Speciale/ SCO e IBM alla prova dei fatti

SCO ha un mese e mezzo di tempo per mostrare tutto il codice richiestole dal tribunale, e in particolare quello di Linux su cui reclama diritti. Nel frattempo l'azienda deve fronteggiare critiche, querele e... scherzi del destino

Speciale/ SCO e IBM alla prova dei fattiSalt Lake City (USA) - Nel tentativo di superare la posizione di stallo in cui si trova attualmente la causa in corso fra SCO Group e IBM, che ormai da mesi si è arenata nella fase di acquisizione degli atti e del materiale probatorio, la corte distrettuale dello Utah ha ordinato ad entrambe le parti di esibire tutte le informazioni necessarie a fare chiarezza sulla questione dibattuta, incluse tutte le linee di codice che, secondo SCO, IBM avrebbe copiato all'interno del kernel di Linux.

Il giudice Judge Brooke Wells ha dato a SCO 45 giorni di tempo per mostrare "nello specifico tutte le linee di codice" che asserisce siano state copiate in Linux dai sistemi operativi UNIX di IBM, AIX e Dynix. La società capitanata da Darl McBride deve altresì identificare e fornire "in modo dettagliato "tutte le linee di codice di Linux su cui reclama dei diritti" e "fornire e identificare in modo dettagliato le linee di codice che SCO ha distribuito a terze parti", possibilmente fornendo anche date e informazioni sulle circostanze in cui il codice è stato rilasciato. Per finire, SCO dovrà anche indicare quali porzioni del codice di Linux provengano da contributi pubblici di IBM.

Big Blue ha invece 45 giorni di tempo per presentare 232 file relativi ad AIX e Dinyx, equivalenti a circa 100 milioni di linee di codice, e identificare tutte le porzioni di codice con cui ha contribuito, in modo privato, allo sviluppo di Linux. La corte ha spiegato che questo codice verrà in seguito consegnato a SCO, la quale dovrà indicare se vi sono porzioni che possono andare a sostegno della sua tesi accusatoria e, eventualmente, indicare a quali altri file desidera avere accesso e le ragioni di queste richieste.
Big Blue dovrà altresì fornire "documenti e altro materiale creato da e in possesso degli impiegati che sono stati e sono tuttora coinvolti nel progetto Linux" e "documenti e altri materiali provenienti dai propri dirigenti, inclusi Sam Palmisano e Irving Wladawsky-Berger, attinenti alla "ambiziosa strategia su Linux" del colosso di Armonk.

È questa la seconda volta che il giudice Wells intima a SCO di rivelare le sue prove: lo scorso dicembre il magistrato, con un'ingiunzione simile a quella attuale, aveva dato a SCO 30 giorni di tempo per mostrare alla corte e a IBM il codice di Linux incriminato. Un obbligo a cui, secondo il giudice e la querelata, SCO avrebbe però adempiuto solo in parte. Quest'ultima si è giustificata sostenendo che per mostrare tutte le linee di codice che violano i propri copyright, deve prima avere accesso al codice sorgente di AIX e Dinyx, due prodotti da cui, secondo SCO, Big Blue avrebbe attinto buona parte del codice e delle tecnologie riversate in Linux. SCO afferma che questi due prodotti contengono tecnologie derivate dal proprio UNIX - e come tali considerate di sua proprietà - ma di cui solo IBM dispone del codice. L'azienda di Lindon ha più volte ribadito che senza l'accesso a tale codice non può identificare con esattezza tutte le linee di codice che sono state copiate in Linux, ma può solo limitarsi a indicare quali tecnologie sono state travasate in Linux dai software di IBM basati su UNIX.

Con quest'ultima ordinanza il giudice Wells ha però respinto la richiesta di SCO, ovvero quella che fosse IBM a mostrare per prima l'intero codice di AIX e Dinyx, spingendo invece i due contendenti a lavorare in tandem per soddisfare, in modo simultaneo, le reciproche richieste.

La questione dei "lavori derivati" da UNIX è complessa e interessa in modo diretto anche la causa che SCO sta portando avanti contro Novell. Ecco perché.
292 Commenti alla Notizia Speciale/ SCO e IBM alla prova dei fatti
Ordina

  • - Scritto da: Anonimo
    > www.linux.it/GNU /

    sai che sei un po' fissato!
    cos'é pentito di aver votato il nano come presidente?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > www.linux.it/GNU /


    Cosa non dovrebbe essere vero ?

