Alfonso Maruccia

Microsoft, lo smartphone è la password

Redmond annuncia una novità per la sua app di autenticazione "password-free" a mezzo mobile. Una funzionalità di sicurezza avanzata che taglia fuori Windows Phone 10

Roma - Microsoft ha dichiarato tranquillamente di disprezzare lo storico concetto di password e si è mossa per implementare un nuovo meccanismo di autenticazione sicura che fa uso degli smartphone degli utenti. Una funzionalità che per il momento - o anche nel prossimo futuro - sarà a disposizione solo dei proprietari di gadget mobile basati su Android e iOS.

La nuova autenticazione sicura è stata integrata in Microsoft Authenticator, app che fin qui permetteva di servirsi dello smartphone come di un meccanismo di autenticazione a doppio fattore: l'utente avrebbe dovuto confermare da mobile la legittimità della richiesta di accesso a un sito del network di Redmond, ma solo dopo aver provato ad accedere al suddetto sito tramite l'immissione di email e password.

La nuova versione della app elimina la necessità di una parola chiave, perché una volta specificata l'email i server di Redmond invieranno un codice di autenticazione sullo smartphone. Ricevuta la conferma dell'identità dell'utente, il login potrà procedere normalmente come al solito.
Microsoft saluta questa sorta di "downgrade" dall'autenticazione a doppio fattore a una a singolo codice mobile-dipendente come un miglioramento per la sicurezza e la semplicità di utilizzo, e altrettanto serenamente mette in chiaro che a Redmond Windows Phone è considerato secondario.

Il nuovo Authenticator è infatti disponibile esclusivamente per utenti di gadget Android e iOS, perché - stando a quanto confermato da Microsoft stessa - Windows Phone 10 rappresenta solo il 5 per cento degli utilizzatori attivi della app. Gli OS mobile della concorrenza sono una priorità, poco importa che i "fan" della piattaforma propria e proprietaria di Redmond (perché ora Microsoft considera i suoi utenti come fan) non siano affatto soddisfatti di contare così poco per l'azienda che hanno deciso di sostenere con i loro acquisti passati.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 10, Creators Update in arrivoMicrosoft comunica la data di distribuzione del nuovo aggiornamento per il suo sistema operativo, anticipando il gran numero di novità contenute nel pacchetto e destinate un po' a tutti. Non solo ai creativi
24 Commenti alla Notizia Microsoft, lo smartphone è la password
Ordina
  • non capisco la polemica. il sistema è interessante, perchè da nome + password si passa a nome + telefono + pin o impronta digitale
    è sicuramente più sicuro della password ed è sicuramente più comodo
    riguardo all'uscita dell'app sui dispositivi della concorrenza, non è una novità che ms in ambito mobile predilige prima quelli più diffusi e dopo i "fan". la strategia è quella di coprire più velocemente il numero massimo di persone
    non+autenticato
  • Penso che ste cose, come per le protezioni biometriche siano inutili, possono sempre costringerti a metterci il dito o occhio sopra, come prenderti il cellulare..
    Meglio la solita lunga e complessa password.

    "Microsoft ha dichiarato tranquillamente di disprezzare lo storico concetto di password e si è mossa per implementare un nuovo meccanismo..."

    Il fatto che molti lo disprezzino vuol dire che funziona se lunga e complessa, e quindi sicura..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mao99
    > Penso che ste cose, come per le protezioni
    > biometriche siano inutili, possono sempre
    > costringerti a metterci il dito o occhio sopra,
    > come prenderti il
    > cellulare..
    > Meglio la solita lunga e complessa password.

    la password te la prendono a forza di mazzate. che differenza c'e'?
    non+autenticato
  • > la password te la prendono a forza di mazzate.
    > che differenza
    > c'e'?

    Volendo potresti averne 2:
    -quella che funziona
    -quella che sembra funzionare, ma che lancia un allarme silenzioso a chi di dovere
    non+autenticato
  • Guardate che Microsoft Authenticator è disponibile da anni su Windows phone, quindi prima di scrivere articoli in stile "vacca", informatevi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Figura
    > Guardate che Microsoft Authenticator è
    > disponibile da anni su Windows phone, quindi
    > prima di scrivere articoli in stile "vacca",
    > informatevi!

    WC non esiste!
  • - Scritto da: Figura
    > Guardate che Microsoft Authenticator è
    > disponibile da anni su Windows phone, quindi
    > prima di scrivere articoli in stile "vacca",
    > informatevi!

    Se M$ lo disconosce qualche motivo ci sarà?

    In ogni caso non capisco perchè rivolgersi ad apparecchiature smartphone quando qualunque cellulare da pochi euro in grado di ricevere e emettere SMS (manco MSG-Mail) poteva benissimo fare alla bisogna senza scomodare alcuna app più o meno di moda.
  • Perchè oggi abbiamo e usiamo piu' gli smartphone che i cellulari economici.
    Comunque se basta un sms va bene anche un cellulare vecchio, è compatibile con la cosa.

    Però come facciamo se ci rubano il cellulare/smartphone e ci buttano via la sim ? Non potremmo piu' usare l'autenticazione di MS via cellulare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 aprile 2017 00.30
    -----------------------------------------------------------
    user_
    1018
  • Nell'articolo è specificato chiaramente che l'app esiste su windows phone. Potresti imparare a leggere prima di commentare oppure rinunciare all'uso di internet?
    non+autenticato
  • E' sin dai tempi di "Passport" che Microsoft cerca di tirare fuori identificativi univoci per sottoporre i suoi utenti a controlli incrociati.

