Alfonso Maruccia

Backblaze, nuove statistiche sull'affidabilità degli hard disk

La società specializzata in cloud backup svela l'ultimo rapporto sullo stato dei drive in servizio, uno studio che si rinnova soprattutto nelle capacità complessive dei dischi e migliora sul fronte dell'affidabilità.

Backblaze ha pubblicato il rapporto aggiornato sulle unità di storage a tecnologia magnetica usate per i suoi servizi cloud, una consuetudine che si ripete dal 2013 e che nel caso in oggetto riguarda il comportamento degli HDD in servizio durante i primi tre mesi dell'anno 2018. Una nuova occasione per valutare l'affidabilità dei produttori ma anche dei singoli modelli di disco installati nei rack dell'azienda.

Il primo dato importante che emerge dall'Hard Drive Reliability Statistics for Q1 2018 di Backblaze è il calo del valore di Annualized failure rate (AFR) all'1,2%, contro l'1,65% registrato nel trimestre precedente. Gli HDD usati dalla corporation si sono insomma comportati meglio, con meno unità malfunzionanti rispetto al recente passato.

Nei primi tre mesi dell'anno, l'HDD più problematico dal punto di vista dell'affidabilità è risultato essere il modello da 4 Terabyte di Seagate ST4000DM000: in questo caso si parla di un AFR del 2,3%, poco al di sopra dei drive da 3 Terabyte di Western Digital WD30EFRX (2,25%). I due drive in oggetto sono tra quelli meno capienti, e rappresentano quindi anche unità tra le più "anziane" ancora in servizio nei rack di Backblaze.
L'azienda si sta progressivamente dotando di un maggior numero di HDD di grandi dimensioni (8-12 TB), e in questo caso i valori di AFR registrati nel trimestre si attestano su un 1,2% di media: un buon segno per l'affidabilità dei nuovi drive, anche se i dati andranno confermati nel corso dei mesi e degli anni a venire.

Backblaze può contare su un parco-dischi che - nello studio in oggetto - si avvicino alle 100.000 unità, con modelli vecchi e nuovi prodotti da Hitachi, Toshiba, Western Digital e Seagate. Quest'ultima azienda è la più rappresentata con il 73% di tutti i drive presenti nel rapporto, ed è prevedibilmente anche quella che fa registrare il maggior numero di "fallimenti".
Notizie collegate
  • TecnologiaBackblaze stressa gli hard diskUno studio sul campo evidenzia quella che dovrebbe essere la classifica dei produttori di HDD più resistenti sul breve e sul lungo periodo. La conclusione? Non tutti gli HD vanno bene per tutto, ma di sicuro quelli Hitachi sono affidabili
24 Commenti alla Notizia Backblaze, nuove statistiche sull'affidabilità degli hard disk
Ordina
  • Guadagna € 80 / ora per lav0rare online per poche ore al giorno da casa ... Ricevi un pagamento settimanale regolare ... Tutto ciò di cui hai bis0gn0 è un computer, una connessione Internet e un po 'di tempo libero ...

    Questo è quello che faccio... ======>>        http://www.Lavori10.Com
  • - Scritto da: IdaMilani
    > Guadagna € 80 / ora per lav0rare online per poche
    > ore al giorno da casa ... Ricevi un pagamento
    > settimanale regolare ... Tutto ciò di cui hai
    > bis0gn0 è un computer, una connessione Internet e
    > un po 'di tempo libero
    > ...
    >
    > Questo è quello che faccio...

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • Qualcuno utilizza i servizi di BlackBlaze?
    Parlano di 5 dollari al mese che diventano meno di 4 più tasse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Panda Assassino
    > Qualcuno utilizza i servizi di BlackBlaze?
    > Parlano di 5 dollari al mese che diventano meno
    > di 4 più
    > tasse.

    Cloud=computer di qualcun altro.

    Per 5 dollari al mese affidi i tuoi dati piu' preziosi e segreti nelle mani di gente che non conosci e quindi non sai chi altri accedera' a quei dati.
    Ma alcune cose le sai di sicuro:
    1) il giorno in cui smetti di pagare, non accedi piu' ai tuoi dati.
    2) il giorno in cui altri smettono di pagare, l'azienda chiude e tu non accedi piu' ai tuoi dati.
    3) quando non hai connessione, non accedi ai tuoi dati.

    Cloud = il computer di qualcun altro.

    Perche' investire denaro in un computer e controllare personalmente i tuoi dati, quando puoi spendere di piu' e non avere alcun controllo?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Panda Assassino
    > > Qualcuno utilizza i servizi di BlackBlaze?
    > > Parlano di 5 dollari al mese che diventano meno
    > > di 4 più
    > > tasse.
    >
    > Cloud=computer di qualcun altro.
    >
    > Per 5 dollari al mese affidi i tuoi dati piu'
    > preziosi e segreti nelle mani di gente che non
    > conosci e quindi non sai chi altri accedera' a
    > quei
    > dati.
    > Ma alcune cose le sai di sicuro:
    > 1) il giorno in cui smetti di pagare, non accedi
    > piu' ai tuoi
    > dati.
    > 2) il giorno in cui altri smettono di pagare,
    > l'azienda chiude e tu non accedi piu' ai tuoi
    > dati.
    > 3) quando non hai connessione, non accedi ai tuoi
    > dati.

    1) il giorno in cui manca la corrente non accedi al tuo computer e ai tuoi dati.
    2) il giorno in cui smetti di pagare la bolletta elettrica non accedi al tuo computer e ai tuoi dati.
    3) il giorno in cui l'azienda di fornitura elettrica fallisce non accedi al tuo computer e ai tuoi dati.

