perkins "confessioni di un sicario dell'economia?"
    Come gli prestano i soldi, e che cosa fanno a quei paesi per poterli depredare delle risorse?
    iRoby
    9147
  • La gente non legge le cose importanti, che pure non sono nascoste.
    Perché sono i media a decidere di cosa devono parlare e su cosa devono (poco) pensare i massificati, giorno per giorno.
    Quello che i media tacciono, non esiste, oppure ha smesso di esistere, almeno fino a quando decideranno di riesumarlo e poi riseppellirlo.
    Alle persone che contano (e i loro nomi non li trovi negli articoli dei giornali) va bene che la gente si lamenti perché questo sottrae energia, e chi non ha energia non si ribella, anzi, non trova nemmeno il motivo per ribellarsi; si rifugia nel circensis, e guarda caso c'è un'offerta immensa di circensis per tutti i gusti.
    non+autenticato
  • In questo forum alla fine dietro molti nick ci sono 4-5 individui malridotti che non hanno niente di meglio da fare che rifilarti la loro scarsa conoscenza e distorta visione della realtà.
    iRoby
    9147
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: Il Fuddaro
    > > Ma scusa, non si è già mandato una barca di
    > > soldi(a mia memoria) da sempre a casa loro
    > > appunto perché andavano aiutati a casa loro?
    >
    > Hai mai letto il libero di John Perkins
    > "confessioni di un sicario
    > dell'economia?"
    > Come gli prestano i soldi, e che cosa fanno a
    > quei paesi per poterli depredare delle
    > risorse?

    Tranquillo il Fuddaro lo ha letto. Il casus mentalis invece e che se non e stato scritto sul sito apple.com, significa che non c'è niente di vero.

    Per i talassemati di cervello funziona così, più 'visibilità' ha un'azienda più sono vere le falsità.
    non+autenticato
  • Scusate, voi che siete addentro a cose di winx,
    questa finestra di configurazione:

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    e' sempre la stessa vecchia finestra NON RESIZABILE che c'e' dai tempi di win95, e che oggi, con gli schermi 4K fa vedere le opzioni in formato francobollo con la barra che scrolla, quando uno avrebbe uno schermo intero di spazio che non puo' usare?

    Oppure mi sbaglio perche' adesso e' resizabile come tutte le finestre di configurazione di qualunque ambiente linux?
  • Scusate, ma linux è quel sistema operativo dove i malware si insidiano prima ancora che finisca in mano alle persone, tipo android?
    non+autenticato
  • - Scritto da: duna marrone
    > Scusate, ma linux è quel sistema operativo dove i
    > malware si insidiano prima ancora che finisca in
    > mano alle persone, tipo android?

    No, quello è Android.
    Shiba
    4062
  • Sì, è quello.
    Tu non usarlo eh. Lascia stare!

    ... uno in meno. Fiuuuu...
  • - Scritto da: panda rossa
    > Oppure mi sbaglio perche' adesso e' resizabile
    > come tutte le finestre di configurazione di
    > qualunque ambiente
    > linux?

    su Linux c'è di peggio, devi configuarti a manina tutti i file di config per qualsiasi cosa di media complessità
    non+autenticato
  • - Scritto da: gumma
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Oppure mi sbaglio perche' adesso e'
    > resizabile
    > > come tutte le finestre di configurazione di
    > > qualunque ambiente
    > > linux?
    >
    > su Linux c'è di peggio, devi configuarti a manina
    > tutti i file di config per qualsiasi cosa di
    > media complessità

    E in che modo sarebbe peggio?
    Shiba
    4062
  • È peggio per lui, perché non lo sa fare...
    iRoby
    9147
  • - Scritto da: iRoby
    > È peggio per lui, perché non lo sa fare...

    Perché credevi che fosse realmente difficile? No. Solo beata incapacità di apprendere le cose.
    non+autenticato
  • La mia collega qui sa usare l'editor vi. Dice che è migliore di quelli punta e clicka.
    Ma lei si è stampata il manuale, ha studiato e si ricorda i comandi.