    Se adesso tirano fuori questa nuova iniziativa vuol dire che trasformare l'account Skype in identificativo unico non ha funzionato. Di quand'è quel tentativo? Meno di un anno se mi ricordo bene.
    non+autenticato


  • aggiustato
    non+autenticato
  • Sinceramente, ma quante delle invenzioni di Microsoft sono poi diventate progresso?

    Eppure penso che facciano molti tentativi di innovare.

    Il problema è che per l'immaginario collettivo ormai Microsoft è sinonimo di velenoso.
    iRoby
    9104
  • - Scritto da: iRoby
    > Sinceramente, ma quante delle invenzioni di
    > Microsoft sono poi diventate
    > progresso?
    >
    > Eppure penso che facciano molti tentativi di
    > innovare.
    >

    Effettivamente oltre a portare un PC in ogni casa ha fatto poco. Annoiato

    > Il problema è che per l'immaginario collettivo
    > ormai Microsoft è sinonimo di
    > velenoso.

    Lo é solo nell'immaginario del tuo sfigato collettivo. Annoiato
    non+autenticato
  • > Effettivamente oltre a portare un PC in ogni casa
    > ha fatto poco.

    La microzzoz non ha portato un pc per ogni casa ma ha obbligato ad usare il suo s.o. preinstallato senza possibilità di scelta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > > Effettivamente oltre a portare un PC in ogni
    > casa
    > > ha fatto poco.
    >
    > La microzzoz non ha portato un pc per ogni casa
    > ma ha obbligato ad usare il suo s.o.
    > preinstallato senza possibilità di
    > scelta.

    Dai, non infierire su argomenti che i sostenitori d'ufficio di M$ non possono ribattere, ti piace vincere facile!
  • - Scritto da: ...
    > > Effettivamente oltre a portare un PC in ogni
    > casa
    > > ha fatto poco.
    >
    > La microzzoz non ha portato un pc per ogni casa
    > ma ha obbligato ad usare il suo s.o.
    > preinstallato senza possibilità di
    > scelta.

    Sei libero di piallarlo e metterci Linux.

    Purtroppo per il tuo fegato la gente ha preferito usare Windows.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: ...
    > > > Effettivamente oltre a portare un PC in
    > ogni
    > > casa
    > > > ha fatto poco.
    > >
    > > La microzzoz non ha portato un pc per ogni
    > casa
    > > ma ha obbligato ad usare il suo s.o.
    > > preinstallato senza possibilità di
    > > scelta.
    >
    > Sei libero di piallarlo e metterci Linux.
    >
    > Purtroppo per il tuo fegato la gente ha preferito
    > usare
    > Windows.

    La stessa gente che ha preferito non migrare a winx, nonostante sia gratis.
  • 90 minuti do applausi
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: ...
    > > > > Effettivamente oltre a portare un
    > PC
    > in
    > > ogni
    > > > casa
    > > > > ha fatto poco.
    > > >
    > > > La microzzoz non ha portato un pc per
    > ogni
    > > casa
    > > > ma ha obbligato ad usare il suo s.o.
    > > > preinstallato senza possibilità di
    > > > scelta.
    > >
    > > Sei libero di piallarlo e metterci Linux.
    > >
    > > Purtroppo per il tuo fegato la gente ha
    > preferito
    > > usare
    > > Windows.
    >
    > La stessa gente che ha preferito non migrare a
    > winx, nonostante sia
    > gratis.

    La stessa gente che aveva copie non autentiche di Windows 7 e non ha potuto aggiornare.
    non+autenticato
  • A casa mia c'era già un super computer. Si chiamava Amiga.

    E di Microsoft aveva solo l'interprete Amiga Basic.

    È incredibile come molte persone non riescono a scindere gli eventi dagli attori.

    Il PC si sarebbe comunque diffuso.
    Il fatto che ci sia stata Microsoft sul carro che ha portato i computer, non è stato un suo merito, ma una disgrazia nostra.

    Confesso che avrei preferito piuttosto il Mac che quella porcheria dei PC Windows.
    Ma si sa che quando Apple licenziò MacOS a quel'azienda che li faceva meglio degli originali si pentì e dovette ritirare le licenze.

    Oggi chissà, li chiameremmo Maczozz e Apple$...

    O chissà che computer avremmo avuto da Commodore.

    Ricordo che dopo il debutto entusiastico di BeOS su macchine dual PowerPC, nel momento in cui fu portato su PC Intel, Microsoft fece di tutto per affossarlo.
    E ci fu anche un processo, e le tecniche che usò sono tipiche di individui con molto pelo sullo stomaco, quale si è rivelato il Sig. Ballmer.
    iRoby
    9104
  • > Ricordo che dopo il debutto entusiastico di BeOS
    > su macchine dual PowerPC, nel momento in cui fu
    > portato su PC Intel, Microsoft fece di tutto per
    > affossarlo.
    > E ci fu anche un processo, e le tecniche che usò
    > sono tipiche di individui con molto pelo sullo
    > stomaco, quale si è rivelato il Sig.
    > Ballmer.

    Ballmer chi? Il cognato di Zu Totò? Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby

    > Il PC si sarebbe comunque diffuso.
    > Il fatto che ci sia stata Microsoft sul carro che
    > ha portato i computer, non è stato un suo merito,
    > ma una disgrazia
    > nostra.

    e se vogliamo essere onesti, stavolta possiamo far gioire anche macachi, perche' a portare il pc in ogni casa furono:

    1. Commodore con VIC20, C64, C128 e Amiga
    2. Apple

    la prima sul fronte home computing, la seconda su quello della clientela professionale

    MS ebbe solo la fortuna di trovarsi a fare da zerbino ad IBM che poi impose il suo design in tutto il mondo
    non+autenticato