    Che non esistono gli idioti ? Esistono esistono..... E quello che da una settimana a questa parte cerca disperatamente di dimostrare un collegamento fra informatica e politica (senza virgolette, a differenza del link che posti...) ne è un autorevole rappresentante...

    non+autenticato
  • senza di lui linux non sarebbe mai nato.

    Torvalds ha un approccio al software libero assai più pragmatico rispetto a quello del guru e fondatore del movimento Free Software, Richard Stallman,

    Torvalds si definisce "solo un ingegnere che vuole realizzare il miglior sistema operativo possibile": un obiettivo che, dice Torvalds, ha poco a che fare con gli ideali.

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=43896

    basta co sta storia del comunismo

    Fan Linux
    non+autenticato
  • Curiosa questa cosa del codice ....

    Mi sembra tutto molto aleatorio, sinceramente penso che tutta l'informatica moderna sia nata da evoluzioni di ciò che già esiste, si prende e si modifica, si fanno i "branch" e si trova qualcosa di nuovo.

    Cosa pensate che lo zio Billy abbia veramente inventato le RPC ?
    E il browser ?

    Il file system di win non nasce da DOS che è una scopiazzatura del PCM che deriva dalla logica di lavoro ad albero rovesciato di Unix ?

    Veramente siete convienti che tutti quelli che hanno scritto librerie per leggere le jpeg abbiano iniziato a scrivere il programma a partire da un libro e una pagina vuota senza nemmeno dare una sbirciatina a codice esistente, magari fornito in open source proprio dalle foudations e ad ispirarsi a questo ?

    Veramente siete convinti che nei vostri codec, non ci sia codice dell'MPEG group ?

    Poi c'è il discorso più complesso dei diritti intellettuali , quante volte sono state violate. Quale è il limite per il plagio ?

    Volete abolire l'opensource, perchè non ritenenete morlmente accettabile l'idea di un gruppo di persone che collaborano e condividono le proprie esperienze senza scopo di lucro ?

    Chi se ne frega ! Il problema è vostro e per essere coerenti , incominciate col cancellare tutto quello che avete sul PC e che ha l'aria di essere stato copiato da qualcosa d'altro, anzi buttate subito il PC perchè l'interfaccia a finestre a sua volta è una copia di quella di Apple.

    Saluti !



    non+autenticato
  • 100% daccordo!!!
    Mentre i suoi amici sviluppavano il codice...Bill annotava... e registrava il copyright!

    Ho un'idea! nessuno ha mai brevettato 1+1=2 che ne dici? Mi ci faccio un bel marchio registrato?!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    >> Ho un'idea! nessuno ha mai brevettato 1+1=2
    > che ne dici? Mi ci faccio un bel marchio
    > registrato?!
    >

    ...annuncio al mondo di avere brevettato a loro insaputa l'intero patrimonio genetico di Bill e Darl (come, chi sono?). Li invito quindi a voler immediatamente cessare e desistere dal violare i miei diritti legali su di loro e sugli eventuali prodotti derivati realizzati a partire dal loro codice genetico, inclusi, ma non limitatatamente a, figli, nipoti, e discendenza tutta di ogni ordine e grado a fare data da oggi, giorno di registrazione dei brevetti. US PATENT #123456 "Brevetto sull'intero patrimonio genetico di Bill *****" e US PATENT #9876543 "Brevetto sull'intero patrimonio genetico di Darl *******" (ometto i cognomi nel rispetto delle norme sulla privacy). I due indvidui possono contattare lo scrivente per accordarsi sull'ammontare della licenza d'uso del DNA, che allo stato stanno illegalmente incorporando nelle loro cellule.

    Paradossale? Vedrete che è così che andremo a finire...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > anzi buttate subito il PC
    > perchè l'interfaccia a finestre a sua
    > volta è una copia di quella di Apple...

    ...che l'ha copiata da Xerox
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > ...che l'ha copiata da Xerox

    bhe ... non è proprio così, pare che Xerox l'abbia ceduta ad Apple perchè non interessata al mercato consumer .... pensa un pò che lungimiranza !

    Pensa se l'avessero registrata in stile SCO , che casino ..... solo terminali a fosfori ambra e schede perforate ... avanti coi carri tutti nelle miniere !!!




    non+autenticato
  • Veramente Xerox l'aveva proposta a Bill... Ma lui Rispose sdegnosamente.. "Noi Lavoriamo! Non giochiamo!". Erano gli anni in cui un PC faceva appena "beep" mentre tutti gli altri avevano grafica e suoni......
    Poi Xerox mostro' il suo "programma" a Steve Jobs Fan Apple e lui disse "Bello! la integro nel sistema operativo!". Cosi' nacque "Lisa" la madre di tutti i MAC. Bill... Continuava a "lavorare"....Certo che "lavorava"... con quella ciofeka Intel detta 8088 parente dello Z8000 (8000 transistori per capirci!). Il MAC usava il Motorola 68000 (68000 transistori). E Bill deve aver unto le ruote giuste per scalzare tutti i concorrenti!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Veramente Xerox l'aveva proposta a Bill...
    [...]
    > Poi Xerox mostro' il suo "programma" a Steve
    > Jobs Fan Apple
    [...]

