Alfonso Maruccia

Criptomonete in pasto ai cyber-criminali

Due nuove operazioni malevole prendono di mira Bitcoin, Ethereum e altre monete virtuali nel tentativo di accumulare "guadagni facili" attaccando i sistemi vulnerabili degli utenti. Il risultato è diverso, ma la minaccia è crescente

Roma - Oltre a essere uno degli strumenti prediletti dagli autori di ransomware per ricevere il "riscatto" dalle rispettive vittime, Bitcoin rappresenta sempre più un bersaglio privilegiato dei cyber-criminali in quanto moneta virtuale con un valore di mercato molto concreto. Gli autori di CryptoShuffler, ad esempio, hanno guadagnato un bel po' di denaro prendendo di mira gli ignari utenti che si sono ritrovati con il sistema infetto.

Il meccanismo di funzionamento principale di CryptoShuffler è essenziale ma estremamente efficace, visto che il trojan identificato da Kaspersky Labs si limita a tenere sotto controllo gli Appunti di Windows (clipboard) <(strong>in attesa che la vittima copi l'indirizzo del suo portafogli virtuali (wallet) per una transazione a mezzo Bitcoin.

A quel punto il malware sostituisce il wallet originale con quello controllato dai cyber-criminali, e se l'utente non si accorge della sostituzione la transazione porta al trasferimento dei Bitcoin sul wallet "malevolo". Attiva sin dal 2016, la cyber-minaccia di CryptoShuffler è tornata alla ribalta nel 2017 e ha sin qui permesso ai suoi autori di incamerare un gruzzolo piuttosto consistente.
Il wallet controllato dai criminali risulta infatti "pieno" con 23 Bitcoin, vale a dire più di 150.000 dollari secondo l'attuale valore della criptomoneta. E non di solo Bitcoin si ingrassa CryptoShuffler, visto che il payload del trojan per la sostituzione degli indirizzi negli Appunti prevede lo stesso trattamento per le transazioni in Dogecoin, Litecoin, Dash, Monero, Ethereum e altre.

Parlando di quest'ultima criptomoneta, infine, un'altra campagna malevola prende di mira i sistemi vulnerabili basati sull'OS ethOS: la distro Linux a 64-bit è specializzata nel mining di criptomonete, e un bot identificato da Bitdefender è attivamente impegnato a scandagliare Internet alla ricerca di connessioni SSH con credenziali di accesso di default.

Una volta identificato il sistema infetto, il malware reimposta il mining di Ethereum così da favorire il wallet dei suoi autori. Diversamente da CryptoShuffler, in questo caso l'operazione non ha dato frutti portando a guadagni illeciti per appena 611 dollari.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Criptomonete in pasto ai cyber-criminali
Ordina
  • più gente cè nel gestirle e meglio è! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ridi ridi, che io rido ancora di più.
    Tra oneri di gestione, tasse e prelievi forzosi, i "tuoi" soldi li gestiscono altri al tuo posto.
    Da quando son passato alle crypto, tutte quelle ladrate sono solo un ricordo del passato. Più tutti i profitti speculativi, ovviamente.

    Arrivederci cavernicolo, salutami la tua banca prossima al fallimento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Ridi ridi, che io rido ancora di più.
    > Tra oneri di gestione, tasse e prelievi forzosi,
    > i "tuoi" soldi li gestiscono altri al tuo
    > posto.
    > Da quando son passato alle crypto, tutte quelle
    > ladrate sono solo un ricordo del passato.

    Appunto, ci sono forti interessi a costringere gli utenti a dipendere dalle banche.
    Ci sono anche forti interessi che vengono dalle commissioni sulle transazioni fatte via bancomat o carta di credito.
    Ci sono anche interessi politici, gli americani controllano i circuiti bancari internazionali, con le sanzioni americane che in teoria dovrebbero valere solo negli USA possono tagliare fuori dal commercio internazionale le nazioni nemiche tipo Cuba o Iran.

    > Più tutti i profitti speculativi,
    > ovviamente.
    >
    > Arrivederci cavernicolo, salutami la tua banca
    > prossima al
    > fallimento.

    Se fai la somma di gli interessi che ci sono vedrai che l'incentivo ad attaccare le criptomonete è talmente forte che difficilmente riusciranno ad uscire dalla nicchia iniziale, aspettati tanti alti e bassi nelle quotazioni conditi da una serie continua di notizia tipo quella di questo articolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 754e9c22dd5
    > - Scritto da: ...
    > > Ridi ridi, che io rido ancora di più.
    > > Tra oneri di gestione, tasse e prelievi
    > forzosi,
    > > i "tuoi" soldi li gestiscono altri al tuo
    > > posto.
    > > Da quando son passato alle crypto, tutte
    > quelle
    > > ladrate sono solo un ricordo del passato.
    >
    > Appunto, ci sono forti interessi a costringere
    > gli utenti a dipendere dalle
    > banche.
    > Ci sono anche forti interessi che vengono dalle
    > commissioni sulle transazioni fatte via bancomat
    > o carta di
    > credito.
    > Ci sono anche interessi politici, gli americani
    > controllano i circuiti bancari internazionali,
    > con le sanzioni americane che in teoria
    > dovrebbero valere solo negli USA possono tagliare
    > fuori dal commercio internazionale le nazioni
    > nemiche tipo Cuba o
    > Iran.
    >
    > > Più tutti i profitti speculativi,
    > > ovviamente.
    > >
    > > Arrivederci cavernicolo, salutami la tua
    > banca
    > > prossima al
    > > fallimento.
    >
    > Se fai la somma di gli interessi che ci sono
    > vedrai che l'incentivo ad attaccare le
    > criptomonete è talmente forte che difficilmente
    > riusciranno ad uscire dalla nicchia iniziale,
    > aspettati tanti alti e bassi nelle quotazioni
    > conditi da una serie continua di notizia tipo
    > quella di questo
    > articolo.