    Linux obbliga ad usare molto di più la memoria mnemonica. Molta gente oggi ha soltanto quella visiva. Per questo ha grossi problemi con le configurazioni testuali, e gli utenti così vogliono i vari pulsanti di selezione.

    Molta gente sta perdendo la memoria mnemonica e con essa le capacità di ricordare e comprendere testi.
    iRoby
    9147
  • - Scritto da: iRoby
    > La mia collega qui sa usare l'editor vi. Dice che
    > è migliore di quelli punta e
    > clicka.
    > Ma lei si è stampata il manuale, ha studiato e si
    > ricorda i
    > comandi.

    ROTFL... ecco perchè in Italia l'informatica è a livelli da terzo mondo. 50 anni di evoluzioni delle interfacce grafiche e arriva la tua collega a dire che salvare un documento con shiftzz è meglio.

    > Linux obbliga ad usare molto di più la memoria
    > mnemonica. Molta gente oggi ha soltanto quella

    Ma allora di alla tua collega di non usare un editor di testi, un editor binario è molto meglio.

    > Molta gente sta perdendo la memoria mnemonica e
    > con essa le capacità di ricordare e comprendere
    > testi.

    Abbiamo perso anche la coda con l'evoluzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    ...
    > Abbiamo perso anche la coda con l'evoluzione.

    Ah, quindi quella cosa che hai piantata nel fondoschiena non è la coda Sorpresa ?!?
    non+autenticato
  • L' anno di linux non arriverà mai, l' ano di windows siete tutti voi Rotola dal ridere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mao99
    > - Scritto da: Peter
    > > Hai capito tutto.
    > > Io ti riempio di coriandoli le mutande ma poi ti
    > > dico che volendo, li puoi
    > > togliere.

    Non sono coriandoli, iniziano con la "c" e finiscono con la "i", ma NON son coriandoli Rotola dal ridere.

    > >
    > > Bravissimo!
    >
    > Si, lo so che è sbagliato questo, ci
    > mancherebbe.. però alla fine se vedi la comodità
    > dell'SO Win sia nel lavoro che nei giochi, ne
    > vale la
    > pena.

    Il panino del fast food sazia, costa poco (solo in apparenza), non sporca le stoviglie di casa, è buono e aumenta l' incidenza degli attacchi cardiaci.

    Nonostante questo, la maggior parte degli infartati non modificano le proprie abitudini alimentari:

    http://www.reuters.com/article/us-fast-food-idUSTR...

    Morale della favola: fott€t€v$, non avete speranze. Fate parte della schiera "posizione Dominata", la capacità di reagire è estranea alla vostra genetica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Posizione Dominata
    > - Scritto da: Mao99
    > > - Scritto da: Peter
    > > > Hai capito tutto.
    > > > Io ti riempio di coriandoli le mutande ma poi
    > ti
    > > > dico che volendo, li puoi
    > > > togliere.
    >
    > Non sono coriandoli, iniziano con la "c" e
    > finiscono con la "i", ma NON son coriandoli
    > Rotola dal ridere.
    >
    > > >
    > > > Bravissimo!
    > >
    > > Si, lo so che è sbagliato questo, ci
    > > mancherebbe.. però alla fine se vedi la comodità
    > > dell'SO Win sia nel lavoro che nei giochi, ne
    > > vale la
    > > pena.
    >
    > Il panino del fast food sazia, costa poco (solo
    > in apparenza), non sporca le stoviglie di casa, è
    > buono e aumenta l' incidenza degli attacchi
    > cardiaci.
    >
    > Nonostante questo, la maggior parte degli
    > infartati non modificano le proprie abitudini
    > alimentari:
    >
    > http://www.reuters.com/article/us-fast-food-idUSTR
    >
    > Morale della favola: fott€t€v$, non avete
    > speranze. Fate parte della schiera "posizione
    > Dominata", la capacità di reagire è estranea alla
    > vostra
    > genetica.

    Quindi stai dicendo che sono dei COGLIONI!! Approvo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)