Alfonso Maruccia

Sega, il Mega Drive sarà Mini

La casa nipponica si unisce alla lista di aziende interessate a riproporre una versione mignon del loro hardware videoludico storico. Il Mega Drive Mini includerà i classici Sega in un formato a dir poco ridotto

Roma - Dopo l'exploit di Nintendo (NES Classic Mini, SNES Classic Mini) e la replica britannica del C64, anche Sega ha ufficialmente annunciato l'arrivo di una nuova "console" in formato microscopico pensata per riproporre uno dei sistemi storici del marchio nipponico.

Mega Drive Mini, questo il nome della nuova micro-console, riproporrà una parte dei fasti dell'omonima piattaforma a 16-bit che negli anni '90 ha permesso a Sega di combattere ad armi pari - almeno dal punto di vista delle capacità dell'hardware e del supporto da parte degli sviluppatori - con lo SNES di Nintendo.




Il Mega Drive Mini uscirà prima in Giappone e poi, "entro l'anno", nel resto dei mercati internazionali, e dovrebbe includere alcuni tra i classici più noti e apprezzati di Sega in maniera non dissimile da quanto fatto da Nintendo con NES Classic Mini e SNES Classic Mini.

In realtà i dettagli sull'operazione Mega Drive Mini sono al momento piuttosto scarsi, a esclusione del coinvolgimento di AtGames nella produzione della console: la corporation è già responsabile del Sega Genesis Flashback (Genesis è la variante statunitense del Mega Drive), un'offerta di "repli-gaming" in circolazione da tempo e non particolarmente ben voluta dagli appassionati.

Con il Mega Drive Mini AtGames promette miglioramenti sul fronte dell'emulazione dell'hardware originale della console e l'aggiunta di funzionalità aggiuntive rispetto a Genesis Flashback, sebbene non venga confermato né smentito l'impiego della stessa piattaforma di base già utilizzata per il suddetto "scatolotto" Flashback.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Sega, il Mega Drive sarà Mini
Ordina