    Quel frocetto dovrebbe andarsi a cercare il post dove personaggi di rilievo nella finanza buttano nel fango le crypto monete, e io, ci ho pure scommesso(con dei sapientoni come lui) che le stesse persone che dicono non 'reggeranno' non aspettano altro che buttarsi testa e piedi in quelle cryptomonete.

    Il motivo è uno solo, non potendo controllarle come fanno con i circuiti che controllano da sempre, buttano fango, intanto che loro si organizzano per metterci le grinfie sopra.

    Qua c'è gente che si pompa sulle h mancanti o di troppo, ma che come ripeto sempre io ott'anttenne, e loro spavaldi giovinotti(anche quarantenni, come la maggior parte lo è qui) se me li ritrovo faccia a nella vita di tutti i giorni so per certo come va ha finire.

    Ma come si dice, vantatevi o voi giovani professori, io resto sempre un vecchio ignorante. Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Wallestain
    > - Scritto da: 754e9c22dd5
    > > - Scritto da: ...
    > > > Ridi ridi, che io rido ancora di più.
    > > > Tra oneri di gestione, tasse e prelievi
    > > forzosi,
    > > > i "tuoi" soldi li gestiscono altri al tuo
    > > > posto.
    > > > Da quando son passato alle crypto, tutte
    > > quelle
    > > > ladrate sono solo un ricordo del passato.
    > >
    > > Appunto, ci sono forti interessi a costringere
    > > gli utenti a dipendere dalle
    > > banche.
    > > Ci sono anche forti interessi che vengono dalle
    > > commissioni sulle transazioni fatte via bancomat
    > > o carta di
    > > credito.
    > > Ci sono anche interessi politici, gli americani
    > > controllano i circuiti bancari internazionali,
    > > con le sanzioni americane che in teoria
    > > dovrebbero valere solo negli USA possono
    > tagliare
    > > fuori dal commercio internazionale le nazioni
    > > nemiche tipo Cuba o
    > > Iran.
    > >
    > > > Più tutti i profitti speculativi,
    > > > ovviamente.
    > > >
    > > > Arrivederci cavernicolo, salutami la tua
    > > banca
    > > > prossima al
    > > > fallimento.
    > >
    > > Se fai la somma di gli interessi che ci sono
    > > vedrai che l'incentivo ad attaccare le
    > > criptomonete è talmente forte che difficilmente
    > > riusciranno ad uscire dalla nicchia iniziale,
    > > aspettati tanti alti e bassi nelle quotazioni
    > > conditi da una serie continua di notizia tipo
    > > quella di questo
    > > articolo.
    >
    >
    > Quel frocetto dovrebbe andarsi a cercare il post
    > dove personaggi di rilievo nella finanza buttano
    > nel fango le crypto monete, e io, ci ho pure
    > scommesso(con dei sapientoni come lui) che le
    > stesse persone che dicono non 'reggeranno' non
    > aspettano altro che buttarsi testa e piedi in
    > quelle
    > cryptomonete.
    >
    > Il motivo è uno solo, non potendo controllarle
    > come fanno con i circuiti che controllano da
    > sempre, buttano fango, intanto che loro si
    > organizzano per metterci le grinfie
    > sopra.
    >
    > Qua c'è gente che si pompa sulle h mancanti o di
    > troppo, ma che come ripeto sempre io
    > ott'anttenne, e loro spavaldi giovinotti(anche
    > quarantenni, come la maggior parte lo è qui) se
    > me li ritrovo faccia a nella vita di tutti i
    > giorni so per certo come va ha
    > finire.
    >
    > Ma come si dice, vantatevi o voi giovani
    > professori, io resto sempre un vecchio ignorante.
    >
    >Sorride

    Ah, tanto per, per oggi ho finito, alla prossima.

    E adesso sbizzaritevi pure. Saluti a te ubaldo il finocchio!
    non+autenticato
  • - Scritto da: 754e9c22dd5
    > aspettati tanti alti e bassi nelle quotazioni
    > conditi da una serie continua di notizia tipo
    > quella di questo articolo.

    Gli alti e bassi ci sono ovunque in economia... nelle crypto sono solo più marcati per via della loro alta volatilità. Dovuta anche al fatto che si tratta di un mercato (per ora) non regolamentato. Ma è proprio questa volatilità che permette manovre speculative ad alto rendimento, anche se rischiose.

    Per quanto concerne la notizia tipo quella dell'articolo, non è che i servizi bancari tradizionali siano esenti da simili boiate. Basti pensare agli ATM con tutte le loro belle vulnerabilità... Insomma se sei stupido i soldi te li fregheranno sempre, banche o non banche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Ridi ridi, che io rido ancora di più.
    > Tra oneri di gestione, tasse e prelievi forzosi,
    > i "tuoi" soldi li gestiscono altri al tuo
    > posto.
    > Da quando son passato alle crypto, tutte quelle
    > ladrate sono solo un ricordo del passato. Più
    > tutti i profitti speculativi,
    > ovviamente.
    >
    > Arrivederci cavernicolo, salutami la tua banca
    > prossima al
    > fallimento.

    Se caso mai tu (coglionatto)c'è la avessi con me, sei caduto dal pisello e non dal pero.

    Ti trovi una persona che le banche puo solo bruciarle coglionetto di nuovo!

    che dementi sti mezzi froci che si firmano ... tutti uguali.

    Non ci azzeccano mai un cazzo.
    non+autenticato
  • si sapeva che sarebbe successo, bastava solo aspettare
    non+autenticato