    La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di Gates...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Veramente Xerox l'aveva proposta a
    > Bill...
    > [...]
    > > Poi Xerox mostro' il suo "programma" a
    > Steve
    > > Jobs Fan Apple
    > [...]
    >
    > La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di
    > Gates...

    veramente non é così...eppure ti é stata spiegata bene com'é stata.
    Qual'é il problema??? esistono i Mac / Linux e Win ...dovrebbe bastarti.


    non+autenticato
  • Spero che tu abbia letto bene la differenza dei processori impiegati..... Se tu ci capissi qualcosina in piu' dovresti sapere quanto costa in termini di programmazione il "porting" tra sisemi totalmente diversi!!! Pensa solo al BUS... IDE per intel e SCSI per MAC. A quei tempi i programmi li scrivevi in Assembly.... gia' 3 kappa erano un'impresa sovrumana... Mica come adesso dove 4 Kappa li occupa un cluster!!!
    non+autenticato


  • > La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di
    > Gates...

    hi hi, il solito provocatore .... e da dove l'avrebbe copiata sentiamo, visto che il primo computer è stato il Lysa e sul mercato non c'era nulla di simile ?

    non+autenticato
  • Lasciate che i MacTroll vengano a me TrollTrollTroll
    non+autenticato
  • quale codice è stato incriminato?

    kernel o librerie?
    non+autenticato
  • fa http://www.debian.org/

    "Debian è un sistema operativo (OS) libero (free) per il tu
                            ^^^^^^^^^^^^^^^^^
    computer. Un sistema operativo è l'insieme dei programmi di
    base ed utilità che fanno funzionare il tuo computer."

    ma stiamo scherzando ?
    ma stiamo scherzando ?
    ma stiamo scherzando ?

    perchè lo spacciano per sistema operativo quando è semplicemente una distro'?

    bha, io mi tengo slackware
    Fan Linux
    non+autenticato
  • Ma che slackware... usa Windows punta e clicca!!! Tanto bill ci fa le patch, su linux non ci vanno nemmeno i worm, a che serve? Fan Windows
    non+autenticato
  • va beh, se stiamo lì a dire tutto ...
    ironia della sorte, quelli di debian vorrebbero che io chiamassi la mia distro mandrake gnu/linux...

    - Scritto da: Anonimo
    > fa www.debian.org /
    >
    > "Debian è un sistema operativo (OS)
    > libero (free) per il tu
    >        &nb
    > computer. Un sistema operativo è
    > l'insieme dei programmi di
    > base ed utilità che fanno funzionare
    > il tuo computer."
    >
    > ma stiamo scherzando ?
    > ma stiamo scherzando ?
    > ma stiamo scherzando ?
    >
    > perchè lo spacciano per sistema
    > operativo quando è semplicemente una
    > distro'?
    >
    > bha, io mi tengo slackware
    > Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > fa www.debian.org /
    >
    > "Debian è un sistema operativo (OS)
    > libero (free) per il tu
    >        &nb
    > computer. Un sistema operativo è
    > l'insieme dei programmi di
    > base ed utilità che fanno funzionare
    > il tuo computer."
    >
    > ma stiamo scherzando ?
    > ma stiamo scherzando ?
    > ma stiamo scherzando ?
    >
    > perchè lo spacciano per sistema
    > operativo quando è semplicemente una
    > distro'?

    "Debian systems currently use the Linux kernel. Linux is a completely free piece of software started by Linus Torvalds and supported by thousands of programmers worldwide.

    However, work is in progress to provide Debian for other kernels, primarily for the Hurd. The Hurd is a collection of servers that run on top of a microkernel (such as Mach) to implement different features. The Hurd is free software produced by the GNU project.

    A large part of the basic tools that fill out the operating system come from the GNU project; hence the names: GNU/Linux and GNU/Hurd. These tools are also free. "

    Debian e' un progetto, non sono necessariamente legati al kernel Linux ma prevedono di usarne anche altri quindi non e' una semplice distro linux, difatti ci sono versioni di Debian che fanno uso di altri Kernel, Hurd primariamente anche se sono ancora sperimentali. Ergo la loro definizione e' giusta perche' ne rispecchia gli intenti.