    >
    > Cloud = il computer di qualcun altro.
    >
    > Perche' investire denaro in un computer e
    > controllare personalmente i tuoi dati, quando
    > puoi spendere di piu' e non avere alcun
    > controllo?

    Perchè se non sei fisicamente al tuo computer ai tuoi dati non ci accedi, in rete ci accedi da ovunque.

    Chiaro che se uno rimane tutto il giorno in cantina appiccicato al computer questo problema non ce l'ha.
    non+autenticato
  • - Scritto da: logico
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Panda Assassino
    > > > Qualcuno utilizza i servizi di
    > BlackBlaze?
    > > > Parlano di 5 dollari al mese che
    > diventano
    > meno
    > > > di 4 più
    > > > tasse.
    > >
    > > Cloud=computer di qualcun altro.
    > >
    > > Per 5 dollari al mese affidi i tuoi dati piu'
    > > preziosi e segreti nelle mani di gente che
    > non
    > > conosci e quindi non sai chi altri accedera'
    > a
    > > quei
    > > dati.
    > > Ma alcune cose le sai di sicuro:
    > > 1) il giorno in cui smetti di pagare, non
    > accedi
    > > piu' ai tuoi
    > > dati.
    > > 2) il giorno in cui altri smettono di pagare,
    > > l'azienda chiude e tu non accedi piu' ai tuoi
    > > dati.
    > > 3) quando non hai connessione, non accedi ai
    > tuoi
    > > dati.
    >
    > 1) il giorno in cui manca la corrente non accedi
    > al tuo computer e ai tuoi
    > dati.
    > 2) il giorno in cui smetti di pagare la bolletta
    > elettrica non accedi al tuo computer e ai tuoi
    > dati.
    > 3) il giorno in cui l'azienda di fornitura
    > elettrica fallisce non accedi al tuo computer e
    > ai tuoi
    > dati.
    >
    > >
    > > Cloud = il computer di qualcun altro.
    > >
    > > Perche' investire denaro in un computer e
    > > controllare personalmente i tuoi dati, quando
    > > puoi spendere di piu' e non avere alcun
    > > controllo?
    >
    > Perchè se non sei fisicamente al tuo computer ai
    > tuoi dati non ci accedi, in rete ci accedi da
    > ovunque.

    Se ho accesso alla rete, ho accesso anche al mio computer, al mio storage e ai miei dati.

    Ma se sono in locale, ci ho accesso anche senza la connessione.

    > Chiaro che se uno rimane tutto il giorno in
    > cantina appiccicato al computer questo problema
    > non ce
    > l'ha.

    Mentre l'ignorante irrimediabile, e' un bene che nella sala macchine non ci metta proprio piede.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Se ho accesso alla rete, ho accesso anche al mio
    > computer, al mio storage e ai miei
    > dati.

    Eh ma la persona comune mica hai le competenze che hai tu, mica è in grado di farsi un server cloud con le sue mani.
    In genere la gente comune, paga per quel servizio, come immagino tu paghi per la connessione di rete.
    Connessione che passa comunque da un server che fa da provider e su quello transitano tutti i tuoi dati.

    A proposito che soluzione mi consigli per farmi il mio cloud casalingo ?

    > Ma se sono in locale, ci ho accesso anche senza
    > la
    > connessione.

    Quello che dicevo anche io: se stai tutto il giorno nella cantina il cloud non ti serve.

    > Mentre l'ignorante irrimediabile, e' un bene che
    > nella sala macchine non ci metta proprio
    > piede.

    Io per mitigare il rischio di perdere i dati faccio regolarmente il back up. Tu invece che soluzione mi consigli ?
    non+autenticato
  • Ricopia tutto sulle tavolette di pietra, non hai visto che durano migliaia di anni senza perdere i dati? Guarda la stele di Rosetta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Ricopia tutto sulle tavolette di pietra, non hai
    > visto che durano migliaia di anni senza perdere i
    > dati? Guarda la stele di
    > Rosetta.

    Ce l'ha il collegamento USB ?
    non+autenticato
  • No, però puoi sempre ricopiare tutto sui sassi di fiume, arrotondati. Poi li inserisci nella porta anale, quella tra le chiappe.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > No, però puoi sempre ricopiare tutto sui sassi di
    > fiume, arrotondati. Poi li inserisci nella porta
    > anale, quella tra le
    > chiappe.

    Quindi questo mi consigli come tuo metodo migliore, ok.
    E deve essere così che hai letto la stele di rosetta.
    Chissà alla fine che enorme soddisfazione avrai provato....
    non+autenticato
  • - Scritto da: logico
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Se ho accesso alla rete, ho accesso anche al
    > mio
    > > computer, al mio storage e ai miei
    > > dati.
    >
    > Eh ma la persona comune mica hai le competenze
    > che hai tu,

    Le competenze si acquisiscono.
    La conoscenza e' libera e gratuita!
    Solo l'ignoranza si paga molto cara!
  • Un hard disk portatile te lo porti praticamente ovunque, per non parlare di una chiavetta USB, e i computer portatili esistono da almeno 30 anni. Quindi non si capisce di cosa tu stia parlando.
    non+autenticato
  • preferisco 2 dischi da 2 tera in sync
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > preferisco 2 dischi da 2 tera in sync
    non e' una questione di preferenze. ma di moria o meno. info dedotta dall'articolo (la pagina di backblaze intendo... P.I. e' inutileSorride
    non+autenticato