Video/ DivX libera la potenza dell'MPEG4

Il formato di compressione MPEG4 trova incarnazione in un codec gratuito, il DivX, che sebbene venga additato come uno degli strumenti per piratare DVD, si rivela un'ottima alternativa ai formati di compressione tradizionali

A differenza dell?industria discografica, che si è ritrovata per le mani la bomba MP3, l?industria cinematografica, con lo standard DVD, pensava di riuscire a controllare il rapporto tra l?informatica e il cinema grazie al regional code e ai vari formati di protezione, ma un nuovo formato di compressione chiamato DivX, sta completamente rivoluzionando il mercato. Se il formato MP3 permette di ridurre del 90% le dimensioni delle tracce audio mantenendo un?ottima qualità audio, così il DivX riesce a comprimere le dimensioni di un film su DVD fino a farle combaciare con quelle di un normale CD, il tutto mantenendo una buona qualità
audio e video.

Il codec video chiamato DivX (che non ha niente a che fare con il sistema omonimo per l'affitto di DVD) circola su Internet dai primi di marzo e sta diventando sempre più popolare.
Il DivX consente di comprimere un video riducendolo ad una frazione della sua dimensione originaria e mantenendo una qualità superiore a quella VCR. Comprimere in questo nuovo formato è certamente un'operazione non banale, ma la qualità globale è senza dubbio superiore rispetto agli altri formati video.

Di certo il DivX, in accoppiata con il DeCSS, rappresenta una bomba ad orologeria per la DVD Copy Control Association: è facile immaginare, e già succede, come film su DVD possano essere riversati con il DeCSS su hard disk e poi compressi in DVD per essere masterizzati su un normale CD oppure distribuiti via Internet.
Secondo gli esperti, se la codifica viene effettuata correttamente, circa 100 minuti di film in formato DivX possono entrare in un normale CD mentre un film codificato in MPEG, con qualità più bassa, arriva ad occupare almeno il doppio.
Il codec DivX, di cui tanto si parla in questi giorni, dato un file in formato AVI, comprime il video nel formato MPEG4v3 e l?audio in MP3 (o MS audio). Questo permette di ottenere un?alta qualità audio e video in file di piccole dimensioni. Il DivX altro non è che un hacking del codec Microsoft MPEG4 uscito per breve tempo in versione beta e funzionante solo con il formato proprietario ASF.

L'MPEG4 è un codec di compressione video che garantisce un'elevata qualità a fronte di un basso bit-rate. Generalmente i file in tale formato occupano solo una frazione (circa il 15%) della dimensione di un DVD standard, inoltre la risoluzione di 640x480 lo rende il miglior formato
per l?home video.

Vediamo alcune delle caratteristiche salienti di questo formato:

- formato in uscita: flessibile, la più comune è comunque l'AVI;
- risoluzione: variabile, le più diffuse sono 640*480 oppure le risoluzioni standard dei formati PAL/NTSC;
- livello compressione: dipende dalla qualità e dalla risoluzione scelte per l'audio ed il video, ma generalmente 80-90 minuti con una risoluzione video di 640*480 occupano 650 MB di spazio.
- qualità: quella del video è simile allo SVHS/DVD; quella audio, molto più variabile, ha in genere la qualità CD+ (48 KHz, 96 Kbps stereo)
- tempi di decodifica: 2-4 frame al secondo su di un PII-350.

Questi fattori hanno fatto sì che qualcuno considerasse il formato
MPEG4 l?equivalente del formato MP3 per il mondo del video, con il solo problema che tale tecnologia fino alla comparsa del DivX era stata limitato da Microsoft al supporto del solo formato proprietario ASF.
TAG: sw