  • - Scritto da: Alessandrox
    >
    > Debian e' un progetto, non sono
    > necessariamente legati al kernel Linux ma
    > prevedono di usarne anche altri quindi non
    > e' una semplice distro linux, difatti ci
    > sono versioni di Debian che fanno uso di
    > altri Kernel, Hurd primariamente anche se
    > sono ancora sperimentali. Ergo la loro
    > definizione e' giusta perche' ne rispecchia
    > gli intenti.

    Cos'è un sistema operativo?

    Un sistem operativo è un elemento imporante di quasi tutti i sistemi di calcolo. Un sistema di clcolo può essere infatti suddiviso in quattro componenti: l'hardware, il software operativo, i programmi d'applicazione e gli utenti.
    L'hardware, composto dall'unità centrale di elaborazione (CPU), dalla memoria e dai dispositivi di input/output (I/O), fornisce le risorse fondamentali di calcolo. I programmi d'applicazione (compilatori, sistemi di database, giochi, editor, programmi gestionali, browser etc.) definiscono il modo in cui queste risorse vengono utilizzate per risolvere i problemi computazionali degli utenti. Esistono svariate categorie di utenti (persone, macchine, altri computer) che tentano di risolvere problemi di diversa natura: di conseguenza, possono esserci molti programmi d'applicazione diversi. Il sistema operativo controllo e coordina l'utilizzo dell'hardware da parte dei programmi d'applicazione per utenti. I componenti di un sistema di calcolo sono l'hardware, i software e i dati. Il sistema operativo offre strumenti per impiegare in modo corretto queste risorse; esso non compie alcuna operazione utile di per sè, ma offre semplicemente un ambiente nel quale altri programmi possono lavorare in modo utile.
    E' possibile considerare un sistema operativo come un allocatore di risorse. Un sistema di calcolo dispone di risorse (hardware e software) utili per la risoluzione di un programa: tempo di CPU, spazio di memoria, spazio di memorizzazione di file, dispositivi di I/O e così via. Il sistema operativo gestisce tali risorse allocandole, in base allle necessità definite dai loro compiti, a programmi e utenti specifici. Poichè possono esserci molte richieste , anche conflittuali, delle varie risorse, il sistema operativo deve decidere quali richieste soddisfare affinchè il computer operi in modo equo ed efficiente.
    Una visione leggermente diversa di un sistema operativo è quella incentrata sulla necessità di controllare i dispositivi di I/O e i programmi utenti. Un sistema operativo è in effetti un programma di controllo che controlla, appunto, l'esecuzione dei programmi utenti in modo da impedire che vengano commessi errori o che il computer venga utilizzato in modo non corretto, soprattutto per quel che riguarda il funzionamento e il controllo dei dispositivi di I/O. Tuttavia, in generale, non è possibile dare una definizione completa ed esauriente di sistema operativo. I sistemi operativi esistono perchè rappresentano una soluzione ragionevole al problema di realizzare un sistema di calcolo utilizzabile. Lo scopo fondamentale di un sistema di calcolo è di eseguire i programmi utenti e facilitare la soluzione dei problemi degli utenti, ed è proprio per questo scopo che è stato costruito l'hardware; ma, dal momento che l'hardare da solo non è moltro facile da utilizzare sono stati sviluppati, i programmi d'applicazione. Questi programmi sono diversi tra loro, ma richiedono alcune operazioni comuni, come il controllo dei dispositivi di I/O. Le funzioni comuni di controllo e allocazione delle risorse sono racchiuse in un unico elemento software: il sistema operativo.
    Non esiste una definizione unvirsalmente accettata di cosa faccia parte o meno di un sistema operativo.
    Un punto di vista sempicistico è considerare "sistema
    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    operativo" tutto quanto viene fornito dal venditore.
    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    Comunque, i requisit idi memoria e le funzioni variano molto da sistema a sistema; alcuni usano meno di 1MB di memoria e non possiedono neppure un editor a pieno schermo, mentre altri richiedono centinaia di megabyte di memoria e sono dodati di controllori ortografici e completi "sistemi a finestre". Una definizione più comune è quella secondo la quale il sistema operativo è il solo programma che fuunziona sempre sul computer (generalmente chiamato kernel) mentre gli altri sono programmi d'applicazione.

    Abrahm Silberschatz
    Peter Baer Galvin
    Sistemi Operativi - Quinta edizione (Addison Wesley)

    sei informatico, (presumo laureato) quindi avrai fatto un corso sui SO, queste cose le dovresti già sapere...
    Fan Linux
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)